Dramma a Barcellona Pozzo di Gotto, abortisce davanti l'ospedale$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Una romena di 43 anni, al quinto mese di gravidanza, ha partorito davanti all'ingresso dell'ospedale Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto (Me). Il bimbo, prematuro, è morto. Soccorsa dal personale del nosocomio, in assenza di un reparto attrezzato di Ostetricia, la donna è stata trasportata al Fogliani di Milazzo.
Palermo, si stacca intonaco dal tetto di una scuola: tre feriti$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
L'intonaco del soffitto di una classe della scuola elementare in via Bragaglia, a Palermo, è crollato. Tre alunni della classe IV C sono rimasti feriti perché colpiti da grossi pezzi d'intonaco e sono stati già medicati dal personale del 118. Sul posto sono giunti i carabinieri, il personale del 118, vigili urbani e vigili del fuoco. I vigili del fuoco nel corso dei controlli hanno dichiarato inagibili due aule della scuola in via Bragaglia nella zona di corso Calatafimi.
Omicidio Velardi, sono tre gli indagati$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
“Nessuna ipotesi privilegiata, ma soltanto un atto dovuto per compiere accertamenti irripetibili”. Così fonti della Procura commentano la notizia, dell’iscrizione nel registro degli indagati di tre persone nell’ambito del fascicolo aperto sull’omicidio di Maria Concetta Velardi: gli indagati sono il figlio della vittima, il sottufficiale della marina militare Fabio Matà, e altre due uomini, un giovane e un anziano, che conoscevano la donna.
Spettacoli
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Falsificazioni documentali, messa in scena di spettacoli 'fantasma', false attestazioni, costi dichiarati ma mai effettivamente sostenuti, contributi previdenziali non versati, utilizzazione di fatture false. Sono alcune delle condotte irregolari emerse dopo due anni di indagini della Guardia di finanza di Palermo sfociate nella denuncia di 72 persone per truffa aggravata e falso.
Provenzano, no alla revoca del 41 bis$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri ha respinto la richiesta di revoca del carcere duro al boss Bernardo Provenzano presentata dai suoi familiari attraverso l'avvocato Rosalba Di Gregorio. Il provvedimento di rigetto dell'istanza, motivata dal legale con i gravissimi problemi di salute è stata notificata ai figli e alla moglie del boss.
Palermo, non ha i soldi per curarsi: fatale un ascesso dentale$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Un banale mal di denti, un semplice ascesso, si trasforma in tragedia: una diciottenne palermitana del famigerato quartiere Zen, Gaetana Priola, è morta la scorsa settimana all'ospedale Civico per un'infezione che ha raggiunto i polmoni. La ragazza non si era curata perché non avrebbe avuto i soldi per andare dal dentista.
Sanità, arrestato ex manager Asp$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Con l'accusa di turbativa d'asta, i Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo hanno arrestato Salvatore Cirignotta, l'ex manager dell'Asp di Palermo. Cirignotta era stato iscritto nel registro degli indagati un anno fa nell'ambito dell'inchiesta su un presunto tentativo di turbativa d'asta denunciato dal governatore siciliano Rosario Crocetta su una gara per la fornitura di materiale sanitario bandita dall'azienda sanitaria palermitana.
Catania, finanzieri aggrediti da ambulanti$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Una pattuglia di militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, nel corso di un servizio di antiabusivismo e contrasto alla contraffazione, sabato 8 febbraio, nella zona di Corso Sicilia, è stata aggredita da un ambulante abusivo, nei cui confronti stava operando un sequestro di merce contraffatta.
Barrafranca, uomo assassinato nel suo bar$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Omicidio a Barrafranca, nell'ennese. Un uomo di 41 anni, A.M., titolare di un bar del centro, è stato ucciso a colpi di pistola all'interno dello stesso esercizio. Sull'omicidio, avvenuto intorno alle ore 9 di qeusta mattina, indagano i carabinieri. A quanto si apprende già un anno fa la vittima, che lascia una moglie e due figli, scampò ad un altro agguato dopo essere stato accoltellato mentre chiudeva il bar.
Catania, busta con proiettile per Enzo Bianco$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Una foto del sindaco Enzo Bianco segnata da croci in una busta regolarmente affrancata, senza mittente e spedita in città indirizzata al 'Comune di Catania' è stata intercettata il 28 gennaio nel centro meccanografico delle Poste di Pantano d'Arci, nella zona industriale di Catania. All'interno scritte con alcune minacce e un proiettile. Sull'episodio la Prefettura di Catania ha convocato per oggi pomeriggio un Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. La Procura di Catania ha aperto un'inchiesta.
Advertisement
Advertisement