(Siciliatoday.net)

Festival della Melodia Belliniana, giovedì a Taormina l'ultimo appuntamento

Ultimo appuntamento per il “Festival della Melodia Belliniana”, ideato dal direttore d’orchestra Alberto Veronesi giovedì prossimo, 8 settembre al Teatro Antico di Taormina, salirà sul podio dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari (di cui è direttore musicale) per affrontare l’ouverture de “Il Pirata” di Bellini e la Sinfonia del Nuovo Mondo (n.9) di Dvorak, oltre al Concerto per violino e orchestra di Philip Glass, con solista al violino Francesco D’Orazio.

Non poteva mancare Bellini in questo appuntamento di chiusura di un festival dedicato al compositore catanese: ecco quindi spiegata la scelta dell’ouverture de Il Pirata, opera che debuttò il 27 ottobre 1827 alla Scala con un successo clamoroso, abbastanza inusitato per un compositore appena venticinquenne e di fatto quasi sconosciuto. Segue la straordinaria La Sinfonia n. 9 in mi minore di Antonín Dvořák (op. 95), più nota col titolo "Dal Nuovo Mondo". Pubblicata come Sinfonia n. 5, è in realtà la nona ed ultima fra le sinfonie di Dvořák. Il titolo si riferisce all’America in seguito alla nomina del compositore come direttore del New York National Conservatory of Music. Fu composta nel 1893 a New York ed eseguita in prima assoluta alla Carnegie Hall il 16 dicembre di quello stesso anno, ottenendo un enorme successo. Chiuderà la serata, Concerto per violino e orchestra di Philip Glass, con solista al violino Francesco D’Orazio. Il “Violin Concerto” consiste di tre movimenti quasi neo-barocchi, su cui vengono cantati testi scritti nella lingua di Akhenaton. Nel 1992 il concerto viene eseguito dalla Vienna Philharmonic Orchestra condotta da Gidon Kremer.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Musica