Musumeci, senza maggioranza tenta il M5S$
Web
di Redazione
Senza più una maggioranza, naufragata alle prime prove parlamentari, con bilancio e legge di stabilità da approvare a fine mese per evitare la proroga dell’esercizio provvisorio, Nello Musumeci prova a dare una sterzata invitando i suoi e le opposizioni al dialogo sui singoli temi, fermo restando il quadro politico e stoppando eventuali velleità di voltagabbana. M5S: "Ci siamo per il bene della Sicilia".
Sicilia, Musumeci pensa al dopo Sgarbi$
Web
di Redazione
Il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, pensa al dopo-Sgarbi e lavora al nome nuovo, pensando a una figura tecnica per la guida dell'assessorato ai Beni culturali, ora in mano al critico d'arte. "Penso a un assessore tecnico - dice Musumeci in una intervista all'emittente Trm - perché credo ci sia bisogno di un profondo conoscitore dei beni siciliani come è del resto il prof. Sgarbi che però andrà a fare il deputato fra qualche giorno".
Sicilia, Sarbi annuncia:
Web
di Redazione
"Il presidente Musumeci non vede l'ora che io me ne vada. Non sarò più assessore ai Beni culturali. Hanno deciso loro che me ne devo andare, non ho scelto io". Lo ha detto Vittorio Sgarbi, presentando la mostra "Antonello incontra Laurana" a Palermo. "La sgradevolezza nei confronti di un grande professionista quale io sono - ha aggiunto - si manifesta continuamente. Oltretutto, se me ne fossi andato tre giorni fa questa mostra sarebbe rimasta orfana, così come quella a palazzo Riso che inaugureremo presto".
Musumeci porta tutta la sua giunta in
Web
di Redazione
"A mille metri, tra i boschi delle Madonie, insieme alla giunta di governo per discutere, in serenità per tre giorni, di Finanziaria, Bilancio e delle grandi riforme per rimettere la Sicilia in carreggiata. Regola prima: ognuno paga la propria quota". Lo ha scritto su Facebook il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci condividendo la foto del tavolo di giunta in un agriturismo di Castelbuono (Palermo).
La Lega chiede un posto nella giunta Musumeci$
Web
di Redazione
Dopo il successo ottenuto domenica scorsa alle politiche anche in Sicilia, la Lega chiede un posto nella giunta regionale guidata da Nello Musumeci. "Sarebbe stato impensabile fino a qualche mese fa che la Lega divenisse il quarto partito siciliano", dice il deputato regionale Antonino Rizzotto, commentando il risultato elettorale del suo partito.
Politiche, alla Sicilia 52 seggi alla Camera, 25 al senato$
Web
di Redazione
Trentasei seggi al Movimento 5 stelle, 19 nell'uninominale e 17 nel proporzionale, sei a Forza Italia, quattro al Partito democratico e due ciascuno a Lega, Liberi e Uguali e Fratelli d'Italia. Sono i numeri degli eletti alla Camera dei deputati Sicilia.
Politiche, in Sicilia vince 28-0 all'uninominale il Movimento$
Web
di Redazione
I dati definitivi non ci sono ancora ma non sembra che possano riservare sorprese in Sicilia, dove il M5S vincerebbe nei 28 collegi uninominali (19 alla Camera, 9 al Senato). Un risultato che rassomiglia tanto al 61 a zero conquistato dal centrodestra alle politiche del 2001, quando la coalizione guidata da Berlusconi ottenne tutti i collegi della quota uninominale: 20 al Senato e 41 alla Camera.
Finora risultano eletti al Senato per il M5s Grazia D'Angelo, Francesco D'Uva, Alessio Mattia Villarosa, Pietro Lorefice.
Cancelleri:
Web
di Redazione
"Siamo la prima forza politica della Sicilia con quasi il 50% dei voti; abbiamo confezionato un bel cappotto agli avversari: 28 a 0; abbiamo vinto in tutti i collegi uninominali dell'Isola". Così il deputato cinquestelle dell'Assemblea regionale siciliana su Facebook, che alle scorse regionali si è piazzato alle spalle di Nello Musumeci nella corsa a governatore. A Corredo del post il leader siciliano M5s mette una voto col segno di vittoria sulla Sicilia.
Grasso a Palermo al 5,81%$
Web
di Redazione
Candidato al collegio senatoriale 1 di Palermo, nella quota uninominale, il presidente del Senato Piero Grasso, leader di Leu ed ex procuratore capo di Palermo e della Dna, si è fermato al 5,81% dei consensi, ottenendo 11.580 voti e piazzandosi al quarto posto. Tra lui e il vincitore Stanislao Di Piazza del M5S, che ha ottenuto il 43,86%, c'è una distanza di 75.721. Al secondo posto si piazza il consigliere comunale di Palermo di FI Giulio Tantillo, con il 30,32% e al terzo la Pd Teresa Piccione con il 16.65%.
Cancelleri,
Web
di Redazione
"Siamo la prima forza politica della Sicilia con quasi il 50% dei voti; abbiamo confezionato un bel cappotto agli avversari: 28 a 0; abbiamo vinto in tutti i collegi uninominali dell'Isola". Così il deputato cinquestelle dell'Assemblea regionale siciliana su Facebook, che alle scorse regionali si è piazzato alle spalle di Nello Musumeci nella corsa a governatore. A Corredo del post il leader siciliano M5s mette una voto col segno di vittoria sulla Sicilia.
Advertisement
Advertisement