M5S Catania, la Adorno si presenta$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Si è presentata al ‘suo’ pubblico, Lidia Adorno, l’unica donna candidata sindaco a Catania. E lo ha fatto dal palco del centro culturale Zo di viale Africa. Immancabile il giudizio vessatorio nei confronti dei suoi avversari: e ce n'è per tutti, a partire dal "candidato dei nobili" Maurizio Caserta, che secondo Grillo, "prenderà al massimo l'1%"; Enzo Bianco, "che ha scelto di fare il ministro abbandonando Catania" e Stancanelli, "sindaco triste di una città condannata ad essere senza futuro".
Etna, patrimonio dell'Unesco$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
L'Etna sarà proclamato a giugno patrimonio dell'Unesco a Phnom Penh, in Cambogia, in occasione della 37/ma sessione del Comitato del patrimonio mondiale. Lo ha reso noto il Ministero dell'Ambiente.
Catania, raptus omicida: madre accoltella la figlia$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Una donna ha colpito al volto con un coltello la figlia di tre anni e mezzo e poi ha pugnalato se stessa, ferendosi in modo non grave. E' accaduto stamattina a Catania. La donna, un'insegnante di 36 anni, e la piccola sono state trovate sanguinanti nella loro abitazione di via Quieta dalla polizia, intervenuta dopo una segnalazione. Nessuna delle due è in pericolo di vita.
Tribunale Catania, nessuna speculazione edilizia su ex Mulino Santa Lucia$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Tutti assolti gli imputati nell'inchiesta sulla destinazione dell'uso dell'ex mulino Santa Lucia«perchè il fatto non sussiste»: questa la sentenza la terza sezione penale del tribunale di Catania.
Incidente mortale a Catania: morto noto imprenditore$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
È di due morti e un ferito il tragico bilancio di un incidente stradale che si è verificato nel pomeriggio di ieri nel quartiere periferico di San Giuseppe La Rena, nella zona sud di Catania, a ridosso dell’aeroporto Fontanarossa. Le vittime sono Giorgio Russo, 72 anni, proprietario della concessionaria Mercedes Unistar di Catania e della funivia dell’Etna “Star” e Rosario Renna, 52 anni, amico dell'imprenditore.
Boldrini a Palermo:
Flickr
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
Ha deciso di trascorrere il primo Maggio in Sicilia, il presidente della Camera Laura Boldrini, scegliendo non a caso Portella della Ginestra, nel giorno dalla manifestazione in ricordo delle vittime di quella che è ricordata come "la strage di Portella", il primo maggio 1947. Parla di mafia e lavoro ricordando che: "Bisogna restituire dignità al lavoro".
Cellula islamica sgominata nel catanese$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Abitavano in Sicilia, a Scordia, due dei sei presunti componenti di una cellula terrorstica islamista con base in Puglia, scoperta dai carabinieri del Ros che hanno eseguito 6 arresti. La cellula si incontrava nella moschea di Andria dove, scaricava video di addestramento per la guerra santa nelle zone di crisi. In alcuni casi, ci sarebbero stati anche esercitazioni sull'Etna, per simulare territori impervi dove realizzare eventuali attacchi.
Restano gravi le condizioni del carabiniere palermitano Giangrande$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Restano critiche le condizioni di Giuseppe Giangrande, il carabiniere palermitano ferito ieri mattina davanti a Palazzo Chigi. Il militare resta in prognosi riservata, "sedato, intubato e ventilato meccanicamente e nelle prossime ore - si legge nell'ultimo bollettino medico - verrà fatta una valutazione clinica".
Sparatoria a Montecitorio: palermitano il più grave dei carabinieri feriti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sono membri del Battaglione Toscana, che ha sede sul Lungarno Pecori Giraldi, i due carabinieri feriti dall'attentatore davanti a Palazzo Chigi. Si tratta del brigadiere Giuseppe Giangrande, di 50 anni, e del carabiniere scelto Francesco Negri, di 30. Giangrande, nato a Monreale (Palermo), è il più grave: ha riportato la lesione della colonna vertebrale cervicale.
Palermo: scontri tra Polizia ed operai ex Pip$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Tensione e scontri nella notte tra venerdì 26 e sabato 27 aprile a Palermo tra un gruppo di operai ex Pip e i carabinieri, uno dei quali ha anche sparato alcuni colpi di pistola in aria per sedare gli animi. Alla base delle tensioni un sms inviato in piena notte probabilmente da un deputato che li informava sui lavori della commissione Bilancio dell'Ars a scatenare le ire dei precari in attesa di notizie sul loro destino.
Advertisement
Advertisement