"Mare Nostrum": in salvo 823 migranti$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Sono più di mille i migranti soccorsi nelle ultime 24 ore dalla Marina militare nel canale di Sicilia. Le operazioni di salvataggio da parte dei mezzi aero-navali interforze del dispositivo Mare Nostrum, a sud di Lampedusa, si sono concluse durante la notte. Complessivamente sono 823 le persone salvate.
Lampedusa, inviata al Cie busta insanguinata$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Una busta anonima, con della carta assorbente imbevuta di una sostanza marrone - forse sangue - è stata recapitata questa mattina al centro d'accoglienza di contrada Imbriacola a Lampedusa. La missiva era indirizzata al direttore Federico Miragliotta della «Lampedusa accoglienza» da alcuni giorni esautorato dall'incarico.
Delitto Falcidia, assolto definitivamente Vincenzo Morici$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
È diventata definitiva l'assoluzione di Vincenzo Morici, dall'accusa di avere ucciso per gelosia, la sera del 4 dicembre 1993, la moglie, la professoressa Antonella Falcidia, nella loro abitazione in via Rosso di San Secondo, a Catania; il processo contro di lui non arriverà, dunque, in Cassazione.
Lampedusa, soccorso barcone con 233 migranti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Mezzi impegnati nell'operazione "Mare Nostrum" hanno tratto in salvo 233 migranti che vengono ora trasferiti nel porto siciliano di Augusta, come si legge in una nota della Marina militare. I migranti, che si trovavano su un'imbarcazione di 10 metri senza salvagenti, sono stati soccorsi ieri sera a circa 80 miglia a sud di Lampedusa da unità della Marina e da elicotteri.
Terremoto, scossa di magnitudo 3 nel messinese$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Scossa di terremoto di magnitudo 3 sulle coste nordorientali della Sicilia, in provincia di Messina. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 10,6 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Falcone, Oliveri e Patti. Non si hanno segnalazioni di danni a persone o cose.
Botti di fine anno, il bilancio dei feriti in Sicilia$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Botti di fine anno, tragedia sfiorata a Palermo. Un ragazzino di 14 anni è stato raggiunto da un proiettile vagante che gli ha perforato il mento e si è fermato sullo sterno. Solo due feriti in maniera lieve alle mani sono le vittime catanesi del capodanno. Sono stati medicati e subito dimessi nei due ospedali cittadini il Garibaldi e il Vittorio Emanuele di Catania.
Messina, spari a mezzanotte: si tratta di regolamento di conti$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Due persone sono state ferite da colpi di pistola nel quartiere di Villa Lina, a Messina, poco dopo la mezzanotte. Uno di loro è stato colpito al capo, l'altro al torace e al gluteo. Secondo le prime indagini della polizia, la pista più accreditata sarebbe quella di un regolamento di conti. Inizialmente si era creduto che i due fossero stati colpiti da proiettili vaganti sparati per festeggiare l'arrivo del nuovo anno.
Capodanno in cassa integrazione per 147 operai$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Ultimo dell'anno amaro per gli operai dello stabilimento AndaldoBreda, a Carini: oggi i lavoratori hanno ricevuto a casa le lettere con le quali viene comunicata la cassa integrazione ordinaria. Il provvedimento, che riguarda 147 dipendenti su 153, scatterà dal 7 gennaio fino al 4 aprile.
Lutto nel giornalismo, morto Puccio Corona$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
E' morto a Roma lo storico giornalista catanese Puccio Corona, fratello di Vittorio. Lo rende noto il collega e amico di sempre Paolo Di Giannantonio. Corona, 71 anni, nel corso della sua lunga carriera in Rai è stato tra l'altro conduttore di Lineablu e Uno Mattina oltre che storico inviato di Tutto il calcio minuto per minuto e poi per Speciale Tg1.
Trema la terra tra Palermo e Trapani $
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Terremoto di magnitudo 3.3 questa mattina alle 7:44 nel distretto sismico del Tirreno meridionale, al largo delle province di Palermo e Trapani. Gli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia lo hanno segnalato a una profondità di 9,5 chilometri. Nessun danno è stato segnalato.
Advertisement
Advertisement