Berlusconi vicino allo strappo definitivo con Ferrandelli$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Forza Italia è vicina allo strappo definitivo col candidato sindaco a Palermo, Fabrizio Ferrandelli. Berlusconi, si apprende da fonti del partito, avrebbe bocciato le modifiche al simbolo storico, che erano state apportate nel tentativo di trovare un punto di mediazione con Ferrandelli, sostenuto anche da ex Pd. L'alternativa, quella di rinunciare del tutto al simbolo presentando una lista civica, non piace però ai dirigenti azzurri locali. Alcuni candidati, tra l'altro, hanno già affisso manifesti in giro per la città col simbolo di Forza Italia.
Grasso:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"L'Autonomia è una cosa meravigliosa se la sai governare e amministrare. Ma non se diventa un'elefantiaca spartizione di clientele e stipendi..". Lo ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso intervenendo alla presentazione di un libro sui 70 anni dell'autonomia siciliana in Sala Zuccari a Palazzo Giustiniani. All'incontro sono presenti, tra gli altri il capogruppo di Gal Mario Ferrara e il presidente della Commissione per le questioni regionali Gianpiero D'Alia
Sicilia, saltano le primarie del Centro Destra$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Adesso è ufficiale, saltano le primarie del centrodestra in vista delle elezioni regionali. A confermarlo è una nota a firma di Saverio Romano e Gianfranco Micciché. "Forza Italia e Cantiere Popolare non presentano candidati per le primarie del centrodestra. Questa decisione risponde ad alcune considerazioni politiche: innanzitutto la necessità di attrezzare una larga coalizione alternativa a Crocetta. In secondo luogo perché riteniamo necessario un confronto sui contenuti e sui programmi, presupposto indispensabile di unità e coesione".
Comune di Catania, no al processo nei confronti di Stancanelli e altri dirigenti$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Non ci sarà alcun processo dall'inchiesta sull'ex sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, e per altri sei indagati fra ex amministratori e dirigenti del Comune di Catania, in carica dal 2009 al 2011, per falso ideologico e falsificazione dei bilanci comunali in quegli anni.
Ars, ok di Giunta a proroga esercizio provvisorio$
Web
di Redazione (twitter: @siciliatoday)
La giunta regionale, riunita dal governatore Rosario Crocetta, ha approvato il disegno di legge di proroga dell'esercizio provvisorio. Fumata nera invece per le nomine dei vertici di enti e istituti regionali, la questione sarà affrontata nella prossima riunione di giunta. Nominati invece i direttori generali dell'Urbanistica (Carmelo Frittitta), del corpo forestale (Fabrizio Viola) e dell'Irsap (Roberto Barbieri).
Mattarella:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"I mafiosi non hanno senso dell'onore o del coraggio. I loro sicari colpiscono con viltà persone inermi". Lo ha detto a Locri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "L'Italia ha fatto passi avanti nella lotta alle mafie ma è necessario non fermarsi.
Bisogna prosciugare le paludi dell'arbitrio della corruzione, che sono quelle dove la mafia prospera", ha aggiunto.
Crocetta:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Una tassa di scopo per finanziare l'assistenza ai disabili. È la proposta fatta dal governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, durante la seduta della commissione sanità all'Ars alla presenza di alcuni disabili in carrozzella. L'idea di una tassa di scopo era contenuta nella lettera dei fratelli Pellegrino e si è rivelata inaccessibile ai disabili in carrozzella Palazzo dei Normanni, sede del Parlamento siciliano. Tra l'imbarazzo generale, la riunione è stata spostata al primo piano del palazzo.
Fiumefreddo lascia Riscossione Sicilia:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Antonio Fiumefreddo alla fine ha ceduto. Stanco delle continue lotte, dei contrasti ha deciso di lasciare “Riscossione Sicilia”. “Basta mi dimetto, non posso più andare avanti. Temo per me ma soprattutto per i dipendenti di Riscossione Sicilia che rischiano il posto perché i deputati e alcuni poteri forti pur di far fuori me vogliono chiudere la società e farla fallire”. Sono state queste le parole che hanno sancito la fine dell’esperienza in Riscossione.
web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
«Il sindaco grillino di Bagheria era inavvicinabile, per questa ragione la famiglia mafiosa aveva deciso di non occuparsi più di appalti al Comune ». L’ultimo pentito di Cosa nostra, Pasquale Di Salvo, l’ex poliziotto della scorta del giudice Falcone diventato imprenditore di mafia, depone in trasferta al processo “Panta Rei”, a Milano. Lo racconta Salvo Palazzolo su Repubblica.
Crocetta ammette:
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Non voglio mollare perché non voglio far vincere i Cinque stelle che non saprebbero come governare, né il centro destra che ci farebbe piombare nel passato. Sono in campo per questo, e ho il dovere di combattere questa battaglia che si concluderà con la fine della mia vita, mai in un altro modo. Per essere chiari, se cadrò, cadrò sul campo, nessuno pensi che io mi possa ritirare da questa lotta". Così il presidente Crocetta spiega la sua decisione di ricandidarsi.
Advertisement
Advertisement