Boldrini a Palermo: "Sui costi della politica di può fare di più"$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Si deve fare di più sui tagli ai costi della politica. Ed è quello che nel mio piccolo sto cercando di fare. A cominciare dal tagliarmi lo stipendio, continuando con l'invito all'ufficio di Presidenza di fare altrettanto. Abbiamo coinvolto il personale della Camera, che ha dato segnali d'apertura". In Sicilia per un convegno sui cervelli in fuga allo Steri a Palermo, la presidente della Camera Laura Boldrini ha parlato anche di spending review e legge di stabilità.
La moglie lo lascia, minaccia di darsi fuoco$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un uomo di 48 anni, Dionigi Giuseppe Marchese, è stato arrestato dalla polizia a Catania dopo che, entrato abusivamente in casa dell'ex compagna, si è cosparso di liquido infiammabile e ha minacciato, dopo aver aperto la valvola di una bombola del gas, di farsi saltare in aria con un accendino perchè non sopportava che lei lo avesse lasciato. Dopo essere stato accompagnato in ospedale per le cure del caso, l'uomo è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.
Trattativa Stato-Mafia, Napolitano chiamato a deporre$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La Corte d'Assise di Palermo ha ammesso la richiesta della Procura di citare a deporre il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. I giudici, però, hanno fissato dei «paletti» entro i quali la deposizione dovrà essere contenuta. Napolitano sarà perciò sentito nel processo per la trattativa, ma solo «limitatamente».

Catania, Comune ottiene fondi per il pagamento ai creditori$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il Comune di Catania dovrebbe rientrare nei finanziamenti agevolati previsti dal decreto 35 destinato a mettere gli Enti Locali in condizione di pagare i creditori. È uno dei risultati della missione romana compiuta ieri dal sindaco Enzo Bianco.
Ars, deputati obbligati a pubblicare redditi familiari$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
I deputati regionali dovranno rendere pubblica anche la situazione patrimoniale e la dichiarazione dei redditi del coniuge non separato, dei figli e dei parenti entro il secondo grado. Lo prevede un decreto del presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, che ha esteso all'ordinamento interno dell'Ars le norme contenute nel decreto legislativo 33 del 14 marzo scorso in merito al "riordino della disciplina riguardante gli obblighi di trasparenza".
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
“È un gesto di umanità cristiana, un’idea nata sfogliando i giornali“. Questa la conferma del sindaco di Fondachelli Fantina, comune in provincia di Messina, Marco Antonio Pettinato, che si dice disponibile ad accogliere e tumulare la salma dell’ex ufficiale nazista Erich Priebke. Il centenario boia delle Fosse Ardeatine sta scatenando anche da morto un vero e proprio caso. A confermare la proposta anche l’avvocato di Priebke.
Catania, truffa con enti di formazione: 10 arresti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Dieci arresti a Catania nell'ambito di un'inchiesta su quattro enti di formazione professionale che secondo l'accusa avevano percepito indebitamente contributi comunitari. Peculato, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, corruzione, falso e frode fiscale sono le accuse contestate agli indagati.
Immigrazione, al via operazione
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Si chiama 'Mare nostrum' l'operazione militare umanitaria che prenderà il via martedì nel sud del Mediterraneo. Lo ha annunciato il vice premier Angelino Alfano al termine del vertice di palazzo Chigi sull'immigrazione. "Abbiamo tre livelli per affrontare i flussi migratori". Intanto non si fermano gli sbarchi in Sicilia. Undici extracomunitari sono stati bloccati dai carabinieri lungo la spiaggia, nella frazione di Cornino, nel trapanese.
Catania, immigrati siriani in fuga dal Palaspedini$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Immigrati in fuga dal Palaspedini, l'impianto sportivo del quartiere Cibali di Catania. Tra loro anche 63 donne e 79 minorenni. Uscendo dalla struttura, scavalcando cancelli e saltando da finestre, hanno chiesto ai passanti indicazioni per potere raggiungere la stazione.
Strage in mare a Lampedusa, tensione alla partenza delle bare$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un gruppo di eritrei, parenti delle vittime del naufragio del 3 ottobre, si sono radunati sul molo del Porto Vecchio di Lampedusa per chiedere di poter esaminare dentro le bare prima che queste vengano trasportate a Porto Empedocle. La tensione che si è creata sulla banchina ha bloccato l’operazione di imbarco sulla nave militare Cassiopea.
Advertisement
Advertisement