Forconi:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Niente blocchi, ma solo sciopero. E' la nuova linea adottata dai Forconi che in Sicilia non attueranno presidi stabili, ma terranno incontri pubblici e volantinaggi nelle piazze e per le strade. Lo annuncia uno dei leader del movimento, Mariano Ferro, spiegando che la prima manifestazione si terrà stasera a Siracusa.
Protesta Tir:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
I Forconi non mollano, ma frenano. Almeno "per il momento". Complice il divieto assoluto di assembramenti nei punti nevralgici della rete stradale, gli irriducibili della protesta in Sicilia, per ora accantonano i blocchi. A dirlo il leader Mariano Ferro in vista delle iniziative previste dalle ore 22 di domani alle 24 del 13 dicembre: "Più che di blocchi, parlerei di presidi di solidarietà. Faremo volantinaggi, poi non so cosa accadrà.
Rapimento Rizzo, la Farnesina: "sono in corso contatti con i rapitori"$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
La Farnesina ha attivato tutti i canali disponibili per arrivare alla liberazione di Marcello Rizzo, il geometra siciliano rapito nel sud del Niger. ''Sono in corso dei contatti. Speriamo di arrivare ad una soluzione positiva della vicenda'', ha detto una fonte della Farnesina.
Tecnico siciliano rapito in Nigeria, la Farnesina: "Massimo riserbo"$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Marcello Rizzo, un tecnico di origine catanese di cinquantacinque anni è stato rapito mercoledì sera nel sud della Nigeria. L'uomo si trovava in Africa come "project manager" per la Gitto Costruzioni, una società edile siciliana. La Farnesina chiede massimo riserbo per la faccenda.
Tornano i Forconi, dal 9 al 13 dicembre blocco autotrasportatori$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Si avvicina il fatidico giorno dello sciopero indetto dal movimento dei Forconi prevista per il giorno 9 dicembre, lunedì prossimo. Ma cosa dobbiamo aspettarci esattamente? In primo luogo assisteremo a un blocco merci e allo sciopero degli autotrasportatori. Pare che lo sciopero abbia inizio dalle 22,00 dell’8 dicembre e che bloccherà le autostrade principali italiane. E’ previsto, pertanto. il blocco nazionale degli autotrasporti.
Mafia, sequestrati a famiglia palermitana beni per 50 mln$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Un patrimonio del valore di circa 50 milioni di euro è stato sequestrato dalla Guardia di finanza a una famiglia di noti commercianti di Palermo su richiesta della Dda del capoluogo siciliano. Il gruppo risulterebbe, in rapporti di contiguità con i fratelli Giuseppe e Filippo Guttadauro, quest'ultimo cognato di Matteo Messina Denaro.
Catania, esplodono colonnine Sostare: si teme racket dei parcheggi$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Colonnine dei parcometri di Sostare a Catania nel mirino di ignoti ladri “bombaroli” o forse di parcheggiatori abusivi che non hanno mai digerito l’introduzione delle strisce blu a pagamento. I primi due episodi nella notte tra sabato e domenica scorsi. "In pezzi strutture antiscasso", questo il commento del direttore di Sostare.
Mafia, Riina e le nuove minacce a Di Matteo$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Totò Riina torna a minacciare, dal carcere, il pm palermitano Nino Di Matteo. E' quanto emerge da alcune intercettazioni che rivelano la volontà di eliminare il magistrato. "Questo Di Matteo non ce lo possiamo dimenticare. Corleone non dimentica".
Processo Stato-Mafia, pentito Messina: "Avrei ucciso Bossi, ce l'aveva con i meridionali"$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Nel corso di una delle udienze del processo Stato-Mafia, in corso a Palermo, il pentito di mafia Leonardo Messina, in risposta a una delle domande del Pm Nino Di Matteo, ha dichiarato la sua ostilità verso Umberto Bossi. “Un giorno c’era Umberto Bossi a Catania e io dissi a Borino Micciché (capomafia di Cosa Nostra) questo ce l’ha con i meridionali, vado e l’ammazzo. Mi disse di fermarmi: questo è solo un pupo."
Catania si stringe attorno a Francesco Scuderi$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Si sono svolti in una Cattedrale gremita i funerali del presidente della Nuoto Catania. Una folla composta e attonita gli ha tributato l’ultimo saluto: tra i banchi centinaia di giovani con indosso le divise delle società catanesi di pallanuoto, decine di esponenti del mondo della politica tra cui il sindaco Enzo Bianco, conoscenti, amici, dirigenti sportivi. Sulla bara erano stati sistemati un pallone da pallanuoto, un paio di sciarpe rossoazzurre e la calotta da gioco di Scuderi.
Advertisement
Advertisement