Migranti: avvisano capitaneria italiana, interviene quella libica$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Primi effetti degli accordi di collaborazione sottoscritti di recente tra Italia e Libia in materia di migranti: oggi la guardia costiera libica, alla quale l'Italia ha donato anche alcune unità navali, ha soccorso in acque internazionali e riportato nel porto di Tripoli un barcone in navigazione verso l'Italia, a bordo del quale c'erano circa 300 migranti. Avevano inviato una richiesta di soccorso alla centrale operativa di Roma della guardia costiera italiana.
Fiancheggiavano Messina Denaro, 14 arrestati$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Blitz dei carabinieri del Ros e del comando provinciale di Trapani nei confronti della rete di fiancheggiatori del super boss latitante Matteo Messina Denaro. Quattordici i provvedimenti di fermo, emessi dalla Procura distrettuale antimafia di Palermo e in corso di esecuzione dall'alba, a carico di altrettante persone indagate per associazione mafiosa, estorsione, detenzione illegale di armi e altri reati aggravati dalle finalità mafiose.
Zuccaro:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"C'è una massa di denaro destinata all'accoglienza dei migranti che attira gli interessi delle organizzazioni mafiose e dico questo sulla base di alcune risultanze investigative". Lo ha detto il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, in audizione alla Commissione Antimafia sottolineando comunque come "sia sbagliato ritenere che la mafia operi dovunque, perché così rischiamo di aumentare l'aurea di onnipotenza".
Cefalù, incendio doloso lambisce l'ospedale$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un incendio è divampato a Cefalù, sulle colline attorno all'ospedale, nella stessa zona in cui una settimana fa si era sviluppato un altro rogo. Le cause sarebbero dolose. Gli incendiari avrebbero appiccato un focolaio in un'area scoscesa e inaccessibile alle squadre di soccorso. Per questo è intervenuto un canadair che ha circoscritto il fronte impedendo alle fiamme di espandersi e di raggiungere alcune abitazioni. L'incendio è stato appiccato subito dopo la partenza della quarta tappa del Giro d'Italia.
Palermo, anziana aggredita in casa: fermato muratore 22enne$
Web
di redazione (Twitter: @siciliatoday)
Domenico Federico, 22 anni è stato fermato con l'accusa di avere aggredito e ferito un'anziana di 84 anni nell'abitazione in via Empedocle Restivo a Palermo. La pensionata aveva accusato il giovane di avere rubato un portafoglio con soldi e patente in casa durante alcuni lavori in muratura.
G7, inaugurata prima elipista a Taormina$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
E' stata inaugurata l'elipista di contrada Bongiovanni a Taormina dove atterreranno gli elicotteri delle delegazioni del G7. E' stata realizzata dall'aeronautica militare prima dei 75 giorni previsti. L'altra, quella di contrada Piano Porto, sarà completata, invece, la prossima settimana. Il primo a sbarcare è stato il generale Enzo Vecciarelli capo di stato maggiore dell'aeronautica.
Migranti, arrivata a Catania nave con 80 morti; tra loro lo scafista$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
C'è anche lo scafista del gommone che due giorni fa si è rovesciato dopo avere imbarcato acqua tra le circa ottanta vittime del naufragio avvenuto al largo della Libia. Lo hanno raccontato i sopravvissuti, sentiti su disposizione della Procura di Ragusa, che sono sbarcati ieri a Pozzallo dal cargo danese Alexander Maerks.
Sbarci, in Sicilia in arrivo altri 1900 migranti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sono 3.159 i migranti soccorsi nel mare Mediterraneo in arrivo domani in Sicilia e Calabria, mentre continuano le ricerche per altri venti avvistamenti e otto segnalazione giunte con telefono satellitare. Nella nostra isola sono previsti complessivamente 1.900 arrivi in tre porti. Arriverà ad Augusta, nel Siracusano, domani mattina nave Gregoretti della Guardia costiera, con a bordo 985 persone.
Moas Catania:
web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Il procuratore di Catania ha avrà avuto i suoi buoni motivi per parlare" sull'operato delle Ong nel Mediterraneo, ma "le sue parole hanno creato un effetto domino", con "l'intervento della politica", che ha portato "momenti di instabilità in Italia". Lo ha detto Regina Catrambone, fondatrice di Moas, parlando con i giornalisti a Catania.
Morto Giovanni Tinebra ex procuratore generale di Catania$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Lutto nel mondo della magistratura siciliana. Si è spento all’età di 76 anni a Catania l’ex procuratore generale Giovanni Tinebra. Era da tempo malato. Originario di Caltanissetta. Dal luglio 1992 al 2001 è Procuratore della Repubblica di Caltanissetta. In quegli anni è titolare delle inchieste per la strage di Capaci e per la strage di via d'Amelio "basato totalmente sulle dichiarazioni di Vincenzo Scarantino, pentito ritenuto successivamente inaffidabile".
Advertisement
Advertisement