Catania, a Librino 36 arresti per spaccio di droga$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Anche un bimbo di 6 anni veniva utilizzato per lo spaccio di droga a Catania dall'organizzazione sgominata stamane dai carabinieri che hanno arrestato 36 persone per smercio di cocaina e marijuana nel rione di Librino. E' uno dei particolari resi noti durante la conferenza stampa dell'operazione, denominata "chilometri zero", alla quale ha preso parte, tra gli altri, il procuratore della Repubblica Carmelo Zuccaro.
Incidente con lo scooter tra Noto e Rosolini, muore 19enne$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Un ragazzo di 19 anni, Damiano Genovesi, è morto in un incidente sulla strada statale 115, nel tratto che collega Noto a Rosolini nel siracusano. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, il giovane si trovava in sella a uno scooter insieme a un amico quando per cause ancora da accertare il mezzo è andato a sbattere contro alcuni new jersey posizionati ai lati della carreggiata.
Condannati due afghani a 24 anni per omicidio Cutuli$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
La corte di Assise di Roma ha condannato a 24 anni di carcere i due afghani accusati dell'omicidio dell'inviata del Corriere della Sera Maria Grazia Cutuli, uccisa il 19 novembre 2001 in Afghanistan all'età di 39 anni. Mamur e Zar Jan hanno ascoltato il verdetto in video conferenza. Per l'agguato stanno scontando in patria rispettivamente 16 e 18 anni; un terzo killer è stato giustiziato.
Catania, spaccia in bicicletta: arrestato$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Con aria scanzonata a Riposto (Catania) un 23enne spacciava droga in sella ad una bicicletta ma è stato arrestato dai carabinieri. I militari lo hanno fermato ieri sera in Via Carbonaro per un controllo ed, insospettiti dal suo nervosismo, lo hanno perquisito e trovato con 50 grammi di marijuana, parte suddivisi in dosi, e 20 euro.
Catania, Dia arresta 16 imprenditori per scandalo rifiuti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Dalle prime ore della mattina la Direzione investigativa antimafia di Catania ha arrestato imprenditori, funzionari amministrativi e elementi di vertice dei clan Cappello e Laudani, coinvolti nella illecita gestione della raccolta dei rifiuti nei comuni di Trecastagni, Misterbianco e Aci Catena, con diramazioni nella Sicilia orientale.
Revocata la libertà vigilata per Riina jr$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il tribunale di sorveglianza di Padova ha deciso la revoca della libertà vigilata e la misura di un anno di colonia di lavoro per Giuseppe Salvatore Riina, figlio del boss di Cosa Nostra, Totò Riina.
Trapani, quattro arresti per violenze in casa di riposo$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Quattro persone accusate di violenze e maltrattamenti nei confronti di anziani ospiti di una casa di riposo di Castellamare del Golfo sono state arrestate dai carabinieri che hanno sequestrato la struttura. Gli indagati sono accusati di sequestro di persona aggravato in concorso, violenza privata pluriaggravata continuata in concorso e maltrattamenti aggravati contro familiari e conviventi in concorso.
Scomparsa del fratello, indagato per omicidio$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Avrebbe ucciso il fratello settantenne Angelo e percepito illecitamente la pensione di invalidità del congiunto, scomparso nel novembre del 2015 e il cui corpo non è stato trovato. E' l'accusa contestata dalla Procura di Catania a Salvatore Angemi per il quale ha chiesto il rinvio a giudizio per abbandono di incapace, omicidio e truffa all'Inps. La richiesta di rinvio a giudizio è stata avanzata dal procuratore Carmelo Zuccaro e dal sostituto Fabrizio Aliotta.
Annullate le misure interdittive a De Luca$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Il tribunale del Riesame ha annullato le misure interdittive nei confronti di Cateno De Luca, il deputato regionale arrestato subito dopo le elezioni del 5 novembre in Sicilia e scarcerato quattro giorni fa dal Gip. Stessa decisione nei riguardi dell'ex presidente della Fenapi, Carmelo Satta. L'interdizione consisteva nel divieto di ricoprire ruoli apicali negli enti coinvolti nell'inchiesta per evasione fiscale. Disposta anche la restituzione dei beni immobili della Fenapi ancora sequestrati.
In una scuola a Palermo  vietato pregare: rimosso crocifisso e foto del Papa$
Web
di Redazione (twitter:@siciliatoday)
Vietato pregare per i bambini di una scuola elementare e d'infanzia, a Palermo. Il dirigente della scuola Ragusa Moleti, Nicolò La Rocca, ha diramato stamani una circolare che impedisce agli insegnanti di fare recitare le preghiere ai bambini nell'ora della merenda e persino durante l'ora di religione. Il dirigente stamani ha fatto rimuovere dalla scuola una statuetta della Madonna e alcune immagini, come quella di Papa Francesco.
Advertisement
Advertisement