Bufera Pd, si dimette Zambuto:
Web
di Gaetano Russo
"Faccio un passo indietro". Con queste parole Marco Zambuto si è dimesso da presidente del Pd in Sicilia. La decisione è stata presa per le polemiche nate dopo la rivelazione di un incontro, al quale ha partecipato a Palazzo Grazioli per scegliere la candidatura alle primarie del centro sinistra ad Agrigento di Silvio Alessi. Zambuto è andato a trovare Silvio Berlusconi con il deputato azzurro Riccardo Gallo Afflitto, sponsor di Alessi, vincitore delle primarie.
Ars, Lupo eletto vicepresidente tra le polemiche del M5S$
Web
di Gaetano Russo
Giuseppe Lupo è il nuovo vice presidente dell'Ars. Il deputato del Pd ha sconfitto al ballottaggio il parlamentare del centrodestra, Santi Formica. Lupo ha ottenuto 39 preferenze, 16 in più rispetto al primo turno. Formica, appoggiato da Forza Italia e Pid-Cp, si è fermato a 27 voti. Due le schede bianche, 8 gli assenti.
Dina, presidente commissione bilancio:
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
"La Finanziaria approvata dalla giunta è un documento monco. E dal punto di vista tecnico non può neanche essere esaminata". Lo afferma Nino Dina, presidente della commissione Bilancio dell'Ars che 'boccia' la manovra del governo perché non è stato approvato anche il bilancio.
di Gaetano Russo (twitter: @utopiepossibili)
Il pantano delle aule parlamentari di Sala D’Ercole rimanda al deserto dell’ultima assemblea regionale di giorno 17 Marzo, mentre nei giornali fermenta l’attività politica tra annunci e colpi di scena
Lombardo in pretura:
Web
di Gaetano Russo
L'ex presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, ha partecipato nella ex pretura a Catania all'udienza del procedimento che lo vede accusato, assieme al figlio Toti , di voto di scambio. Lombardo ha incontrato i giornalisti prima di partecipare all'udienza e ha dichiarato: "Non voglio parlare di politica, tantomeno di Palazzo d'Orleans, dove ho vissuto per quattro anni e mezzo e non ho un ricordo dei migliori".
Pd e Fi unica lista per le amministrative di Agrigento$
Web
di Gaetano Russo
Forza Italia e Pd correranno insieme per le primarie di coalizione in vista delle elezioni amministrative di Agrigento della prossima primavera. L'ufficializzazione dell'accordo tra le due forze politiche è arrivata al termine di un incontro, avvenuto ieri sera proprio ad Agrigento alla presenza del Governatore siciliano Rosario Crocetta.
Fitto a Palermo:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Nel cinema Fiamma strapieno a Palermo il leader dei Ricostruttori, Raffaele Fitto, lancia messaggi a Berlusconi e annuncia: "Non parteciperemo con nostre liste alle prossime elezioni regionali, saremo in Forza Italia ma spiace che tutte le nostre manifestazioni siano accompagnate da commissariamenti, epurazioni e ripetute telefonate ai nostri dirigenti". Fitto non teme che i "suoi" candidati possano essere esclusi dalle liste per le regionali: "Se così fosse, dovrei pensare che temono i nostri consensi".
Ars, negato l'accesso ad Accorinti: non portava la cravatta$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
"Mi dispiace, lei non può entrare. Non indossa la cravatta, l'accesso non è consentito". Ecco cosa si è sentito rispondere il sindaco di Messina Renato Accorinti, che stamani si è presentato all'Assemblea regionale siciliana per partecipare a una riunione sul tema dei trasporti nell'Isola.
Pd Sicilia, a Palermo va in scena la
Web
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
"C'era tantissima gente non per forza iscritta al Pd. Stiamo costruendo una forza molto più ampia rispetto alla forza a cui siamo stati abituati negli utili anni ed è una grandissima ricchezza. Siamo felicissimi di questa giornata". Lo ha detto il sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone, rispondendo ai cronisti a Palermo, a margine della "Leopolda" siciliana, la due giorni d'incontro organizzata dall'associazione Sicilia 2.0 nelle ex officine Sandron.
Civati:
Web
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
"In Sicilia si sta manifestando, nelle forme più esasperate, il più classico dei fenomeni trasformistici. Le stesse persone a cui il centrosinistra si è opposto per anni, che hanno governato nelle giunte e con le maggioranze di Cuffaro e Lombardo, ora fanno il loro ingresso, trionfale, nel Pd. E molti elettori e militanti non si riconoscono più in un progetto politico che ritengono ormai compromesso". Così Pippo Civati (Pd) in una lettera nel suo blog sul 'caso' Sicilia, dove oltre 500 esponenti della sua area hanno deciso di dire addio al Pd.
Advertisement
Advertisement