Emergenza rifiuti a Bellolampo$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Decine di autocompattatori in fila per depositare nella discarica di Bellolampo i rifiuti raccolti a Palermo e in vari comuni della provincia. La discarica è rimasta chiusa per due giorni e il conferimento si è dunque fermato. Ma non tutti i mezzi sono ammessi. A Bellolampo possono essere portati i rifiuti di Palermo e di Ustica. Per altri 50 comuni, gestiti dalla società EcoAmbiente, la procedura è più lunga e anche più onerosa.
Palermo, Ucciardone intitolato al maresciallo Di Bona$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Con la scopertura della targa da parte della moglie Rosa Cracchiolo e dei figli Giuseppe, Alessandro e Ivan, da oggi il carcere palermitano dell'Ucciardone è intitolato al maresciallo degli agenti di custodia Calogero Di Bona, ucciso dalla mafia il 28 agosto 1979. Sulla targa, posta sulla facciata dell'ingresso dell'edificio, il capo Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, Santi Consolo, ha deposto una corona di alloro.
Catania, in arrivo nave con otto migranti deceduti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Arriverà tra stanotte e domani mattina nel porto di Catania nave Diciotti della Guardia Costiera, con a bordo le 86 persone sopravvissute al naufragio avvenuto ieri ad una quarantina di miglia a nord di Tripoli. Sulla nave anche i cadaveri di otto migranti che non ce l'hanno fatta e che sono stati recuperati dai soccorritori che hanno proseguito per tutta la notte, senza esito, le ricerche di eventuali dispersi.
Palermo, morto dopo una rissa nel parcheggio $
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un uomo di 60 anni, Vito D'Alcamo, è morto a Ficarazzi nel Palermitano nel corso di una rissa per un parcheggio. L'uomo è stato trovato a terra tra via Pirandello e via Quasimodo. Aveva una ferita alla testa. Sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Bagheria che stanno indagando su quanto successo. Da accertare se la vittima sia stata colpita o abbia sbattuto la testa sul marciapiede. Sarà l'esame sul corpo eseguito dal medico legale a chiarire le cause del decesso.
Catania ricorda Pippo Fava 34 anni dopo il suo omicidio$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il 5 gennaio ricorre il 34° anniversario dell’omicidio del giornalista e scrittore Giuseppe Fava, ucciso nel 1984 davanti all’ingresso del teatro Stabile di Catania. Aveva parcheggiato la sua Renault 5 e stava per aprire la portiera quando un killer sparò attraverso il finestrino: cinque proiettili calibro 7,65 lo raggiunsero al collo e alla nuca.
Catania, uccide rivale in amore$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Su delega della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, la Polizia ha fermato Danilo Guzzetta per l'omicidio di Enzo Carmelo Valenti, assassinato il 20 dicembre scorso. A Guzzetta sono state contestate le aggravanti di aver commesso il fatto per futili motivi e la detenzione e porto illegale di arma da fuoco.
Catania, sequestrate due tonnellate di botti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Oltre due tonnellate di fuochi d'artificio detenute irregolarmente sono state sequestrate dalla Guardia di finanza di Catania a due aziende all'ingrosso, una a Misterbianco, l'altra a San Giovanni la Punta, i cui titolari - un cinese ed un italiano - sono stati denunciati per commercio abusivo e omessa denuncia di materie esplodenti. Oltre all'ammenda è previsto l'arresto fino a 18 mesi.
Bianco e la nuova ordinanza che vieta i botti a Capodanno$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Contro i “botti” di fine anno, a firma del sindaco Bianco, è stata emessa un ordinanza di “ divieto di scoppi di petardi e simili dal 30 dicembre al 7 gennaio”. Il provvedimento viene disposto dall’Amministrazione Comunale a tutela dell’incolumità dei cittadini e dal Sindaco nella qualità di Ufficiale di Governo che ha il potere di adottare provvedimenti, anche contingibili e urgenti, che prevengano ed eliminino gravi pericoli a garanzia della salute pubblica e per la sicurezza urbana.
Trapani tra le mete più scelte per il turismo religioso$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Da Bolzano a Lecce, da Cuneo a Trapani soggiornando in abbazie, conventi ed eremi ma anche istituti e case religiose, foresterie e case parrocchiali: si chiude un 2017 da record anche per il turismo religioso in Italia. Trapani tra le mete più visitate in Italia.
Estorsione, confessa il grillino La Gaipa$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Accusato di estorsione e finito ai domiciliari lo scorso 14 novembre, Fabrizio La Gaipa, primo dei non eletti nella lista del M5S alle scorse elezioni regionali in Sicilia, titolare dell'albergo "Costazzaurra" di Agrigento, ha ammesso le proprie responsabilità e attraverso i suoi avvocati ha chiesto di patteggiare, concordando una pena di due anni.
Advertisement
Advertisement