Stancanelli ha scelto:
SiciliaToday.Net
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Raffaele Stancanelli ha ''rifiutato il posto di capolista'' alle prossime elezioni nazionali con Fratelli d'Italia, ''restando sindaco di Catania e per ''ricandidarsi'' al ruolo di primo cittadino del capoluogo etneo. ''Ho scelto col cuore e con la mente - ha detto durante una conferenza stampa in Municipio - non mi interessa essere un parlamentare nazionale. Voglio essere il sindaco di tutti i cittadini di Catania: ho lavorato per questa citta' e non voglio tradire i catanesi''.
Ingroia scioglie ogni riserva:
Flickr
di Redazione (Twitter: @Siciliatoday)
Antonio Ingroia scioglie la riserva e si candida come premier alle elezioni politiche con una lista il cui simbolo è la scritta 'Rivoluzione civile. Ingroia' su sfondo arancione. "Da magistrato non avrei mai creduto di dovermi ritrovare qui per continuare la mia battaglia per la giustizia e la legalità in un ruolo diverso" ha spiegato Ingroia. Attacchi a Bersani e a Grasso, "colpevole" di esser stato "scelto da Berlusconi nel ruolo di capo dell'Antimafia".
Finocchiaro candidata a Taranto:
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
''Il partito mi ha chiesto di ricandidarmi, ho detto sì alla condizione di fare le primarie. Ed eccomi a Taranto, una città con problemi complessi, per i quali abbiamo lavorato molto in Parlamento.'' Lo afferma Anna Finocchiaro, capogruppo uscente del Senato, in un'intervista rilasciata agli organi di stampa. E sulla probabile candidatura di Monti, afferma: "Prima alleati leali, adesso avversari politici".
Grasso annuncia:
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Il procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso, fa richiesta al Consiglio superiore della magistratura di un'aspettativa per motivi elettorali e si candida con il Pd. Annunciata già per domani la conferenza stampa con il segretario Pier Luigi Bersani. Grasso, già a capo della procura della Repubblica di Palermo, è stato nominato procuratore nazionale antimafia nel 2005.
Ars, Crocetta presenta il suo programma$
Web
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Alta velocità, 20% di precari negli appalti pubblici, stop a società sprecone che dovrebbero essere già liquidate. Sono questi alcuni dei punti che il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, ha presentato stamattina. La base di partenza è estirpare la mafia e la corruzione, e dare una svolta in positivo al territorio.
Ingroia ha deciso: via all'impegno politico per
Flickr
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
"Io ci metto la faccia". Lo ha detto l'ex pm della trattativa Stato-mafia, alla manifestazione 'Io ci sto', dove ha anche sottolineato se mi candido dipende da voi". Per liberare il Paese dalle mafie e dai ricatti "ognuno si deve impegnare a trasformare il Paese", ha aggiunto.
Ars, elette le commissioni permanenti$
Flickr
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
Con 42 sì, 4 no e 29 astenuti, il parlamento siciliano ha finalmente eletto le commissioni legislative. Il presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone, ha così convocato le commissioni per le 19.30, per l'elezione dei rispettivi uffici di presidenza. All'interno tutte le commissioni.
Catania, Parisi nuovo assessore allo sport$
Siciliatoday.Net
di Redazione (Twitter: @siciliatoday)
Cambio a Palazzo degli Elefanti. Sergio Parisi, presidente della Fin Sicilia, è stato nominato nuovo assessore allo Sport e Manutenzioni della Giunta Stancanelli. Prende il posto di Ottavio Vaccaro. Parisi è in quota Pdl vicino agli onorevoli Catanoso e Pogliese.
Crocetta convoca Giunta a Librino $
Flickr
di Carlo Galati (Twitter: @carlogalati)
Il Presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta ha convocato oggi la Giunta regionale nel quartiere Librino di Catania. Dopo una prima riunione nel quartiere Brancaccio di Palermo, oggi il Governatore è stato trasferta in uno dei quartieri più difficile del capoluogo etneo. "Vogliamo un confronto con la gente".
Regione Sicilia, via ai primi tagli$
Web
di Redazione (Twitter:@siciliatoday)
Primi tagli alla Regione Sicilia: il presidente dell'Assemblea regionale siciliana Giovanni Ardizzone al termine della prima riunione dell'Ufficio di Presidenza ha, infatti, annunciato il taglio delle indennità di funzione accessorie ai dipendenti di Palazzo dei Normanni. Chiusa anche la sede distaccata dell'Ars a Catania
Advertisement
Advertisement