Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
“Mi fermo qui”. Con queste parole l’assessore all’Economia Luca Bianchi ha lasciato il suo incarico e si è dimesso. Lo ha comunicato nel corso di una conferenza stampa a Palazzo d’Orleans. “Le mie dimissioni sono irrevocabili”, ha aggiunto, per fugare ogni dubbio.
Crocetta: "Sono un combattente, non mi dimetto"$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
«Il presidente della Regione viene eletto con un mandato popolare e certamente non utilizza le dimissioni come strumento di trattativa. Il mio rapporto con i partiti è leale ma fermo». Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta.
Crocetta: "Di azzeramento della giunta non se ne parla"$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
«Di azzeramento della giunta non se ne parla, il presidente non è stato eletto dai partiti ma dalla gente. Poi sul resto sono pronto al confronto». Cosi il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, ai cronisti prima di recarsi a Palazzo d'Orleans per il vertice di maggioranza per affrontare il nodo del rimpasto.
Bianco e le minacce:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
“Ovviamente non sono messaggi piacevoli, preferirei riceverne d’altro tipo. Se qualcuno però pensa di intimidirmi in questa maniera sbaglia di grosso: con tutto ciò che c’è da fare in questa città non ho quasi il tempo di pensarci”, il sindaco di Catania Enzo Bianco non le manda certo a dire e parla con i cronisti delle minacce subite.
Formazione Sicilia, condanne in serie: tra questi ex governatore Lombardo$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
I giudici della Corte dei Conti hanno condannato politici e burocrati in Sicilia per i fondi extrabudget della Formazione a un risarcimento complessivo di oltre 4 mln. L'attuale segretario generale Patrizia Monterosso dovrà restituire quasi 1 milione e 279 mila euro. Condannato anche l'ex governatore Raffaele Lombardo.
Abolizione province in Sicilia: è legge. Crocetta: "Siamo i primi in Italia"$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
L'abolizione delle Province siciliane è legge. L'Assemblea siciliana ha approvato con voto finale (62 favorevoli, 14 contrari e 2 astenuti) la soppressione delle nove Province regionali che vengono sostituite da altrettanti Liberi consorzi dei comuni con la possibilità di crearne di nuovi entro sei mesi.
Gibiino (FI):
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
"Il governo Crocetta fa cadere le braccia, non so proprio cosa sia necessario fare. Lo prendiamo a schiaffi? Ci vorrebbe un colpo di Stato regionale, uno di quelli che hanno fatto con noi a livello nazionale". Vincenzo Gibiino, coordinatore regionale di Forza Italia, usa parole forti per spronare i militanti azzurri giunti a Taormina per la convention dei club.
Berlusconi: "Dal Governo Crocetta immobilismo inaccettabile"$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
Esistono “consapevolezze che ci fanno stare ad un’opposizione dura del governo Crocetta: il fatto che ci sia un immobilismo veramente inaccettabile da parte della giunta regionale, la finanziaria di fine anno bocciata dal commissario dello Stato, una riforma delle province che qualcuno ha definito un aborto, il non utilizzo dei fondi strutturali Ue, l’assenza di credito e di ossigeno per le imprese”. Lo dice Silvio Berlusconi in collegamento telefonico con Taormina al primo meeting di Forza Italia-Club Forza Silvio in Sicilia.
Crocetta possibilista su ipotesi rimpasto$
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
«Dopo l'approvazione della legge sui liberi consorzi dei comuni convocherò un vertice della maggioranza per discutere degli assetti futuri del governo regionale. Rimpasto? Tutti lo chiedono, ma prima di procedere vorrò sentire gli alleati». Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, parlando con i giornalisti a Vittoria, a margine di un incontro con le categorie produttive per la Zfu.
Province, via libera alla riforma. Crocetta:
Web
di Redazione: (Twitter: @siciliatoday)
“È stata una grande fatica ma alla fine, grazie anche alle azioni di mediazioni del governo, è venuta fuori una buona legge. Stiamo anticipando quello che avverrà tra qualch mese in Italia”. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta commentando l’approvazione dell’articolato della riforma delle province all’Ars.
Advertisement
Advertisement