Estorsione, confessa il grillino La Gaipa$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Accusato di estorsione e finito ai domiciliari lo scorso 14 novembre, Fabrizio La Gaipa, primo dei non eletti nella lista del M5S alle scorse elezioni regionali in Sicilia, titolare dell'albergo "Costazzaurra" di Agrigento, ha ammesso le proprie responsabilità e attraverso i suoi avvocati ha chiesto di patteggiare, concordando una pena di due anni.
Giunta Musumeci, approvato bilancio provvisorio$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La giunta di governo della Regione siciliana, presieduta da Nello Musumeci, ha approvato il disegno di legge per l'autorizzazione all'esercizio provvisorio del bilancio, per l'esercizio finanziario 2018. Si prevede un esercizio per 3 mesi e la proposta di legge affronta - tra le altre materie - l'utilizzo dei forestali per l'emergenza incendi, il personale precario degli enti locali, il benessere domiciliare dei disabili gravi e gravissimi. La norma votata dalla giunta è stata trasmessa al presidente dell'Ars.
Agrigento, evadono accise su alcolici per 32 mln: 6 arresti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sei decreti di fermo, emessi dalla procura di Agrigento, sono stati eseguiti dalla Guardia di finanza della città dei Templi in Sicilia, Lombardia e Piemonte, dopo un'indagine condotta dalle Fiamme gialle e dall'ufficio delle Dogane e monopoli di Porto Empedocle nei confronti di appartenenti a un gruppo che operava nel settore delle accise. L'attività costituisce un'appendice dell'operazione denominata "Criminal drinks" con mandati d'arresto anche in Gran Bretagna e Belgio.
Uccideva malati terminali in ambulanza per guadagnare dai funerali$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Malati terminali uccisi su un'ambulanza, iniettando loro dell'aria nel sistema sanguigno, e poi i corpi 'venduti' per 300 euro a agenzie di onoranze funebri. Era questa l'ipotesi, che dà il nome all'operazione in corso dei carabinieri, l''Ambulanza della morte', sulla quale stava lavorando da mesi la Procura di Catania che aveva aperto un'inchiesta per omicidio dopo le rivelazioni di un collaboratore di giustizia, che accusa la mafia locale di avere avuto un ruolo nella vicenda. Il decesso avveniva durante il trasporto dall'ospedale di Biancavilla a casa dei pazienti dimessi perché in fin di vita.
Delrio a Pozzallo:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Sono orgoglioso di essere a Pozzallo per ringraziare il sistema Italia nell'accoglienza, nella terra del sindaco santo di Firenze". Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio a Pozzallo (Rg) sulla nave Dattilo, della guardia costiera, per fare il punto sui dati delle attività di soccorso dei migranti. "Pozzallo ha accolto 50 mila migranti che dimostra la sua predisposizione all'accoglienza - ha aggiunto Delrio - con grandi sforzi organizzativi ma in linea con l'azione di Giorgio La Pira che proprio a Pozzallo è nato".
Sequestrati 20 milioni a famiglia mafiosa di Vittoria$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Beni per 20 mln sono stati sequestrati dalla Dia a Giovanni Cilia, 63 anni, di Vittoria (RG) e alla sua famiglia, appartenente al clan mafioso "Dominante", aderente alla Stidda, egemone a Vittoria e in tutta la provincia di Ragusa. Cilia era stato arrestato dai carabinieri di Ragusa, con i figli Rosario e Emanuele, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa nell'ambito dell' operazione "Krupy", coordinata dalla Dda di Roma, con l'accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.
Fiamme in raffineria di Milazzo, un ferito$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
L'incendio nella Raffineria di Milazzo, scoppiato stamane alle 9.45, è stato spento dopo poco più di un'ora. La direzione dello stabilimento petrolifero di Milazzo ha fatto sapere che ci sono due persone con ustioni (una trasferita al Centro ustioni di Catania) e una contusa.
Ragusa, evasione e truffa: 18 arresti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Diciotto persone sono state denunciate dalla Guardia di finanza di Ragusa per reati fiscali e truffa all'Inps. Coinvolte venti aziende e sequestrati per equivalente, su disposizione del tribunale, beni immobili, mobili e denaro per oltre 3 milioni di euro. Le indagini, durate più di un anno, hanno permesso di scoprire un fenomeno organizzato di emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti tra venti "aziende fantasma", quattro delle quali prive di mezzi e di strutture tali da giustificare il rilevante fatturato e le numerose assunzioni di personale.
Fermato un 30enne per l'uccisione delle due sorelle nel catanese$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
E' entrato dal tetto di un'abitazione attigua, pensando che a casa non ci fosse nessuno o soltanto Filippa Mogavero, 79 anni, visto che la sorella Lucia, 70, era uscita per andare a comprare dei dolci per festeggiare il proprio onomastico, e la terza, Cettina, era nella scuola in cui insegna. Era in cerca di soldi Gianluca Modica, 30 anni, che ha ammesso di avere assassinato le due sorelle per denaro. Voleva 200 euro per saldare un debito pregresso di droga.
Mafia, perquisizioni ai fiancheggiatori di Messina Denaro$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Duecento agenti della Squadra Mobile di Palermo e dello Sco stanno effettuando decine di perquisizioni nella zona di Castelvetrano, in provincia di Trapani, paese del boss latitante Matteo Messina Denaro. Il blitz è coordinato dalla dda di Palermo. Le perquisizioni sono in corso nelle abitazioni di una trentina di fiancheggiatori del capomafia, tutti indagati per favoreggiamento.
Advertisement
Advertisement