Gela, uomo spara sui passanti: ucciso dalla polizia$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un uomo per 5 ore, dalle 22 alle 3 della notte, ha tenuto in scacco a Gela il quartiere Scavone sparando dal balcone contro i passanti e contro i poliziotti, con i quali ha ingaggiato un conflitto a fuoco nel quale ha perduto la vita. Si tratta di un disoccupato di 42 anni. Ferito un poliziotto, è grave.
Provenzano in fin di vita. No alla revoca del 41 bis$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
E' in coma in condizioni gravissime il capomafia Bernardo Provenzano, ricoverato d'urgenza all'ospedale di Parma lo scorso 17 dicembre. I medici lo hanno operato per la riduzione di un esteso ematoma cerebrale e tenuto in coma farmacologico, ma nonostante i tentativi di svegliarlo il padrino di Corleone non ha mai ripreso conoscenza. Avvocato chiede la revoca del 41 bis: permesso negato.
Palermo, crolla palazzina: 4 morti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Questo il drammatico bilancio del crollo di due palazzine avvenuto poco prima della mezzanotte di ieri nella zona dei Cantieri navali a Palermo. Recuperati i cadaveri di due anziani coniugi, di una donna e del nipote 54enne. Tra i sette feriti tre bambini. Si indaga per disastro colposo
Ingegnere catanese rapito in Siria$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un ingegnere italiano, Mario Belluomo, originario di Catania è stato rapito in Siria. L'uomo, secondo quanto si è appreso, lavora per l'acciaieria Hmisho di Latakia e risiede in un hotel di Tartous. La Farnesina ha riferito che Belluomo è stato rapito insieme a due colleghi di altre nazionalità. Il sequestro risalirebbe a qualche giorno fa, ma la notizia non è stata diffusa per motivi di sicurezza.
Concorso scuola, in Sicilia ammessi 4561 candidati all'ultima prima$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
A distanza di 13 anni torna il concorso per la scuola: 11.542 posti e cattedre a disposizione. Oggi e domani le prove preselettive, suddivise in quattro sessioni al giorno. Al termine della terza sessione, i partecipanti ammontavano a 103.470: hanno superato il test in 34.851. In Sicilia sono stati ammessi 4651 candidati, circa il 27% degli aspiranti.
Palermo, indagato per fuga di notizie procuratore capo Messineo$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il Procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Caltanissetta per violazione del segreto istruttorio e notizie riservate nell'ambito dell'inchiesta per usura bancaria che coinvolge Banca nuova. Lo confermano ambienti giudiziari.
Canale di Sicilia, tratti in salvo 450 migranti$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Circa 450 migranti, su due diverse imbarcazioni, sono stati soccorsi e salvati nel Canale di Sicilia. Nella notte, alle 3,25, i militari della Guardia Costiera hanno condotto in salvo a Lampedusa il barcone carico di migranti sul quale erano saliti diverse ore prima e di cui avevano preso il comando a circa 40 miglia a sud dall'isola. A bordo 218 persone, di cui 7 donne.
Venturino e Pogliese nuovi vicepresidenti Ars$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
A sorpresa il grillino Antonio Venturino è stato eletto vicepresidente vicario dell'Assemblea regionale siciliana. Eletto anche Salvo Pogliese, vicepresidente dell'Ars con 29 voti. "No ad auto blu e a ufficio di rappresentanza", queste le prime rinunce del neo eletto vicepresidente grillino.
Processo Lombardo: ecco terzo pentito$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Cominciata nel palazzo di Giustizia di Catania la terza udienza del processo per concorso esterno in associazione mafiosa all'ex presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo. Il gup Marina Rizza ha sospeso l'udienza perchè la procura ha depositato il verbale della deposizione di un nuovo pentito. Si tratta di Paolo Mirabile, fratello di Giuseppe, che da poco ha deciso di collaborare con la giustizia.
Trattativa Stato-Mafia, giudici palermitano lasciano Anm$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il Presidente della Giunta palermitana dell'Associazione Nazionale Magistrati, il pm Nino Di Matteo e il segretario dell'organismo, il Procuratore aggiunto Vittorio Teresi, si sono dimessi oggi dagli incarichi. A spingere Di Matteo e Teresi a lasciare il sindacato dei magistrati la presa di posizione dell'Anm nazionale che ha 'rimbrottato' i magistrati palermitani per non avere distrutto le intercettazioni tra il Capo dello Stato e l'ex ministro Nicola Mancino.
Advertisement
Advertisement