Recca annuncia:
Flickr
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
Il rettore di Catania Antonio Recca si sospende dall'incarico all'Università di Catania. La scelta è stata ufficializzata dallo stesso rettore sin attesa dell'ufficializzazione della sua candidatura alle elezioni politiche nazionali su cui si esprimerà il vertice nazionale dell' Udc. La prof.ssa Carnazza come successore fino a fine Febbraio.
Crocetta,
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
“Il prossimo 21 gennaio concluderemo con il ministro Barca e con il presidente delle Fs Moretti un accordo a Roma per l'alta velocità nei collegamenti tra Messina, Catania e Palermo”. Lo ha detto il presidente della Regione Rosario Crocetta durante una conferenza stampa a Messina.
Primarie Pd in Sicilia, male D'Antoni$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Molte certezze e qualche sorpresa nelle primarie Pd in Sicilia: affermazione a Enna del senatore Vladimiro Crisafulli, a Trapani del sen. Antonio Papania, ad Agrigento del deputato Angelo Capodicasa. Fuori è Sergio D'Antoni, arrivato settimo a Palermo. A Catania testa a testa Burtone Beretta.
Pd, parlamentarie in Sicilia$
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Le primarie del Partito democratico per la scelta dei candidati alle prossime elezioi politiche si terranno, in Sicilia, oggi 30 dicembre.
Possono partecipare al voto le elettrici e gli elettori compresi nell’Albo delle primarie dell’“Italia Bene Comune” e le iscritte e gli iscritti al PD nel 2011 che abbiano rinnovato l’adesione fino al momento del voto.
Ars, nella notte approvato bilancio provvisorio e prorogati 25mila contratti precari$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Seduta fiume all'Assemblea regionale siciliana dove soltanto in tarda notte è stato approvato l'esercizio provvisorio per 4 mesi. Il provvedimento è stato approvato con 51 voti a favore, 12 i contrari e 8 astenuti. Sempre durante la seduta prorogati di altri 4 mesi 25mila posti di lavoro precari.
Stancanelli ha scelto:
SiciliaToday.Net
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Raffaele Stancanelli ha ''rifiutato il posto di capolista'' alle prossime elezioni nazionali con Fratelli d'Italia, ''restando sindaco di Catania e per ''ricandidarsi'' al ruolo di primo cittadino del capoluogo etneo. ''Ho scelto col cuore e con la mente - ha detto durante una conferenza stampa in Municipio - non mi interessa essere un parlamentare nazionale. Voglio essere il sindaco di tutti i cittadini di Catania: ho lavorato per questa citta' e non voglio tradire i catanesi''.
Ingroia scioglie ogni riserva:
Flickr
di Redazione (Twitter: @Siciliatoday)
Antonio Ingroia scioglie la riserva e si candida come premier alle elezioni politiche con una lista il cui simbolo è la scritta 'Rivoluzione civile. Ingroia' su sfondo arancione. "Da magistrato non avrei mai creduto di dovermi ritrovare qui per continuare la mia battaglia per la giustizia e la legalità in un ruolo diverso" ha spiegato Ingroia. Attacchi a Bersani e a Grasso, "colpevole" di esser stato "scelto da Berlusconi nel ruolo di capo dell'Antimafia".
Finocchiaro candidata a Taranto:
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
''Il partito mi ha chiesto di ricandidarmi, ho detto sì alla condizione di fare le primarie. Ed eccomi a Taranto, una città con problemi complessi, per i quali abbiamo lavorato molto in Parlamento.'' Lo afferma Anna Finocchiaro, capogruppo uscente del Senato, in un'intervista rilasciata agli organi di stampa. E sulla probabile candidatura di Monti, afferma: "Prima alleati leali, adesso avversari politici".
Grasso annuncia:
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso, fa richiesta al Consiglio superiore della magistratura di un'aspettativa per motivi elettorali e si candida con il Pd. Annunciata già per domani la conferenza stampa con il segretario Pier Luigi Bersani. Grasso, già a capo della procura della Repubblica di Palermo, è stato nominato procuratore nazionale antimafia nel 2005.
Ars, Crocetta presenta il suo programma$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Alta velocità, 20% di precari negli appalti pubblici, stop a società sprecone che dovrebbero essere già liquidate. Sono questi alcuni dei punti che il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, ha presentato stamattina. La base di partenza è estirpare la mafia e la corruzione, e dare una svolta in positivo al territorio.
Advertisement
Advertisement