Cede viadotto, chiusa autostrada A19$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
L'Autostrada A19 Palermo-Catania è chiusa nel tratto che va dall'area di servizio di Sacchitello ad Enna a causa dell'abbassamento del manto stradale tra due giunti. A segnalare il problema la Polstrada Enna che monitora giornalmente l'autostrada, ora chiusa in via precauzionale. Il giunto danneggiato, con conseguente abbassamento della carreggiata, é quello al chilometro 120.
Sicilia avrà nuova rete ospedaliera$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"La nuova rete non nasce dall'esigenza di risparmiare o tagliare risorse finanziarie, ma da quella ben più importante di assicurare a tutti i cittadini, ovunque si trovino, una tempestiva ed efficace assistenza, specie nelle ipotesi di patologie acute gravi, a tutela della loro vita e della loro salute". Lo dice l'assessore regionale alla Sanità, Baldo Gucciardi, che ha presentato il nuovo piano della rete sanitaria ai manager di Asp e ospedali.
Bimbo sbranato dai cani, primo interrogatorio per la madre$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Non era solo il piccolo Giorgio Bonarrigo, 18 mesi, mentre uno dei due doghi argentini di famiglia lo sbranava nella villa di Mascalucia, alle falde dell’Etna, il 16 agosto scorso. Lo ha ribadito al sostituto procuratore di Catania, Fabrizio Aliotta, la madre del piccolo, Stefania Crisafuli, nell’interrogatorio a cui è stata sottoposta stamattina.
Anziano contromano sulla A19, tragedia sfiorata e patente ritirata$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Era alla guida di una Bmw sull'autostrada Palermo-Catania quando all'improvviso un tir gli è piombato addosso: Sabatino Crocesanto, 54 anni di Petralia Sottana, è morto sul colpo. Secondo una prima ricostruzione della polizia stradale, il conducente del tir, che procedeva verso Catania, ha perso il controllo del mezzo che è finito sull'altra carreggiata, centrando l'auto in pieno.
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il Gup catanese, accogliendo la richiesta della Procura, ha rinviato a giudizio le persone coinvolte nell'inchiesta "I Treni del Gol" sul presunto acquisto di partite calcio per salvare il Calcio Catania dalla retrocessione dalla Serie B. Imputati sono l'ex presidente Nino Pulvirenti, l'ex ad Pablo Cosentino, l'ex Ds Daniele Delli Carri, l'ex agente di scommesse Giovanni Impellizzeri e i procuratori e faccendieri Fabrizio Milozzi, Fernando Arbotti e Piero Di Luzio.
Catania, sequestrato panificio per scarse condizioni igieniche$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Gli agenti del Commissariato Borgo Ognina, nell'ambito di un'operazione finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati in maniera ambientale e tutela della salute pubblica, hanno controllato numerose attività commerciali, a Catania. Nel mirino dei poliziotti è finito un panificio in via Vitaliano Brancati, che è stato chiuso sino al ripristino dei requisiti igienico sanitari necessari.
Catania, sequestrato panificio per scarse condizioni igieniche$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Gli agenti del Commissariato Borgo Ognina, nell'ambito di un'operazione finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati in maniera ambientale e tutela della salute pubblica, hanno controllato numerose attività commerciali, a Catania. Nel mirino dei poliziotti è finito un panificio in via Vitaliano Brancati, che è stato chiuso sino al ripristino dei requisiti igienico sanitari necessari.
Pinotti a Catania:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
"Se il tema è non vogliamo il Muos perchè è americano, il Governo italiano non condivide. Se il tema è attenzione alla salute, il Governo condivide e mette e metterà tutta la sua attenzione". Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, nel corso della Festa dell’Unità a Catania, in merito al Muos, il sistema di comunicazione satellitare della Marina militare americana realizzato presso la base di contrada Ulmo, a Niscemi, in provincia di Caltanissetta.
Inchiesta Black List, denunciato dirigente della forestale$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
«A te ti faro saltare la testa». E' la minaccia di morte che sarebbe arrivata a Gaetano Guarino, funzionario direttivo del corpo forestale negli uffici del comando in via Ugo La Malfa a Palermo. La frase ribadita una seconda volta, come si legge nella denuncia, sarebbe arrivata da un dirigente della forestale arrestato nell’ottobre del 2015 insieme ad un altro collega nel corso di un’inchiesta della procura di Palermo per un presunto giro di tangenti su alcuni appalti nella quale era coinvolto anche un imprenditore agrigentino.
Cassazione annulla sentenza di corte d'appello: masturbarsi in pubblico non è reato$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza di condanna inflitta dalla Corte di Appello di Catania il 14 maggio 2015 a carico di un uomo di 69 anni, Pietro L., rinviato a giudizio perché "dopo aver estratto il proprio membro" praticava "l'autoerotismo" davanti alle studentesse che frequentavano la cittadella universitaria nei pressi della quale lui si posizionava.
Advertisement
Advertisement