Salvini al Cara di Mineo,
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Matteo Salvini dormirà, come annunciato ieri, al Cara di Mineo. Per lui e i due parlamentari siciliani della Lega, Angelo Attaguile e Alessandro Pagano, è stata destinata una delle piccole villette uguale a quelle utilizzate dagli ospiti. "Ogni giorno - dice Salvini che è nel centro da questo pomeriggio - vengono buttati via centomila euro, tanto serve per mantenere in vita questo baraccone dove vivono circa 3300 stranieri dei quali solo 14 sono siriani e 7 iracheni".
Alfano:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Io do cento per cento di ragione al procuratore Zuccaro, perché ha posto una questione vera". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, a Taormina rispondendo, a margine di una serie di incontri e sopralluoghi in vista del G7, ai cronisti che gli hanno chiesto di commentare le dichiarazioni del procuratore capo di Catania Carmelo Zuccaro sui rapporti tra alcune Ong e i trafficanti.
Ars approva manovra finanziaria$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
L'Ars ha approvato la manovra finanziaria: 37 i voti a favore, 15 i contrari e 7 astenuti. "È una finanziaria che trasmette valori: abbiamo approvato una manovra con un bilancio in equilibrio, con norme importanti, penso al riacquisto del patrimonio immobiliare che determinerà risparmi importanti, o alle norme a sostegno dei disabili e per l'abbattimento delle barriere architettoniche", dice il governatore Rosario Crocetta.
Crocetta:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Da lunedì affronterò i nodi politici che riguardano il governo, che ha lavoro bene. Il punto è che devo capire se gli assessori che ho in giunta rappresentano un partito o un'area". Lo ha detto il governatore Rosario Crocetta parlando con i cronisti dopo il via libera dell'Ars alla manovra finanziaria.
Elezioni regionali, un pezzo del centrodestra sosterrà Salvini$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Un pezzo del centrodestra, con in testa 'Noi con Salvini' e il movimento nazionale autonomista, trova l'accordo per sostenere Nello Musumeci, leader del movimento "Diventerà bellissima", nella corsa alla presidenza della Regione siciliana per le elezioni del prossimo autunno.
Mattarella incontra i disabili a Palermo$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il presidente Mattarella ha incontrato e salutato i disabili in sedia a rotelle, accompagnati dai loro familiari, di fronte all'ingresso laterale del teatro Biondo dove si svolge la manifestazione di ricordo per l'uccisione di Rosario Di Salvo e Pio La Torre. Il presidente si è fermato qualche minuto coi disabili ascoltando il loro appello.
Salvini a Catania:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il 2 giugno, giorno della celebrazione della Repubblica, chiederemo a tutti gli italiani di fermarsi 10 minuti, sul posto di lavoro o dovunque siano, contro la retorica della festa e per protestare silenziosamente, ma decisamente, contro quest'inaccettabile invasione, questo esodo sempre precedenti, di migranti in Italia". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a margine di un incontro a Catania.
Tangenti Anas, perquisizioni negli uffici della Regione$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Perquisizioni dei carabinieri del Ros negli uffici della Regione Sicilia nell'ambito dell'inchiesta per corruzione della Procura di Firenze su tangenti pagate per lavori Anas in Toscana e in altre regioni. Tra gli indagati ci sarebbero un ex assessore regionale e un funzionario della Regione.
Orlando a Palermo,
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Queste primarie rischiano di entrare nella clandestinità, non c'è nessuna iniziativa del partito per promuovere la giornata, non c'è nessuna campagna di informazione e Renzi si sottrae ai confronti televisivi, ne è previsto solo uno. Il rischio molto grave, che vedo, è che si vada verso un calo dell'affluenza rispetto alle primarie precedenti". Lo ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando, a Palermo.
Firme false, 14 indagati tra gli appartenenti del M5S$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Quattordici indagati, compresi tre deputati nazionali, due regionali e un cancelliere del tribunale: la procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per le persone coinvolte nell'indagine sulle firme false depositate dal M5S a sostegno delle liste per le amministrative del 2012 nel capoluogo siciliano. I reati contestati, a vario titolo, dal procuratore aggiunto Dino Petralia e dal pm Claudia Ferrari sono il falso e la violazione di una legge regionale del 1960 che recepisce il Testo unico nazionale in materia elettorale.
Advertisement
Advertisement