Regione Sicilia, in arrivo prestito da 270 milioni: non sufficiente$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Non basteranno i 270 milioni di prestito in arrivo dal cassiere Unicredit, la Regione per potere pagare tutte le spese obbligatorie da qui a fine anno dovrebbe trovare altri 550 milioni di euro. Un 'buco' di cassa certificato dall'assessore all'Economia, Alessandro Baccei, nella relazione consegnata alla Presidenza e che ha indotto la giunta a deliberare per la richiesta di un'anticipazione al tesoriere Unicredit, per un importo di 270,573 milioni di euro.
Il M5S presenta la mozione di sfiducia nei confronti di Crocetta$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
«Questa non è solo una sfiducia al presidente Crocetta, che ormai è una persona che non esiste neppure nell'immaginario collettivo dei siciliani, ma nei confronti di una porzione di maggioranza che litiga per interessi personali, per le poltrone in giunta. La Sicilia è paralizzata». È quanto affermato dai deputati regionali del Movimento 5stelle in conferenza stampa, a Palazzo dei Normanni, per la presentazione della mozione di sfiducia al governatore Rosario Crocetta.
Miccichè :
Web
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
“I tempi del 61 a zero sono irripetibili. Il punto non è con o senza Miccichè, a quei tempi Berlusconi aveva il 35% e oggi siamo in una situazione un po’ diversa. Però migliorare si può sicuramente”. Lo afferma il neo commissario di Forza Italia Gianfranco Miccichè parlando con i giornalisti all’Ars.
Faraone annuncia:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Noi non abbiamo paura del voto". Lo assicura il sottosegretario all'Istruzione, Davide Faraone, parlando con i giornalisti a Palermo della situazione politica siciliana a margine di un seminario sulla scuola, a Palermo.
"L'onere del cambiamento spetta al centrosinistra e al Pd: dobbiamo esserne all'altezza - aggiunge l'esponente del Partito democratico".
Ars, mozione di sfiducia per governo Crocetta $
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Mozione di sfiducia del M5s al governatore della Sicilia, Rosario Crocetta. E' la terza in tre anni di legislatura, le prime due andate a vuoto con la maggioranza che in extremis riuscì a ricompattarsi di fronte allo spettro di elezioni anticipate. Adesso i pentastellati ci riprovano, nel pieno del caos interno al Pd, sempre più spaccato tra renziani e area di sinistra, e col Crocetta quater, nato qualche giorni fa, già in grosse difficoltà proprio per le tensioni tra i Dem.
Crocetta rilancia il
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
"Questo è un movimento che contribuirà, insieme al Pd, a rilanciare una grande battaglia di rinnovamento della Sicilia in un momento in cui sembra che i volti del passato vogliano tornare sotto mentite spoglie, addirittura proponendo accordi sotterranei. Io non sarò uno di quelli che permetterà il rientro di Saverio Romano nella politica siciliana". L'ha affermato il presidente della Regione, Rosario Crocetta, parlando con i giornalisti a Catania a margine di una manifestazione organizzata dal Megafono per ufficializzare la sua struttura regionale.
Città Metropolitana, sono 16 i candidati sindaco nell'ex provincia di Catania$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Nonostante l’impugnativa del Governo la legge regionale non ha perso la sua efficacia ed è per questo che tra sabato e domanica scorsi sono ben sedici i sindaci del territorio provinciale che hanno presentato, al Centro direzionale Nuovaluce dell’ex Provincia, la candidatura alla carica di Sindaco della Città Metropolitana di Catania.
Baccei e Crocetta volano a Roma a chiedere soldi$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Vertice romano per salvare i conti della Regione. Il governatore, Rosario Crocetta, e l’assessore all’Economia, Alessandro Baccei, sono volati nella Capitale dove incontreranno il sottosegretario alla Presidenza, Claudio De Vincenti. Il Governo siciliano tenta di recuperare 1 miliardo e 400 milioni, per mettere a riparo il bilancio 2016.
Il governo nazionale sta valutando il piano dei tagli presentato dalla Regione, che chiede inoltre una verifica dei crediti che vanta dallo Stato.
Renzi annuncia:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Il ponte sullo Stretto di Messina? "Certo che si farà, il problema è quando". Lo dice il premier Matteo Renzi nel libro di Bruno Vespa Donne d'Italia. "A Messina - dice Renzi - abbiamo mandato l'esercito con le autobotti perché mancava l'acqua e le autorità locali non riuscivano a risolvere il problema. Ora, prima di discutere del ponte, sistemiamo l'acqua di Messina, i depuratori e le bonifiche. Investiamo 2 miliardi nei prossimi cinque anni in Sicilia per le strade e le ferrovie", aggiunge il presidente del Consiglio.
Sicilia, dal CIPE 750 milioni di Euro$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Via libera del Cipe a 750 mln per la Sicilia, 88 dei quali destinati agli interventi per la forestazione."Questa mattina il Cipe si è riunito e il governo nazionale ha confermato il suo impegno a finanziare i provvedimenti di ridefinizione dei Fondi di sviluppo e coesione richiesti dalla Sicilia - dice il sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone -.
Advertisement
Advertisement