Afterhours (Nino Russo)

Gli Afterhours aprono il Sicily Music Village

Scicli(Rg) 12/08/2012 Magnifica esibizione degli Afterhours nel primo giorno del Sicily Music Village al Parco Valle Ventura di Scicli(Rg):due ore e mezzo in una location veramente suggestiva!

Complimenti agli organizzatori per aver realizzato qualcosa di unico, sicuramente in Sicilia, ma non solo. Organizzazione perfetta con bus navetta che ti portano al parco situato in un’incantevole valle, attraversata da un fiume, un’oasi verde circondata da pioppi e ulivi.
Questa la splendida location che ci accoglie, qui ragazzi da tutta europa per 5 giorni, dal 12 al 16, potranno godersi della buona musica e passare dei giorni di vacanza vera e propria, con area attrezzata a campeggio, tre area musica, area benessere per massaggi e tisane rilassanti e molte altre cose che non avremo tempo di scoprire e provare.

Sono già più di 5000 le presenze alla prima giornata, grazie anche all’attrattiva della prima serata di uno dei gruppi rock più alternativi del panorama italiano.

Quando arriviamo la prima cosa che ci colpisce è l’aria di festa e di divertimento che avvolge tutto il "village" con grigliate e grosse bevute. Ci fermiamo a mangiare qualcosa e con una birra in mano ascoltiamo uno dei gruppi che si esibisce nell’area verde i “Boilers”.

Poi dopo aver fatto un giro per gli stands presenti ci dirigiamo verso il palco principale dove da qui a poco si esibiranno gli Afterhours.

La serata è fresca e la voglia di divertirsi tanta così fra uno scioppino rum e anguria e una birra si arriva al momento del concerto.

Si apre subito con due brani, Metamorfosi e Terra di nessuno, tratti dal loro ultimo lavoro Padania, per molti il migliore degli ultimi 10 anni.

Manuel Agnelli , frontman del gruppo (voce, chitarra e tastiere) ed il baffutissimo Xabier Iriondo (chitarra, tromba e campionamenti) ce la mettano tutta. Della band fanno parte anche Giorgio Prette, alla batteria, Giorgio Ciccarelli alla chitarra, Rodrigo D’Erasmo ai violini (elettrico ed acustico) e Roberto Dell’Era al basso. Il gruppo milanese alterna pezzi storici (Male di miele, Ballata per la mia piccola iena) con altri brani, circa una decina, dell’ultimo album. Sempre dell’ultimo cd si fanno apprezzare Spreca una vita, con le corde delle chitarre che sono messe a dura prova tanto da rischiare di saltare da un momento all’altro, e Io so chi sono, durante la quale Xabier si cimenta con la tromba lasciando da parte per un attimo la sua chitarra.

Non tutti i gruppi musicali riescono a realizzare un live sempre al top come fanno gli Afterhours: ogni loro concerto è uno spettacolo indimenticabile che (anno dopo anno) ci regala qualche cosa in più. In questo tour gli portano con sé nuove sperimentazioni musicali, nuovi suoni che introducono la traccia, o addirittura che l'accompagnano per tutta la durata della canzone. Loro possono farlo, ogni loro esperimento musicale riesce e si sente.

Gli Afterhours riescono a mescolare le loro melodie più dolci a quelle più hard per tutto il live: semplicemente irresistibili. Oltre ai brani del nuovo album sono i vecchi pezzi, i più richiesti, che ogni persona presente ha cantato a squarciagola verso il palco, soprattutto nei momenti in cui il gruppo si fermava proprio per lasciare catare i tanti fan intervenuti al parco Valle Ventura.

Gli Afterhours escono per una pausa lo faranno per ben 4 volte.

Manuel rientra e presenta un ospite, il catanese Cesare Basile uno dei 19 artisti presentati dagli Afetrhours nel cd “Il Paese è Reale” con il brano “Le canzoni dei cani” che dopo aver esortato e sensibilizzato i presenti a informarsi sul Mous nuovo sistema satellitare da guerra della Difesa americana in via di realizzazione a Niscemi(Cl) canta con Manuel che lo accompagna alle tastiere.

Cesare saluta e lascia il palco ed arriva il momento di Pelle, Quello Che Non C’è e Posso avere il tuo deserto? Gli afterhours salutano ma il pubblico non ci sta. Dopo poco rientrano per “Voglio una pelle splendida” che tutti cantano a squarciagola è il grande finale targato Afterhours.

Ma la festa continua per tutta la notte al Sicily Music Village con i Ramajca Boyz e T.O.K., continua fino a giovedi con il programma musicale pensato e realizzato dagli organizzatori per un evento che si spera possa avere lunga vita.


Scarica il programma completo del Sicily Music
Village




La scaletta
Metamorfosi, Terra Di Nessuno, La Verità Che Ricordavo, Male di miele, Costruire per distruggere, Spreca Una Vita, Padania, Ci Sarà Una Bella Luce, Ballata Per La Mia Piccola Iena, E’ Solo Febbre, Bungee Jumping, Il Paese È Reale, Sulle Labbra, Nostro anche se ci fa male, Io so chi sono, La terra promessa si scioglie di colpo, Tutto Fa Un Po’ Male, La Vedova Bianca, Bye Bye Bombay, Le canzoni dei cani (Cesare Basile), Pelle, Quello Che Non C’è, Posso avere il tuo deserto?, Voglio Una Pelle Splendida







Le foto del concerto

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Musica