Di Maio in Sicilia:
Web
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
«Siamo già oltre Crocetta. Non dobbiamo convincere i cittadini, i siciliani devo capire che siamo pronti a governare questa Regione». Così il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio (M5s), a Palermo, per un'iniziativa del sindacato di Polizia Consap, parlando della decisione del governatore della Sicilia Rosario Crocetta di azzerare l'esecutivo per formare un nuovo governo.
Crocetta:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
"Voglio essere chiaro per evitare malintesi: occorre una verifica politica per capire chi sta nella maggioranza e chi sta fuori. Il governo politico, che si deve costruire immediatamente, deve avere alla base il senso di responsabilità collettivo che richiede il momento. Per questo motivo non escludo un azzeramento della giunta chiarificatore". Lo precisa il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta
Boldrini a Catania per parlare di Europa e integrazione$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
La presidente della Camera, Laura Boldrini, a Catania, nella sede della Scuola superiore della locale università, per un incontro con gli studenti sul tema 'Europa 2.0. Più integrazione politica, la strada da percorrere’. Sono presenti il rettore Giacomo Pignataro e il preside della Scuola Superiore, Francesco Priolo.
Alfano in Sicilia:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Chiederò un incontro con il ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio e con l'Anas per fare un punto urgente sullo stato delle infrastrutture in Sicilia". Lo ha detto il ministro dell'Interno Angelino Alfano intervenendo a Ragusa alla firma del protocollo di legalità per la realizzazione dell'autostrada Siracusa-Gela. "Chiederò anche lo stato di emergenza - ha aggiunto il ministro - per la Sicilia dopo il crollo del pilone del viadotto Himera che ha diviso la Sicilia in due".
Raffaele Lombardo e il figlio Toti a giudizio: chiesti 14 mesi di reclusione per voto di scambio$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
Quattordici mesi di carcere per l´ex presidente della Regione e deputato regionale Raffaele Lombardo e dieci per il figlio Toti. Sono queste le richieste della Procura di Catania nel procedimento in corso per il reato di voto di scambio. Dieci mesi di reclusione è la richiesta fatta anche per gli altri imputati Ernesto Privitera, Giuseppe Giuffrida e Angelo Marino, ovvero i tre soggetti che avrebbero beneficiato del voto di scambio.
Città metropolitana: Gela dice sì a Catania$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Con 25 voti a favore e quattro contrari il consiglio comunale di Gela ha aderito all'area metropolitana di Catania, nell'ambito della riforma delle province. Viene così sancita l'uscita definitiva della comunità gelese dall'appartenenza alla provincia di Caltanissetta. Lungo il dibattito tra i consiglieri, alla presenza in aula di un pubblico numeroso, che, con un tifo da stadio, ha alzato cartelli e indossato t-shirt con scritte inneggianti all'adesione a Catania.
Musumeci chiude la convention #diventeràbellissima$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Speranza. E’ questa la parola ricorrente nel discorso di Nello Musumeci che ha concluso la manifestazione di tre giorni organizzata dal movimento civico #DiventeràBellissima. Dal 10 al 12 settembre la Vecchia Dogana del porto di Catania è divenuta l’epicentro della politica e della cultura isolana: incontri, dibattiti e spettacoli teatrali hanno animato la kermesse con un grande riscontro di pubblico.
Musumeci prepara la sua convention: #diventeràbellissima$
Nino Russo
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Si è tenuta nella sede di rappresentanza dell’Ars in via Etnea a Catania, la conferenza stampa di presentazione dell’evento organizzato dal movimento civico #DiventeràBellissima in programma dal 10 al 12 settembre nella location della Vecchia Dogana etnea. A illustrare le ragioni e i dettagli dell’evento l’onorevole Nello Musumeci, l’avvocato Ruggero Razza e Barbara Mirabella, responsabile organizzativa della logistica dell’evento.
Crocetta polemico:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Continuano le polemiche sul Centro per richiedenti asilo di Mineo: oggi c'è stato un botta e risposta tra il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta e quello della Lombardia, Roberto Maroni. "Il centro di Mineo - ha attaccato Crocetta - va chiuso ma non per le motivazioni che dice Salvini, perché non bisogna accoglierli, ma perché è frutto di politiche sbagliate. È Maroni che ha autorizzato quel centro".
Catania e la sua metropoli, domani i primi incontri con i sindaci$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
La città metropolitana di Catania non esiste e già divide e fa discutere. La riforma dei Liberi consorzi e l’abolizione delle Province voluta dal governo Crocetta ha dato la possibilità ad alcuni Comuni di scegliere se fare parte o meno di una delle tre grandi aree previste dalla riforma lasciando uno dei sei liberi consorzi. E’ il caso di Gela, Piazza Armerina e Niscemi. Domani il sindaco di Catania Enzo Bianco e i primi cittadini di Gela, il grillino Domenico Messinese, di Piazza Armerina, Filippo Miroddi e di Niscemi Francesco La Rosa.
Advertisement
Advertisement