Catania, si chiama Andrea il primo nato al San Marco$
Web
di Redazione
Si chiama Andrea, pesa 3.05 kg, ed è venuto al mondo alle 9.37 di oggi: è il primo bambino nato nel nuovo ospedale San Marco di Catania. Stamani, infatti, sono divenuti pienamente operativi il pronto soccorso ostetrico e i reparti provenienti dal vecchio ospedale Santo Bambino che, contestualmente, ha chiuso i battenti.
Montante, il pm chiede 10 anni e 6 mesi di reclusione$
Web
di Redazione
Dieci anni e sei mesi di carcere per Antonello Montante sono stati chiesti dal procuratore capo di Caltanissetta Amedeo Bertone e dai pm Stefano Luciani e Maurizio Bonaccorso al termine della loro requisitoria nell'ambito del processo con rito abbreviato che si celebra a Caltanissetta nei confronti dell'ex leader di Confindustria in Sicilia e di altri cinque imputati, accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, alla rivelazione di notizie coperte dal segreto d'ufficio, al favoreggiamento. I pm hanno chiesto l'assoluzione solo per il dirigente regionale Alessandro Ferrara.
Paternò, Dia confisca beni per 10 milioni$
Web
di Redazione
Beni per 10 milioni sono stati confiscati a Rosario Di Perna, di 63 anni, imprenditore agricolo di Raccuja (Messina) ma domiciliato a Paternò, già destinatario nel 2015 di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nell'ambito dell'operazione "Slave" perché gravemente indiziato di aver costituito un'associazione dedita allo sfruttamento di braccianti romeni secondo le forme del caporalato.
Enjoy lascia Catania$
Web
di Redazione
Enjoy Italia ha deciso di lasciare Catania a partire dalla fine maggio a causa dei troppi furti, danneggiamenti e atti vandalici che hanno ridotto in maniera esponenziale il numero di auto disponibili per il 'car sharing' dell'Eni. Nel 2016, ad inizio dell'attività, le '500' disponibili erano 170. Oggi si sono ridotte a 75. "Non possiamo che prendere atto - ha commentato il sindaco Salvo Pogliese - che la decisione di EnJoy è causata dai troppi furti e dai danneggiamenti. Quanto sta accadendo è il segno dell' inciviltà in cui alcuni cittadini vivono a scapito di tutti".
Belpasso, arrestato esattore del clan Santapaola$
Web
di Redazione
I carabinieri di Misterbianco hanno arrestato un presunto estorsore del clan Santapaola-Ercolano. Si tratta del 37enne Carmelo Ardizzone, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Catania. Nel novembre del 2016 i carabinieri di Gravina di Catania eseguirono, su disposizione della Procura della Repubblica di Catania, un decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti di Ardizzone che, con altri due complici, era stato accusato di aver incassato il pizzo in modo continuativo per conto del clan Santapaola-Ercolano.
Tangenti eolico, torna in cella Nicastri$
Web
di Redazione
E' tornato in carcere Vito Nicastri, imprenditore di Alcamo (Tp) soprannominato il "signore del vento" per avere accumulato una fortuna grazie alle energie pulite. Nicastri, che era ai domiciliari con l'accusa di concorso in associazione mafiosa dal 2018, è considerato fedelissimo del boss Matteo Messina ed è al centro di una inchiesta su un giro di mazzette che coinvolge diversi funzionari della Regione siciliana contattati per sbloccare procedimenti amministrativi legati alle energie rinnovabili.
Zuccaro:
Web
di Redazione
“Ci sono quartieri di Catania intensamente popolati e degradati, non soltanto periferici ma anche nel centro storico, in cui proliferano piazze di spaccio controllate da gruppi direttamente o indirettamente collegati con sodalizi mafiosi, che gestiscono sulle pubbliche strade i loro traffici di sostanze stupefacenti condizionando la vita e le abitudini di quei quartieri e reclutando a man bassa manovalanza anche tra la popolazione più giovane”. E’ l’allarme del procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro.
Catania all'ultimo posto per il trasporto pubblico$
Web
di Redazione
Secondo i dati del Rapporto MobilitAria 2019 la città etnea all'ultimo posto per la mobilità urbana.
Arrestati due presunti terroristi: uno di loro è palermitano$
Web
di Redazione
La Procura di Palermo ha disposto il fermo di due persone accusate di istigazione a commettere reati di terrorismo e autoaddestramento per commettere atti terroristici. Si tratta di un palermitano, Giuseppe Frittitta, 25 anni, residente in Lombardia, e di un marocchino di 18 anni, Ossama Gafhir, che vive a Novara. Frittitta, convertito all'Islam, e Ghafir, fondamentalista islamico, progettavano di andare a combattere con l'esercito dell’Isis in Siria e Turchia.
Catania, denunciati 16 dipendenti Sostare per timbrature fantasma$
Web
di Redazione
La Procura di Catania ha emesso un avviso di conclusione indagini per truffa nei confronti di 16 dipendenti di Sostare, società del Comune che gestisce le strisce blu, per 'assenteismo'. Secondo l'accusa avrebbero lasciato il posto di lavoro "dopo aver timbrato il proprio badge attestante l'ingresso in ufficio e senza segnalare l'uscita".
Advertisement
Advertisement