Catania, bimbo rapito per riscatto: 2 arresti$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Pur di rientrare in possesso di 2.000 euro che aveva prestato nel dicembre dello scorso anno ad un connazionale - e di 1.000 euro di interessi - con l'aiuto di due complici un 32enne romeno non avrebbe esitato ieri sera a Catania a rapire il figlio di 5 anni del creditore trascinandolo sulla sua Moto Ape gridando: "Se vuoi rivedere tuo figlio restituiscimi i tremila euro".
Vittoria, appende rumeno e lo bastona: arrestato$
Web
di Redazione
La Polizia di Ragusa ha fermato il titolare di un’azienda agricola, Rosario Dezio, 41 anni, per lesioni gravi e sequestro di persona a un operaio romeno. Dezio è consigliere comunale del gruppo ‘Nuove idee i democratici”: è subentrato lo scorso mese di settembre al dimissionario Fabio Nicosia. Era stato consigliere comunale sempre per il Pd anche nella scorsa legislatura.
Palermo, violentò turista inglese di 20 anni: arrestato pregiudicato$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Gli agenti della squadra mobile a Palermo hanno arrestato Martino Biuso, 46 anni, pregiudicato, ex Pip, indagato per il reato di violenza sessuale, rapina e sequestro di persona. Secondo l'accusa avrebbe violentato una giovane inglese di 20 anni nel maggio del 2017. La vittima salì a bordo di un'automobile pensando che si trattasse di un taxi e invece Biuso l'avrebbe portata, secondo gli inquirenti, in un luogo isolato violentandola e rapinandola.
Operazione antidroga a Siracusa: 18 arresti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un'operazione antidroga dei carabinieri del comando provinciale di Siracusa, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania, è in corso a Siracusa. I militari stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare del gip del Tribunale di Catania a carico di 18 persone che rispondono di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Bimba morta di influenza al Garibaldi di Catania$
Web
di Redazione
E’ stata uccisa dall’influenza una bambina di due anni di Trecastagni morta l’1 febbraio scorso nel reparto di Rianimazione pediatrica del Garibaldi Nesima di Catania. “Ufficialmente alcuni giorni fa abbiamo avuto i referti sulla bimba – afferma Giuseppe Ferlazzo, primario della Rianimazione pediatrica – e questi hanno confermato che non è morta per una meningite batterica. I risultati sono inequivocabili".
Gentiloni a Catania:
Web
di Redazione
l Mezzogiorno ha l’occasione "forse storica" di essere «avanguardia di una nuova stagione di crescita». Paolo Gentiloni lo dice nel palazzo degli Elefanti, sede del Comune di Catania, dopo aver visitato la periferia del capoluogo siciliano, dove tra i palazzoni del quartiere Librino assurti in un passato anche recente agli onori della cronaca per degrado e spaccio, stanno nascendo tredici orti urbani, progetto "sociale e ambientale» anti degrado «dal grande valore simbolico».
Spari contro un centro che ospita migranti$
Web
di Redazione
Alcuni colpi di arma da fuoco sono stati sparati contro i locali della casa canonica di via San Giuseppe a Pietraperzia (Enna) che ospitano da 4 giorni una ventina di migranti. Non ci sono feriti ma i proiettili hanno mandato in frantumi una finestra. C'è stata tanta paura tra i migranti e gli operatori. La gestione del centro è svolta dall'associazione "Don Bosco 2000" di Piazza Armerina.
Catania, donna morta in ospedale. Razza:
Web
di Redazione
“Faremo chiarezza sulla morte della giovane donna avvenuta all’Ospedale Cannizzaro di Catania”. L’assessore alla Salute Ruggero Razza interviene sul decesso di Emanuela Pulvirenti, trentunenne di Giarre, avvenuto due giorni fa nel reparto rianimazione del nosocomio catanese.
Grammichele, arrestati rapinatori traditi dal DNA$
Web
di Redazione
Secondo i carabinieri sono loro gli autoriìdell’efferata rapina avvenuta nel febbraio del 2015 ai danni di una anziana coppia di Grammichele. Quel giorno i banditi si introdussero nel cortile della villa dei coniugi e, dopo averli attesi al rientro, sotto la minaccia di una pistola, li picchiarono, costringendoli ad entrare nell’immobile ed a consegnare loro del denaro ed altri gioielli, non risparmiando nemmeno la fede nunziale della donna.
Palermo, piazza microcamera nella toilette per spiare le donne$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Aveva piazzato una microcamera sotto al lavandino per riprendere le donne che usufruivano della toilette del negozio H&M, in via Ruggero Settimo a Palermo. A scoprirlo sono stati i vigilantes dell'esercizio commerciale che hanno avvertito la polizia, dopo avere notato che l'uomo si recava regolarmente, da alcuni giorni alle 16 e alle 19 nel bagno, uscendo poi dal negozio senza fare acquisti.
Advertisement
Advertisement