Cinisi: tentano di rapinare 82enne, lui spara e li mette in fuga$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
A 82 anni mette in fuga cinque rapinatori con il fucile e ne ferisce uno. E' accaduto a Cinisi, nel palermitano, dove il pluriottantenne Antonio Biundo non si è lasciato intimidire dai suoi rapinatori che gli volevano portare via soldi. "Ho detto ai rapinatori di andarsene ma loro non mi hanno ascoltato e io ho preso il fucile e ho sparato" ha dichiarato il protagonista della vicenda.
Sub disperso a Pozzallo. Continuano le ricerche$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Proseguono le ricerche in mare di B.B. che ieri si è recato da solo, a bordo del proprio gommone, nello specchio di mare antistante Punta Secca, per effettuare una battuta di pesca. Ieri pomeriggio, considerato che non aveva fatto rientro al Circolo Nautico di Punta Secca, sono state attivate le prime ricerche, dalle quali è emerso che il natante era ancora ancorato al largo e che a bordo non vi era nessuno.
Cefalù, corpo decapitato ritrovato in mare$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il cadavere decapitato di un uomo è stato ritrovato al largo di Cefalù, nel Palermitano. Ad avvistare il corpo è stato un pescatore. Potrebbe trattarsi di un clandestino, caduto in mare dalla motonave della compagnia Grimaldi che il 9 dicembre ha perso 12 tir a causa di un'onda anomala che ha investito il traghetto.
Biancavilla, freddato per strada da due sicari$
web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un uomo di 39 anni, Roberto Ciadamidaro, è stato assassinato con diversi colpi di pistola in un agguato a Biancavilla. Ciadamidaro, indicato da investigatori come affiliato della cosca Laudani, nel 2000 era stato arrestato da militari dell'Arma nell'ambito dell'operazione antimafia 'Vesuvio'.
Gela, uomo spara sui passanti: ucciso dalla polizia$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un uomo per 5 ore, dalle 22 alle 3 della notte, ha tenuto in scacco a Gela il quartiere Scavone sparando dal balcone contro i passanti e contro i poliziotti, con i quali ha ingaggiato un conflitto a fuoco nel quale ha perduto la vita. Si tratta di un disoccupato di 42 anni. Ferito un poliziotto, è grave.
Provenzano in fin di vita. No alla revoca del 41 bis$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
E' in coma in condizioni gravissime il capomafia Bernardo Provenzano, ricoverato d'urgenza all'ospedale di Parma lo scorso 17 dicembre. I medici lo hanno operato per la riduzione di un esteso ematoma cerebrale e tenuto in coma farmacologico, ma nonostante i tentativi di svegliarlo il padrino di Corleone non ha mai ripreso conoscenza. Avvocato chiede la revoca del 41 bis: permesso negato.
Palermo, crolla palazzina: 4 morti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Questo il drammatico bilancio del crollo di due palazzine avvenuto poco prima della mezzanotte di ieri nella zona dei Cantieri navali a Palermo. Recuperati i cadaveri di due anziani coniugi, di una donna e del nipote 54enne. Tra i sette feriti tre bambini. Si indaga per disastro colposo
Ingegnere catanese rapito in Siria$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un ingegnere italiano, Mario Belluomo, originario di Catania è stato rapito in Siria. L'uomo, secondo quanto si è appreso, lavora per l'acciaieria Hmisho di Latakia e risiede in un hotel di Tartous. La Farnesina ha riferito che Belluomo è stato rapito insieme a due colleghi di altre nazionalità. Il sequestro risalirebbe a qualche giorno fa, ma la notizia non è stata diffusa per motivi di sicurezza.
Concorso scuola, in Sicilia ammessi 4561 candidati all'ultima prima$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
A distanza di 13 anni torna il concorso per la scuola: 11.542 posti e cattedre a disposizione. Oggi e domani le prove preselettive, suddivise in quattro sessioni al giorno. Al termine della terza sessione, i partecipanti ammontavano a 103.470: hanno superato il test in 34.851. In Sicilia sono stati ammessi 4651 candidati, circa il 27% degli aspiranti.
Palermo, indagato per fuga di notizie procuratore capo Messineo$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il Procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Caltanissetta per violazione del segreto istruttorio e notizie riservate nell'ambito dell'inchiesta per usura bancaria che coinvolge Banca nuova. Lo confermano ambienti giudiziari.
Advertisement
Advertisement