Sicilia, Agnello ottiene il via libera per la Manovra Bis$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
L'assessore all'Economia, Roberto Agnello, ha ottenuto l'ok dagli uffici del ministero sulla strategia per la definizione della manovra bis, ferma in commissione Bilancio dell'Ars. "L'interlocuzione è stata molto positiva" dice l'assessore in rientro da Roma.
M5S Sicilia, "Crocetta porti a compimento la finanziaria e poi si dimetta"$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Crocetta chiede ai deputati regionali un atto d'amore nei confronti della Sicilia? Lo dimostri lui. Porti a compimento la finanziaria con riforme strutturali, approvi ciò che deve essere approvato, poi si dimetta". I deputati M5s all'Assemblea regionale siciliana "compatti e decisi" continuano a chiedere il ritorno al voto.
Appello di Crocetta ai partiti: "Fare in fretta, situazione drammatica"$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, ha lanciato un appello a tutti i gruppi parlamentari affinché, al di là dell'appartenenza politica, siano disponibili a un confronto celere e responsabile per approvare in modo rapido la manovra finanziaria. «La situazione sociale è drammatica».
Crocetta e gli esponenti del Pd: "Bambini mai nati"$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Nonostante la giornata di celebrazioni non sono mancate le polemiche politiche tra Rosario Crocetta e il Partito democratico. Dopo l’incontro a Roma tra il segretario regionale, Fausto Raciti, e il vicesegretario nazionale, Lorenzo Guerini, alla ricerca di una mediazione sulle questioni che coinvolgono il governatore e il Pd siciliano, Crocetta lancia la sua invettiva: “Sono bambini non nati, per dirla alla Pasolini."
M5S Sicilia: "Renzi allontani Faraone"$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
"Un deputato siciliano del Pd, Franco Ribaudo, ci ha inviato una lettera indirizzata a Renzi con la quale attacca il responsabile Welfare del suo partito Davide Faraone. Non sappiamo se l'abbia inviata a tutti i parlamentari, ma l'hanno ricevuta molti di noi del M5s. E non sappiamo perché l'abbia inviata, ma il contenuto è esplosivo". E' il deputato cinquestelle Manlio Di Stefano a pubblicare su Facebook il testo della lettera datata 16 aprile 2014 che sta facendo molto discutere.
Crocetta: "Basta allarmismi, i conti della Regione sono ok"$
Web
di Redazione (twitter : @siciliatoday)
"Basta con gli allarmismi sui conti della Regione. Il governo sta dimostrando di avere in mano la situazione nonostante la pesante eredità lasciata dai governi precedenti." Lo dice all'ANSA il governatore, Rosario Crocetta, in merito alla situazione finanziaria della Regione anche alla luce del decreto Renzi sull'Irpef.
Ars, Decreto Renzi costa 130 milioni di euro$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Settanta milioni di euro da accantonare come compartecipazione all'equilibrio di finanza dello Stato e 130 milioni di spesa da congelare per l'ulteriore stretta sul patto di stabilità. È il prezzo a carico della Regione siciliana della manovra con cui il premier Renzi ha destinato 80 euro in più nella busta paga di chi ha uno stipendio medio-basso; una tegola che complica ulteriormente la già pesante situazione finanziaria dell'isola.
Crocetta e il danno erariale da 2 milioni: "Chiariremo tutto con la Corte dei Conti"$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Con la Corte dei Conti chiariremo tutto. Abbiamo raccolto atti e documenti con i quali dimostriamo che se non avessimo agito come abbiamo fatto avremmo creato un disastro davvero spaventoso. Altro che danno erariale". Lo dice il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, accusato assieme ad Antonio Ingroia e ad alcuni assessori ed ex assessori di un danno erariale di oltre 2 milioni di euro.
Sicilia e-Servizi, indagati Crocetta e Ingroia per danno erariale$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Oltre due milioni di euro. A tanto ammonta il danno erariale che la procura della Corte dei Conti contesta al presidente della Regione Rosario Crocetta, al commissario di Sicilia e-Servizi Antonio Ingroia e a mezza giunta di governo. La vicenda riguarda l’assunzione di 74 dipendenti ex Sisev, assunzioni queste che appaiono illegittime e che avrebbero recato danno alle casse della pubblica amministrazione.
Processo Stato-Mafia resta a Palermo$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Il processo sulla presunta trattativa sullo stato e la mafia che vede alla sbarra boss mafiosi e esponenti delle forze dell’ordine, rimarrà a Palermo, davanti ai giudici della seconda corte d’Assise. Lo ha deciso la sesta sezione penale della Corte di Cassazione che ha respinto la richiesta di rimessione del processo presentata dai tre ufficiali dei Carabinieri imputati nel procedimento.
Advertisement
Advertisement