Adrano, fu omicidio per gelosia. Risolto caso dopo due anni$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Risolto l’omicidio di Maurizio Maccarrone, ucciso con diversi colpi di pistola calibro 7.65 la mattina del 14 novembre del 2014, ad Adrano, in provincia di Catania. Gli agenti della squadra mobile della questura catanese hanno arrestato due pregiudicati, legati alla crimine locale, Antonio Madro, detto “U rannazzisi”, già detenuto per altra causa, e Massimo Merlo. Alle prime luci dell’alba i due sono stati bloccati in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip.
Catania, auto in fiamme: fuoco dentro casa. Salvati dalla Polizia$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un’auto va a fuoco, le fiamme avvolgono l’impianto elettrico di una abitazione e una intera famiglia rischia rosso. A salvarla è stata la Polizia. L’episodio è accaduto nel quartiere “Zia Lisa”, in via Genovese.
Agrigento, arrestato truffatore nella Valle dei Templi$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Avrebbe ritirato i biglietti d'accesso dei turisti alla Valle dei templi, riferendo che servivano per una inesistente statistica per conto dell'Unesco, per poi rivenderli ad altri visitatori procurandosi così un ingiusto profitto. E' con l'ipotesi di reato di truffa aggravata ai danni di ente pubblico che un impiegato del Parco archeologico è stato denunciato alla Procura di Agrigento.
Messina, migliora operario salvato dalla tragedia della cisterna$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Sta meglio Ferdinando Puccio, l'operaio di 36 anni ricoverato all'ospedale Piemonte dopo l'incidente sulla nave Sansovino nel porto di Messina. Il giovane respira autonomamente, e non più attraverso le macchine, ha anche parlato. Le sue condizioni erano state definite disperate.
Acireale, primo colpo all'ecomostro della Timpa$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un applauso liberatorio per salutare il primo colpo di piccone sulla Timpa. Alla presenza di tante autorità e non solo politiche, tra questi il procuratore generale di Roma, Giovanni Salvi, arrivato appositamente da Roma, il prefetto di Catania, Maria Guia Federico, il procuratore capo di Catania, Carmelo Zuccaro, il procuratore aggiunto, l’acese Michelangelo Patanè e il sindaco della città metropolitana, Enzo Bianco, la ditta incaricata di abbattere l’ecomostro nella Riserva naturale orientata Timpa di Acireale, ha dato il via alle operazioni sotto lo sguardo attento del sindaco Roberto Barbagallo e del deputato regionale acese Nicola D’Agostino.
M5S e le firme false a Palermo, parla Nuti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il deputato Riccardo Nuti, sospeso dai probiviri dei 5stelle dopo avere ricevuto l'avviso di garanzia nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Palermo sulle firme false per le comunali del 2012, rompe il silenzio. Lo fa dal suo profilo Facebook. "La mia difesa nel procedimento penale, mio diritto e dovere, proverà che sono estraneo ai fatti - scrive - Per il momento accetto in silenzio (presto se ne capirà il motivo) e con fatica quotidiana la gogna e gli insulti compiaciuti che mi piovono da settimane, convinto che le indagini della magistratura confermino la mia coerenza, il mio rigore morale e la mia affidabilità di uomo e politico".
Catania, Preside non fa uscire bimbo da solo: picchiato dalla madre$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La madre di un bambino che frequenta la terza elementare nell'Istituto comprensivo Livio Tempesta di Catania, nel quartiere Angeli Custodi, ha aggredito il preside che, contrariamente a quanto avrebbe voluto la donna, si rifiutava di far uscire da solo da scuola il figlio perché minorenne. L'uomo, Tarcisio Maugeri, di 41 anni, laurea in Scienze della formazione, dottorato a New York in Matematica e informatica ha dovuto far ricorso alle cure del Pronto Soccorso per i graffi al viso che ha riportato.
Diplomi facili, 80 denunciati a Ragusa$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La Guardia di Finanza di Ragusa al termine di un'indagine avviata nel 2014 su alcune scuole paritarie che rilasciavano diplomi di maturità ha denunciato 80 persone tra docenti, dirigenti scolastici, studenti e i titolari degli istituti per i reati di truffa, falso, abuso di ufficio e rivelazione di segreti di ufficio. Le Fiamme Gialle hanno scoperto un'associazione a delinquere finalizzata al conseguimento di diplomi di maturità facilitati dietro pagamento di somme di denaro, anche 3.500 euro a studente, che aveva la sua organizzazione ad Ispica e Rosolini.
Tragedia a Messina, quattro operai morti nella cisterna di un traghetto$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Si è aggravato il bilancio dell'incidente sul lavoro avvenuto questo pomeriggio sulla nave Sansovino ormeggiata nel porto di Messina. Sono in tutto quattro i morti. La procura della città siciliana ha aperto un'inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Giovannella Scaminaci. Le indagini sono state affidate alla Capitaneria di porto. Secondo una prima ricostruzione i marittimi erano impegnati nei lavori di saldatura all'interno della cisterna del traghetto.
Commercianti catanesi si ribellano al pizzo, quattro arresti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Si sono ribellati ai loro estorsori che li obbligavano a pagare fino a 5 mila euro di "pizzo" al mese. Quattro imprenditori di Palagonia, in provincia di Catania, più volte minacciati e picchiati, hanno deciso così di denunciare i loro aguzzini facendoli arrestare e raccontando cosa erano costretti a subire. I carabinieri di Catania hanno arrestato 6 persone legate al clan Santapaola- Ercolano, accusate a vario titolo di associazione di stampo mafioso ed estorsione con l’aggravante delle modalità mafiose.
Advertisement
Advertisement