Contrada libero dopo dieci anni:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Bruno Contrada è tornato in libertà per fine pena. L'ordinanza di scarcerazione gli è stata notificata presso la sua abitazione di Palermo, dove l'ex 007 del Sisde, 81 anni, stava scontando ai domiciliari una condanna a dieci anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. "Mi sento tradito, usato, abusato da uomini dello Stato", queste le prime parole di Contrada.
Mazara, liberi gli equipaggi del pescherecci sequestrati dai libici$
Flickr.com
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sono stati rilasciati questo pomeriggio, dopo il pagamento di una cauzione, i 12 uomini degli equipaggi dei pescherezzi di Mazara del Vallo (Trapani), arrestati a Bengasi domenica, subito dopo il sequestro delle due imbarcazioni da parte delle autorità libiche. Per il rilascio pagati circa 8700 euro.
Catania, Provincia condannata per truffa risalente al 1972$
Nino Russo per SiciliaToday
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La Provincia è stata condannata a pagare una somma pari a 25 volte la somma di cui in modo 'truffaldino' si appropriarono, quasi 40 anni fa, a titolo personale due dipendenti dell'Ente già definitivamente condannati in sede penale. La disposizione è stata emessa dal giudice del Tribunale di Catania. Castiglione: "Atto ingiusto contro il Patto di Stabilità"
Mazara, sequestrati dai libici due pescherecci$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sequestrati dalle autorità libiche in acque internazionali due pescherecci di Mazara del Vallo con una dozzina di persone a bordo. Sarebbe stato fatto uso di armi contro le imbarcazioni italiane, con evidenti segni dei colpi ricevuti sulle fiancate. Lo ha reso noto il sindaco del comune siciliano Nicola Cristaldi.
Lampedusa: barcone alla deriva, soccorsi 166 migranti$
Flickr
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
Un barcone con a bordo 166 immigrati è stato soccorso la notte scorsa a Sud di Lampedusa. Il natante, in avaria, è stato intercettato dalle motovedette della Guardia costiera a 56 miglia dalla maggiore delle Pelagie dopo che una telefonata, aveva avvertito le autorità della presenza del barcone. Tra i soccorsi anche donne e bambini.
WindJet pronta a ripartire, ma l'Enac smentisce$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Ad oggi non è stata presentata all'Enac "nessuna istanza né per la ripresa delle operazioni" di Wind Jet "né per il rilascio di una nuova licenza e di un nuovo certificato di operatore aereo". Parola del'Enac. Intanto il Codacons è sul piede di guerra.
Ponte sullo stretto, Clini smentisce riapertura fronte$
Flickr
di Carlo Galati (Twitter:@carlogalati)
Non esiste l'intenzione di riaprire le procedure per il ponte sullo stretto di Messina. «Anzi - ha detto Jacopo Giliberto, portavoce del ministro dell'Ambiente Corrado Clini - al contrario, il governo vuole chiudere il prima possibile le procedure aperte anni fa dai precedenti governi, e per farlo deve seguire l'iter di legge». Verdi: «opera inutile speriamo venga archiviata definitivamente».
Terremoto al largo delle Eolie. Magnitudo 4.2, nessun danno$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Una scossa di terremoto di magnitudo 4.2 è stata registrata alle 2:39 al largo delle isole Eolie, in Sicilia. Il Servizio geologico degli Stati Uniti (Usgs) ha misurato la magnitudo della scossa in 4.5 gradi della scala Richter ed individuato il suo epicentro 14 km ad ovest di Lipari e 43 km a nord di Capo d'Orlando. Non si hanno al momento segnalazioni di danni a persone o cose.
Catania, contratto in scadenza: protestano su impalcatura del Duomo$
Flickr
di Redazione (Twitter:@siciliatoday)
Trenta operai della Multiservizi, società partecipata dal Comune di Catania, che domani perderanno il lavoro a causa del mancato rinnovo del contratto si sono arrampicati per protesta sui ponteggi che cingono un edificio storico di piazza Duomo. Incontro con Stancanelli, ma nessuna risposta.
Vasto incendio intorno a Cefalù, oltre i 1500 gli ettari bruciati$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Notte di paura a Cefalù. Un vastissimo rogo, infatti, ha interessato la contrada Carbonara, nel territorio del paese madonita in provincia di Palermo: 1500 ettari di boschi distrutti, case danneggiate, oltre un centinaio di persone evacuate. "Danni incalcolabili e ora si prospettano seri pericoli di dissesto” dice il sindaco Rosario Lapunzina" queste le parole del sindaco Lapunzina.
Advertisement
Advertisement