Catania scopre il nuovo pronto soccorso$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il Dipartimento di emergenza del Policlinico di Catania, in corso di completamento, è stato visitato oggi dal sindaco Enzo Bianco. Il pronto soccorso, che servirà un amplissimo bacino di utenza comprendente la parte nord della città e tutta la zona pedemontana, avrà ambulatori di accoglienza dei pazienti con funzione di individuazione del codice e di stewardshep; un'ala tecnologica con shock room, con Tac dedicata, per il trattamento dei politraumatizzati; un angiografo operativo per i pazienti emorragici e un'ala per il trattamento delle "fragilità".
Presentato G7 a Taormina:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è arrivato nel primo pomeriggio a Taormina per presentare il logo del vertice del G7 in programma a marzo del prossimo anno nella località siciliana. Ieri il premier ha anticipato il logo: un disegno stilizzato nelle tonalità del blu dell’anfiteatro greco-romano su sfondo bianco con la scritta «G7 2017 TAORMINA». E ha anche svelato un retroscena sulla scelta della sede, che era in "ballottaggio" tra Barberino del Mugello e Incisa Valdarno.
Renzi a Palermo inaugura anno accademico$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"La Sicilia e l'Italia tutta hanno un potenziale enorme e non hanno idea di come vengano percepite nel mondo. Diciamo che hanno un problema di autostima". Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi intervenendo, a Palermo, all'inaugurazione dell'anno accademico. "Si continua a elencare quello che non funziona - ha aggiunto - e invece io voglio dire, citando un intellettuale di questa terra come Elio Vittorini, che serve una cultura che ci protegga dalle sofferenze e ci aiuti a superarle".
Catania, gli ispettori scagionano i medici del Cannizzaro$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Nessun rilievo su come è stata affrontata l'emergenza dai medici del reparto di ostetricia e ginecologia è emerso dall'ispezione disposta, nell'ospedale Cannizzaro di Catania, dal ministero della Salute per la morte di Valentina Milluzzo, la donna di 32 anni alla 19ma settimana di gravidanza deceduta il 16 ottobre scorso dopo avere perso con due aborti i due gemelli che aspettava.
Il padre della giovane morta dopo aborto:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Giustizia per mia figlia", chiede in queste ore Salvatore Milluzzo, il padre di Valentina, la donna di 32 anni, alla 19esima settimana di gravidanza deceduta il 16 ottobre scorso dopo avere perso, con altrettanti aborti, i due gemelli che aspettava in seguito alla fecondazione assistita. Verità e giustizia hanno pure chiesto in diretta tv a Pomeriggio cinque, la mamma, la sorella ed il marito della vittima. Per dare una risposta e accertare la verità su quanto accaduto nel nosocomio ieri la procura ha indagato i dodici medici presenti in reparto quel giorno.
Catania, i lavoratori del Bellini occupano il teatro$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
I lavoratori precari del Teatro Massimo Bellini di Catania, da anni in attesa di essere stabilizzati, hanno occupato la struttura per protestare contro la loro condizione. «Condivido appieno - ha affermato il segretario regionale dello Snalv Confsal Antonio Santonocito - e sono assolutamente dalla parte dei lavoratori. Troppe promesse non mantenute e troppe assenze subito dopo. Dove sono il sindaco Bianco e l’assessore Regionale Barbagallo che a gennaio avevano promesso la risoluzione del problema? L’anno sta finendo, la pazienza è già finita».
Si riapre il caso sulla morte di Valentina Salamone$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Rinviato a giudizio per l'omicidio dell'amante dopo sei anni. E' accaduto a Nicola Mancuso, oggi 32 anni, per la morte di Valentina Salamone, 19, trovata morta impiccata il 24 luglio 2010 ad Adrano (Catania). Inizialmente si era creduto fosse un suicidio. Poi la Procura di Catania ha chiesto il processo per l'imputato dopo che erano state rinvenute tracce di sangue dell'uomo sotto le scarpe della vittima. Mancuso si è sempre proclamato innocente.
Catania, furto con scasso da Angiolucci$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Furto con spaccata da Angiolucci a Catania, i rapinatori si sarebbero introdotti all’interno del negozio dopo aver praticato un grosso foro nella vetrina. Poco prima dell’alba, intorno alle 05.30 di questa mattina, alcuni malviventi hanno rapinato il negozio di occhiali ‘Angiolucci’ sito in viale Africa a Catania. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del comando di Catania che stanno tutt’ora effettuando i rilievi al fine di ricostruire l’azione ed identificare i rapinatori. La refurtiva avrebbe un valore di decine di migliaia di euro. Secondo una prima ricostruzione, sarebbe stato identificato e posto a fermo uno dei ladri responsabili del furto.
Catania, dirottavano pazienti su cliniche private: cinque arresti$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Dirottavano i pazienti in dialisi dalle strutture pubbliche a quelle private. Cinque gli arresti per corruzione, tra dirigenti medici e imprenditori del settore a Catania. I provvedimenti sono stati eseguiti, nell'ambito dell'operazione "Bloody Money", dai finanzieri del Comando provinciale, a conclusione di un'indagine coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia etnea. Contestato il reato dell'associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e all'abuso d'ufficio. Sono tre gli imprenditori e due i dirigenti medici posti agli arresti domiciliari.
Colpi di pistola all'auto del presidente di Pubbliservizi$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Alcuni colpi di pistola sono stati esplosi a Catania contro la fiancata dell'auto di servizio del presidente della società partecipata dell'ex Provincia regionale di Catania 'Pubbliservizi", Adolfo Messina, e una testa di coniglio è stata fatta trovare davanti casa di un dirigente della società, a Mascalucia. Gli episodi sono stati denunciati alle forze dell'ordine. Sul primo indaga la squadra mobile, sul secondo i carabinieri.
Advertisement
Advertisement