Bluetec, operarai incatenati ai cancelli $
Web
di Redazione
Trecento lavoratori dell'indotto sono riuniti davanti allo stabilimento Blutec di Termini Imerese per protestare a causa della mancata reindustrializzazione dell'impianto. Alcuni di loro hanno deciso anche di incatenarsi ai cancelli. "Questi lavoratori - spiega Roberto Mastrosimone, segretario regionale della Fiom Cgil - sono stati tutti licenziati e 62 sono rimasti senza ammortizzatori sociali dal primo di gennaio 2019.
Prime arance siciliane in partenza per la Cina$
Web
di Redazione
Il primo carico di arance rosse siciliane arriverà per via aerea in Cina il prossimo 19 aprile: lo annuncia il ministero dello Sviluppo spiegando che Luigi Di Maio ha incontrato oggi la presidentessa del Distretto produttivo agrumi di Sicilia, Federica Argentati, e l’imprenditore Aurelio Pannitteri, proprio in vista di questa prima ‘consegna’.
Sirti, a rischio posti di lavoro $
Web
di Redazione
La Sirti vuole licenziare oltre 800 lavoratori in Italia e la vertenza interessa anche la sede di Belpasso. “Una decisione inspiegabile e immotivata”, secondo Fiom Fim e Uilm che, annunciano, “contesteranno con ogni iniziativa di lotta”. “Già oggi – si legge in una nota dei sindacati – dopo le assemblee della mattinata con i lavoratori, si terrà dalle 13 alle 17 un sit-in di protesta davanti allo stabilimento Sirti di contrada Rinaudo a Belpasso”.

di Redazione
Neet siciliani ultimi in Europa
La metà dei giovani siciliani tra i 25 e i 34 anni non studia, non lavora né risulta in un percorso di formazione o di tirocinio: i dati dell’Eurostat riferiti al 2017 danno la maglia nera per i Neet in questa fascia di età alla Sicilia che pur migliorando rispetto al 2016 (era al 50,5%) fa peggio anche della Guyana francese (49,2%).
di Redazione
Crisi Dacca, a rischio 100 lavoratori
Si terrà il 10 gennaio alle 11, al Centro per l’Impiego di Catania, un incontro tra la direzione della Dacca, marchio storico catanese produttore di stoviglie monouso in plastica e i rappresentanti sindacali di categoria. Lo scorso 3 dicembre l’azienda ha presentato a Filctem Cgil, Femca Cisl e Ultec Uil di Catania una procedura per cessazione attività. Dopo la procedura dello scorso agosto con la quale sono stati licenziati 31 dipendenti, oggi la Dacca conta 100 lavoratori che rimarrebbero privi di occupazione.
di Redazione
Windjet scattano i rimborsi: 5% per ogni biglietto acquistato
I rimborsi spettano a tutti i passeggeri che avevano acquistato biglietti o carnet, anche a coloro che a suo tempo non hanno formulato nessuna richiesta. Chiunque riceve la lettera quindi è inserito nell’elenco passeggeri da rimborsare del concordato. Bisogna ricordare tuttavia che il rimborso sarà effettuato soltanto nella misura del 5% di quanto speso. E quindi si tratta di un rimborso più ridicolo che irrisorio.
di Redazione
Bankitalia, in Sicilia timidi segnali di ripresa
Timidi segnali di ripresa in Sicilia, dove nel 2017 gli indicatori economici registrano un aumento. Crescono i consumi delle famiglie, migliora la qualità del credito e il fatturato delle imprese, vola l'export (+30%), aumentano l'occupazione (+1,1%), ma a tempo, mentre i disoccupati sono oltre il 20%, il doppio della media nazionale. A fotografare l'andamento dell'economia nell'isola è il report di Bankitalia per l'anno 2018, presentato oggi a Palermo.
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Corte dei Conti, in aumento le spese della Regione
Più spese e meno entrate. È quanto dal rendiconto generale per il 2016 della Regione siciliana esaminato dalla sezione di controllo della Corte dei Conti. Rispetto al 2015 le entrate sono diminuite del 3,24% passando da da 21.947 a 21.235 milioni, mentre la spesa è aumentata, da 19.432 a 21.051 milioni, quella corrente pari al 74,62% di quella complessiva. In leggere aumento anche la partita dei residui attivi: da 4.162 a 4.195 milioni di euro; in calo i residui passivi, da 3.139 a 2.988 milioni.
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Almaviva Palermo, da martedì via ai trasferimenti in Calabria
Dovranno essere operativi, pena il licenziamento, dall'8 novembre i primi trasferimenti dalla Sicilia alla Calabria per gli operatori di Almaviva Contact impiegati nella commessa Enel in scadenza a dicembre. Una prima trance di 154 dipendenti (su 398) dovrà martedì prossimo timbrare il cartellino a Rende, in provincia di Cosenza, in caso contrario perderà il lavoro. Lo ha comunicato ai sindacati la società, che due giorni fa, e dopo il fallimento delle trattative al ministero dello sviluppo economico con Exprivia, in una nota aveva annunciato che i trasferimenti sarebbero scattati da martedì prossimo.
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Almaviva, occupato il call center di Palermo
I lavoratori di Almaviva Contact hanno occupato il call center di via Marcellini a Palermo, dove si trova una delle due sedi della società, per protestare contro il piano di trasferimento aziendale di 150 operatori dalla Sicilia in Calabria. Dopo che ieri l'incontro al ministero dello Sviluppo per scongiurare il trasferimento dei lavoratori dal 24 ottobre a Rende si è concluso con un nulla di fatto e con un rinvio a domani delle trattative a Roma, i sindacati hanno proclamato due giornate di sciopero a partire da oggi.

< Precedente  |  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Advertisement
Advertisement