Pg di Messina cita in giudizio De Luca ed i suoi legali$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Il Procuratore Generale di Messina ha citato in giudizio il deputato regionale Cateno De Luca ed i suoi avvocati per ottenere il risarcimento dei danni che avrebbe subito per le accuse mossegli dal deputato siciliano, peraltro ammettendo importanti circostanze di fatto come quelle riguardanti l'attività lavorative del figlio Serafino". A dirlo in una nota i legali di De Luca su una querela in sede civile per 500 mila euro presentata dal Pg Vincenzo Barbaro.
Arrestati con tre kg di cocaina$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Due presunti corrieri di droga, Mario Favazza, di 33 anni, e Francesco Cavallaro, di 36, che trasportavano tre chilogrammi di cocaina, sono stati arrestati dalla polizia di Stato a Catania. I due erano alla guida di due diverse vetture, provenienti dalla Calabria, bloccate da personale della squadra mobile. Con loro anche una donna.
Catania, in venti senza casa occupano il Duomo$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
In seguito alla protesta di diverse famiglie che hanno occupato il Duomo di Catania per chiedere una casa e un lavoro alle Istituzioni, da ieri sera l'Arcivescovo Salvatore Gristina e il parroco Barbaro Scionti hanno deciso di riaprire le porte della Cattedrale per continuare l'attività liturgica.
La figlia di Riina imprenditrice; lancia il marchio
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Benvenuti su Zù Totò". E' quanto si legge all'indirizzo web zu-toto.scontrinoshop.com/about con l'obiettivo di vendere prodotti con un marchio che celebra il capomafia Totò Riina, morto qualche settimana fa. "Siamo in due... Maria Concetta Riina e il marito Antonino Ciavarello - si legge - vogliamo commercializzare alcuni prodotti a marchio 'Zù Totò', iniziamo con le cialde di caffè, facciamo questa prevendita per raccogliere ordini e capitali che servono per avviarci, visto che ci hanno sequestrato tutto senza motivo".
Costringeva la moglie a prostituirsi, arrestato uomo a Catania$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Un uomo di 51 anni di Siracusa è stato arrestato dai carabinieri a Catania con l'accusa di aver fatto prostituire la moglie 50enne pubblicando su siti web specializzati annunci in cui si cercavano partecipanti a incontri di sesso di gruppo. Deve rispondere di sfruttamento della prostituzione. La donna ha dichiarato che il marito, se la clientela lo permetteva, assisteva agli incontri come voyeur.
Operazione antimafia a Palermo: tra gli arrestati una donna capo clan$
Web
di redazione (Twitter: @siciliatoday)
C'era una donna alla guida del mandamento mafioso palermitano di Resuttana: Maria Angela Di Trapani, figlia di un capomafia e moglie del mafioso killer di Libero Grassi Salvino Madonia. Emerge dall'indagine dei carabinieri, coordinata dalla Dda di Palermo, che ha portato all'arresto di 25 persone accusate di mafia, estorsione, favoreggiamento e ricettazione.
Barbecue al cimitero, quattro le denunce$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
I carabinieri di Priolo Gargallo, in seguito alle indagini per ricostruire la dinamica del caso del barbecue allestito all’interno del cimitero comunale di Melilli, hanno identificato 4 persone, tutti dipendenti di una ditta incaricata della manutenzione del luogo e delle incisioni sulle lapidi. Si tratta di B.S, 53 anni, C.V., 48 anni, T.M., 27 anni, e R.E., 61 anni tutti siracusani e incensurati.
Elezioni Sicilia, scattano i ricorsi al Tar$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Proclamati gli eletti all'Ars, si sposta nei Tribunali amministrativi la questione del mancato riferimento alla legge Severino sulle incandidabilità nei moduli della Regione siciliana destinati ai candidati alle regionali, sollevata proprio nel momento di deposito delle liste. Filippo Privitera, primo dei non eletti nel collegio di Catania nella lista 'Popolari e autonomisti' ha presentato ricorso al Tar, rivendicando l'attribuzione del seggio a danno di 7 eletti sprovvisti di autodichiarazione sulla legge Severino.
Catania, arrestato sacerdote pedofilo $
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un sacerdote, Padre Pio Guidolin, è stato arrestato dai carabinieri a Catania per violenza sessuale aggravata su minori. I militari, su delega della Procura distrettuale, hanno eseguito nei suoi confronti una ordinanza di custodia cautelare in carcere.
Sequestrava e seviziava convivente disabile: arrestato$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
I carabinieri delle stazioni di piazza Dante e piazza Verga, su ordinanza del gip del tribunale di Catania, hanno arrestato un pregiudicato catanese di 23 anni, per sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia. I militari, in seguito alla denuncia presentata lo scorso ottobre dalla vittima – diversamente abile di 20 anni – sono riusciti a ricostruire minuziosamente il calvario patito dalla giovane donna fornendo al giudice un quadro probatorio inequivocabile che ha consentito l’arresto del pregiudicato catanese.
Advertisement
Advertisement