Catania, mafia al consiglio comunale: Fava chiede intervento di Alfano$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Le parentele pericolose al Consiglio comunale di Catania, finite nel dossier della commissione regionale Antimafia, e l’audizione del primo cittadino etneo, Enzo Bianco davanti alla commissione nazionale. Claudio Fava, che della commissione antimafia è vicepresidente, torna sul caso Catania chiedendo un intervento diretto del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, affinché nomini una commissione d’accesso.
Inchiesta Anas, anche due catanesi tra gli arrestati$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Ci sono anche gli imprenditori catanesi Mimmo Costanzo e Concetto Bosco tra le 19 persone coinvolte 'Dama Nera 2' della Procura di Roma su presunte tangenti all'Anas. Il reato ipotizzato è di corruzione e turbativa d'asta. A entrambi sono stati notificati gli arresti domiciliari, misura a cui sono già sottoposti.
I funeralli di Failla e Piano, presenti i sopravvissuti $
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Filippo Calcagno è giunto a Carlentini, nel Siracusano, per partecipare ai funerali di Salvatore Failla, il tecnico della Bonatti ucciso in Libia insieme al collega Fausto Piano. Calcagno è arrivato nella chiesa di Santa Tecla accompagnato dalla moglie di Failla, Rosalba Scorpo. A Capoterra, nel Cagliaritano, per i funerali di Piano è invece giunto il quarto dei tecnici rapiti in Libia, Gino Pollicardo.
Muos, Cassazione conferma il sequestro$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
E' "certamente sussistente quantomeno per la prosecuzione dei lavori in epoca successiva all'annullamento del provvedimento di revoca delle revoche" la consumazione a livello indiziario del reato di abuso edilizio nella realizzazione di infrastrutture militari costituenti il sistema radar Usa 'Muos' in Sicilia. Lo scrive la Cassazione nelle motivazioni depositate oggi di conferma del sequestro del 'Muos' che, rileva il verdetto, è stato disposto con finalità di salvaguardia dell'ambiente e della salute degli abitanti.
Autopsia per Failla:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Salvatore Failla, ucciso in Libia insieme a Fausto Piano dopo 7 mesi di prigionia, è morto per colpi che hanno raggiunto lo sterno e la zona lombare. Questo secondo i periti di parte che non hanno rilevato alcun foro in testa. "L'autopsia eseguita a Tripoli è stata una macelleria", ha detto il legale della famiglia Failla. Secondo la Procura di Roma i due italiani non sono stati vittima di un'esecuzione, ma sarebbero morti in una sparatoria.
Catania, mafia in Comune: Fava chiede intervento di Alfano$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un intervento urgente del ministro dell’Interno sul consiglio comunale Catania: è la richiesta che il vicepresidente della Commissione antimafia Claudio Fava ha sollecitato alla Camera e che illustrerà nei prossimi giorni in una conferenza stampa in programma nel capoluogo etneo.
Muos, l'impianto acceso tra le polemiche$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Partono i test al Muos, fra contestazioni e proteste. Il dissenso sui test è stato espresso da ambientalisti, No Muos e pentastellati: la popolazione non può fare da cavia, lamentano. Misurare le emissioni, accendendo l’impianto satellitare della sughereta, può arrecare danno, e quindi meglio fermare tutto. Ma il Consiglio di giustizia amministrativa ha bisogno di sapere se le onde elettromagnetiche sono dannose e non c’è altro modo che misurare le emissioni.
Catania, rapina in farmacia: due arresti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Due giovani sono stati arrestati dalla polizia di Stato per rapina aggravata ai danni di una farmacia nel quartiere Nesima, a Catania. In manette sono finiti Antonio Faro, di 20 anni, già agli arresti domiciliari, e Giosuè Di Prima, di 19 anni. Entrambi sono stati così arrestati e condotti in carcere. Faro dovrà anche rispondere di evasione dagli arresti domiciliari. La somma è stata restituita alla titolare della farmacia.
Niscemi, si accende il Muos per tre giorni di test:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il M5S all’Ars grida a gran voce il suo “no” all’accensione dell’impianto satellitare di Niscemi, programmata per domani dal Cga per verificare sul campo la reale pericolosità delle emissioni elettromagnetiche della struttura. Lo fa scrivendo al prefetto di Caltanissetta, a cui chiede di stoppare il test sul contestatissimo impianto, “non essendo quantificabili i danni che potrebbero derivare dall’accensione, in assenza di un qualsivoglia meccanismo di protezione”.
Crocetta e i forestali:
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
"Annuncio che abbiamo comunicato agli uffici provinciali Caltanissetta, Catania, Enna, Palermo, Agrigento, Messina, Siracusa e Trapani un primo provvedimento che prevede l'esclusione dagli elenchi delle persone avviabili al lavoro di 42 soggetti per reati gravi e di altri 24 con l'aggravante del 416 bis. Si tratta di un primo stralcio di 66 dipendenti". Lo ha detto il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, in conferenza stampa a Palermo.
Advertisement
Advertisement