Salvati 484 migranti dalla guardi costiera$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sono 484 i migranti tratti in salvo, e sette i cadaveri recuperati, nella giornata di ieri nel Mediterraneo centrale durante quattro operazioni di soccorso coordinate dalla centrale operativa della Guardia costiera a Roma, del Ministero delle infrastrutture e trasporti. I sette morti erano tutti di sesso maschile.
Taverna a Palermo:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Qualunque cosa diciamo ormai è populismo. Se parli di lavoro sei populista, se parli di sanità sei populista, ma allora di che cosa dobbiamo parlare? Di quanto sono stati bravi? Loro di cosa parlano? Parlano di banche, di alta finanza, parlano dell'Europa. E noi? Noi viviamo sempre qui, in quartieri dove l'Europa non arriva, anzi quello che è arrivato dell'Europa ha fatto male". Cosi la senatrice Taverna a Palermo per le comunali.
Palermo, è corsa a sette per fare il sindaco$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
L'architetto indipendente Ciro Lomonte, sostenuto dal movimento 'Siciliani liberi', è in questo momento l'unico candidato ufficiale a sindaco di Palermo. La lista è stata depositata ieri, primo giorno utile per la presentazione delle candidature. Ma ad aspirare alla poltrona più alta del comune di Palermo ci sono altri sei pretendenti, in campagna elettorale da alcuni mesi e pronti a depositare le liste entro mercoledì prossimo, termine ultime consentito dalla legge.
Catania, espulso tunisino in contatto con Amri$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un cittadino tunisino di 36 anni, irregolare, abitante nella provincia di Catania, è stato espulso dall'Italia per motivi di pericolosità sociale. Lo rende noto il Viminale precisando che l'uomo "è emerso all'attenzione delle indagini investigative, svolte dalle DIGOS di Roma e di Catania, per i contatti avuti in Italia con il noto attentatore di Berlino Anis Amri". Con questo rimpatrio, il 42/o del 2017, salgono a 174 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi con accompagnamento nel paese di provenienza dal gennaio 2015 ad oggi.
Mafia, confiscati beni ad imprenditore$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
I carabinieri hanno eseguito un decreto di confisca da parte del tribunale trapanese all'imprenditore del settore eolico Salvatore Angelo considerato vicino al mafioso latitante Matteo Messina Denaro. I beni del valore stimato di 7 milioni di euro sono 4 aziende attive nel settore edile e nella viticoltura 67 immobili e 4 autoveicoli. Angelo era stato arrestato nel 2012 con altri presunti mafiosi di Salemi e Castelvetrano ed era stato poi condannato a 8 anni per mafia.
Uccisa con 40 coltellate, confermata condanna a 30 anni per ex fidanzato$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La Corte d'assise d'appello di Catania, accogliendo la richiesta del Pg Carlo Caponcello, ha confermato la condanna a 30 anni di carcere al 31enne senegalese Gora Mbengue che il 26 ottobre 2014 uccise con oltre 40 coltellate, sferrate con violenza su molte parti del corpo, l'ex fidanzata Veronica Valenti, di 30 anni.
Migranti: avvisano capitaneria italiana, interviene quella libica$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Primi effetti degli accordi di collaborazione sottoscritti di recente tra Italia e Libia in materia di migranti: oggi la guardia costiera libica, alla quale l'Italia ha donato anche alcune unità navali, ha soccorso in acque internazionali e riportato nel porto di Tripoli un barcone in navigazione verso l'Italia, a bordo del quale c'erano circa 300 migranti. Avevano inviato una richiesta di soccorso alla centrale operativa di Roma della guardia costiera italiana.
Fiancheggiavano Messina Denaro, 14 arrestati$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Blitz dei carabinieri del Ros e del comando provinciale di Trapani nei confronti della rete di fiancheggiatori del super boss latitante Matteo Messina Denaro. Quattordici i provvedimenti di fermo, emessi dalla Procura distrettuale antimafia di Palermo e in corso di esecuzione dall'alba, a carico di altrettante persone indagate per associazione mafiosa, estorsione, detenzione illegale di armi e altri reati aggravati dalle finalità mafiose.
Zuccaro:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"C'è una massa di denaro destinata all'accoglienza dei migranti che attira gli interessi delle organizzazioni mafiose e dico questo sulla base di alcune risultanze investigative". Lo ha detto il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, in audizione alla Commissione Antimafia sottolineando comunque come "sia sbagliato ritenere che la mafia operi dovunque, perché così rischiamo di aumentare l'aurea di onnipotenza".
Cefalù, incendio doloso lambisce l'ospedale$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un incendio è divampato a Cefalù, sulle colline attorno all'ospedale, nella stessa zona in cui una settimana fa si era sviluppato un altro rogo. Le cause sarebbero dolose. Gli incendiari avrebbero appiccato un focolaio in un'area scoscesa e inaccessibile alle squadre di soccorso. Per questo è intervenuto un canadair che ha circoscritto il fronte impedendo alle fiamme di espandersi e di raggiungere alcune abitazioni. L'incendio è stato appiccato subito dopo la partenza della quarta tappa del Giro d'Italia.
Advertisement
Advertisement