Operazione antimafia: sette arresti nell'agrigentino$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
I Carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento hanno eseguito sette ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei vertici e degli affiliati della famiglia mafiosa di Menfi. Il blitz, ordinato dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo con il nome in codice 'Operazione Opuntia', è stato eseguito da 100 militari con l'ausilio di unità cinofile e metal detector per la ricerca di armi.
Gdf sequestra beni ed un dipendo ad imprenditori palermitani$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Beni per un importo di oltre milione di euro nonché un dipinto del pittore Francesco Lo Iacono del valore di quasi 95 mila euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza a Vincenzo Corrado Rappa e a Walter Virga, su delega della Procura della Repubblica. L'ordinanza è stata emessa dal gip: a Virga sono stati sequestrati 71 mila euro fra disponibilità su conti correnti e polizze assicurative, nonché due immobili del valore complessivo stimato di circa 370 mila euro.
Due arresti a Messina: incendiarono locale per vendetta$
Web
di Redazione
Avevano incendiato un locale per vendetta nei confronti dei proprietari ma uno dei due piromani era rimasto gravemente ustionato: a distanza di poco più di un mese sono stati identificati e arrestati. I Carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) Fabio Gugliotta su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di Luca Bertè, di 24 anni, e Mirko Lupo, di 19.
Sentenze
Web
di Redazione
Una operazione congiunta tra la Procura di Roma e Messina ha portato la Guarda di Finanza ad effettuare 15 arresti per due associazioni a delinquere dedite alla frode fiscale, reati contro la pubblica amministrazione e corruzione in atti giudiziari. Tra i fermati anche Giancarlo Longo, ex pm della Procura di Siracusa, l'avvocato Piero Amara e gli imprenditore Fabrizio Centofanti e Enzo Bigotti, quest'ultimo già coinvolto nel caso Consip.
Sant'Agata riabbraccia Catania$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Con la celebrazione della messa dell’aurora e la processione “fuori le mura”, o il giro esterno, come è più noto tra i fedeli, sono entrati nel vivo a Catania i festeggiamenti per Sant’Agata. La città riabbraccia la patrona e comincia la lunga maratona: per due giorni migliaia di fedeli si stringeranno intorno al fercolo con le reliquie della Santa, preceduta dai 12 cerei che si sfideranno in ‘annacate’ e gare di resistenza.
Nasce gruppo di giovani indipendentisti siciliani$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Si chiama 'Avanguardia giovanile siciliana', è il nuovo movimento costituito da giovani nell'alveo dei 'Siciliani liberi', gli indipendentisti guidati dal segretario politico Ciro Lomonte, e che quest'anno terranno il primo congresso nell'isola dopo avere partecipato alle elezioni regionali in Sicilia.
Armi e droga, arrestai padre e figlio$
Web
di Redazione (twitter: @sicliatoday)
La polizia ha arrestato Filippo e Francesco Marra di 58 e 30 anni, padre e figlio, accusati di coltivazione di droga e detenzione di armi. Gli agenti hanno trovato e sequestrato una piantagione indoor nella loro abitazione in corso dei Mille. In un capannone nei pressi della casa gli agenti hanno scoperto una busta con mezzo chilo di hashish e una pistola beretta, modello "7,65", con matricola abrasa, modificata, con tanto di silenziatore artigianale e 4 cartucce.
Sant'Agata in sicurezza: tutte le ordinanze$
Web
di Redazione
Divieti di accensione dei ceri, di vendita e somministrazione delle bevande in vetro, di detenere bombole di gas lungo il percorso del fercolo: sono i punti salienti fissati dalle ordinanze del sindaco di Catania, Enzo Bianco, per evitare situazioni pericolose, a tutela della salute e dell’incolumità delle migliaia di persone che, come ogni anno, seguiranno la festa di Sant’Agata, Patrona della città.
Catania, con se aveva 1,4 kg di cocaina: arrestato figlio di boss$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Un 33enne, incensurato, figlio di un boss del rione San Cristoforo di Catania, è stato arrestato da carabinieri della compagnia Piazza Dante per spaccio di sostanze stupefacenti. Durante una perquisizione nell'abitazione della nonna, con cui vive, militari del nucleo operativo hanno sequestrato 1,4 chilogrammi di cocaina, il cui valore di 'mercato' è stato stimato dagli investigatori in oltre 150mila euro.
Prete rifiuta offerta in centesimi: duro rimbrotto del vescovo di Noto$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Ha rifiutato le offerte in centesimi fatte dai fedeli durante una messa funebre, il parroco della Chiesa del Cuore Immacolato di Modica, don Mario Martorina. Il 'caso' è finito sul tavolo del vescovo di Noto, Antonio Staglianò, che ha chiesto spiegazioni al prete ed ha stigmatizzato il suo gesto. Il vescovo Staglianò si è poi dichiarato dispiaciuto per l'episodio che ha definito "disdicevole" perché non sarebbe "ecclesialmente possibile".
Advertisement
Advertisement