Etna eruzione conclusa, aeroporto riaperto$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Considerando l’Ingv conclusa l’emissione di cenere lavica dal vulcano Etna, l’unità di crisi, convocata dall’Enac per le ore 06.30 di questa mattina, ha stabilito la riapertura dei settori n. 3 e 4 dello spazio aereo sopra la città di Catania. Alle ore 08.30 saranno riaperti anche i settori 1 e 2, recuperando l’aeroporto di Fontanarossa la sua piena operatività.
Etna, nuova eruzione: chiuso aeroporto di Catania$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Nuova fase eruttiva dell'Etna: dal nuovo cratere di Sud-Est c'è emissione di cenere lavica e da una frattura della stessa bocca emerge una colata, bene alimentata, che scende verso la desertica Valle del Bove, dove ha raggiunto quota 1.800 metri. La visibilità del vulcano è fortemente limitata per il maltempo e il sopraggiungere della sera e per questo, a partire dalle 17.30, è chiuso l'aeroporto di Catania. Lo scalo alternato operativo è quello di Comiso.
Catania, incidente mortale: muore ragazza di 28 anni$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Incidente stradale mortale in viale Mediterraneo a Catania sull’innesto per l’autostrada A18 Messina-Catania. Una ragazza di 27 anni, Agata Alessia Sampognaro, ha perso la vita. Stando alle prime ipotesi, l’incidente sarebbe stato autonomo: la ragazza, alla guida della sua Opel Corsa, avrebbe improvvisamente perso il controllo del mezzo e si è schiantata contro il guardrail.
Anno giudiziario: Palermo,
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
L'azione repressiva contro i boss mafiosi "risulta particolarmente indebolita dalla circostanza - della quale gli interessati risultano ben consapevoli - che una eventuale nuova condanna per il reato ex articolo 416 bis produrrebbe effetti pratici assai modesti sul piano dell'entità della pena, perché opererebbe l'applicazione delle regole sulla continuazione rispetto alle precedenti condanne definitive". Lo afferma il presidente della Corte d'appello di Palermo, Vincenzo Oliveri, nella relazione inaugurale dell'anno giudiziario.
Messina, scomparsa a Luglio, ritrovato cadavere di una 27enne$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il cadavere di Provvidenza Grassi, 27 anni, scomparsa a Messina a luglio, è stato trovato sulla sua auto, una Fiat 600 bianca, sotto il viadotto autostradale di Bordonaro, all'uscita dello svincolo di Gazzi. Non si sa se sia stata vittima di un incidente o se qualcuno ha spinto l'auto dal viadotto. La sera in cui fu vista l'ultima volta, Provvidenza era davanti a un bar di Villafranca Tirrena, dopo aver cenato a Rometta col suo ragazzo.
Riina e le nuove intercettazioni su Falcone e Provenzano$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Riina continua a parlare, o meglio, continuano a trapelare, alla spicciolata, estratti dalle trascrizioni delle intercettazioni – sono ben 14 pagine in totale – relative alle conversazioni dell’ex capo dei capi con il suo “compagno di socialità”, Alberto Lorusso, in carcere. Parla di Falcone e di Provenzano l'ex reggente di Cosa Nostra.
Commissario di stato blocca norma su coppie di fatto e "salva petrolieri"$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La norma che prevedeva dei benefici per le coppie di fatto in Sicilia è stata bocciata dal Commissario dello Stato perchè viola due articoli della Costituzione. E' quanto stabilisce il Commissario dello Stato nell'impugnativa dell'articolo 37 che era stato definito dal Governatore siciliano Crocetta "rivoluzionario". Tra le norme della manovra impugnate dal commissario c'è anche l'articolo cosiddetto "salva petrolieri".
"Messina Denaro più interessato ad arricchirsi che a comandare"$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Matteo Messina Denaro "non sembra aver conseguito la leadership" di Cosa Nostra: il boss sembra mostrare "più interesse per l'arricchimento personale che per la gestione corale di Cosa Nostra". Lo ha detto il capo della polizia Alessandro Pansa nel corso di un'audizione alla Commissione Antimafia.
Di Matteo su Riina: "I suoi ordini, non semplici minacce"$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
«Non credo si possano definire delle semplici minacce ma sono delle intenzioni omicidiarie prospettate ad un altro detenuto probabilmente perché in qualche modo vengano portate all'esterno per essere eseguite». Lo ha detto il sostituto procuratore a Palermo, Nino Di Matteo, al giornale radio Rai riferendosi alle intercettazioni in carcere con le minacce a lui indirizzate dal boss mafioso Totò Riina.
Intercettazioni Riina,
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"...Il benvenuto gli dobbiamo dare al generale Dalla Chiesa...", queste le parole intercettate del boss, parlando dell'arrivo del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, nel 1982 a Palermo, dove è rimasto appena cento giorno prima di essere ucciso nella strage di via Carini, con la moglie e l'agente di scorta
Advertisement
Advertisement