Termini Imerese: la speranza è orientale, il futuro green$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
E' un imprenditore asiatico l'investitore industriale interessato al dossier Fiat di Termini Imerese, con un piano da 900 milioni di euro per costruire vetture elettriche. A confermarlo è Stefania Amato,emissario delle società Career Counseling e Potrade,che ha consegnato una lettera d'intenti alla regione siciliana. E le voci che rimbalzano a Termini Imerese sono quelle di Mitsubishi o Nissan.
Riina ricoverato per un malore$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Il boss Totò Riina, 83 anni, è stato ricoverato in ospedale a Milano in seguito a un malore. Si pensava a un ictus o a un infarto, ma gli esami clinici avrebbero stabilito che si è trattato di un'indigestione. Le sue condizioni non sono gravi. Il capomafia potrebbe tornare nel carcere di Opera, dove è rinchiuso in regime di 41 bis, tra stasera e mercoledì.
Scuola, in arrivo 33 milioni per l'edilizia$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Oltre 230 milioni di euro per l’edilizia scolastica e universitaria. Importanti novità annunciate dall’assessore regionale all’ Istruzione e alla formazione professionale, Nelli Scilabra. La graduatoria degli interventi immediatamente cantierabili per le scuole siciliane su Delibera Cipe del 2012 verrà pubblicata domani.
Falsi simboli della Regione e dell'UE; scoperta maxitruffa nell'agrigentino$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un'associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio. A scoprirla sono stati i carabinieri di Agrigento: 25 le persone iscritte nel registro degli indagati, 2 milioni di euro la truffa accertata in pochi mesi d'indagine. Ad agire una pseudo società che utilizzata i simboli della Regione Siciliana e dell'Unione Europea.
Truffa al Cie di Modena: indagato consorzio siracusano$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Nei guai i responsabili del Consorzio Oasi che si occupava delle forniture al Cie. Due le denunce che sono scaturite dall’indagine condotta dalla Guardia di finanza di Modena. Il consorzio siracusano l’OASI, dopo una gara d’appalto ad evidenza pubblica nella quale non erano pervenute offerte appropriate, si era aggiudicato con procedura negoziata la gestione triennale del Centro di Identificazione ed Espulsione (CIE) di Modena.
Falsi ciechi a Catania; Gdf scoprono la truffa$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, in due distinti interventi, hanno scoperto due ''falsi ciechi'' che hanno indebitamente beneficiato, negli ultimi 10 anni, dell'indennità di accompagnamento, per un importo complessivo di 230.000 euro. Nell'ambito delle attività a tutela della spesa pubblica, sono stati avviati una serie di controlli sulle erogazioni di indennità a carico dello Stato in favore di persone colpite da cecità assoluta.
Renzi: "Così colpiremo la Mafia Spa"$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
"Quello che va aggredito è la 'Mafia spa', presente in ogni comparto economico e finanziario del Paese, al Sud come al Centro-Nord, quell'economia criminale che colpisce imprese e società al collasso, come conferma l'analisi della Direzione nazionale antimafia". Lo scrive il presidente del Consiglio Matteo Renzi in risposta ad un appello di Roberto Saviano.
Blufi, carro sessista: polemiche sul web$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
La protesta si scatena in piazza quando tra i carri allegorici di Carnevale ne sfila uno che raffigura una donna in perizona e reggiseno distesa in una posizione allusiva. A Blufi, piccolo paese delle Madonie, le reazioni della gente esprimono prima curiosità e poi indignazione per quella che viene considerata una "provocazione sessista"
Torna in marcia il popolo "No Muos": scontri con la Polizia$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Torna in piazza il popolo No Muos. E non manca la tensione. Durante il corteo, organizzato “sfidando” i divieti – dopo che le tre parabole dell’impianto militare di telecomunicazioni Usa sono state issate – le forze dell’ordine hanno sferrato colpi di manganello. Negli scontri con la polizia, proprio un agente è rimasto leggermente ferito al volto.
Catania, facoltà di farmacia: nuova morte sospetta$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Una ex ricercatrice di 42 anni colpita da un tumore è morta, e anche lei frequentava i laboratori della facoltà di Farmacia, dove per anni, secondo l’accusa, nei lavandini dei laboratori si smaltivano sostanze chimiche utilizzate per la sperimentazione. A renderlo noto, stamane, l’avv. di parte civile Santi Terranova, che per circa due ore ha parlato ai giudici della terza sezione del Tribunale di Catania nel processo per disastro ambientale.
Advertisement
Advertisement