Ubaldo Ferrini (google.com)

Intervista a Ubaldo Ferrini, voce storica delle notti anni ‘80

Questa settimana, durante una registrazione radiofonica, abbiamo incontrato il D. J. Ubaldo Ferrini, voce storica delle notti anni ottanta e novanta. Il direttore artistico di “Radio Luna”, molti lo ricorderanno, è stato il fenomeno giovanile degli anni ottanta; infatti la sua trasmissione notturna “The Darksides of the Moon” diventa il programma più ascoltato nell’estate 1988.

Con la sua conduzione di “Delfino Notte”, talk show notturno, diventa un punto di riferimento per migliaia di giovani siciliani. Nel 1992 viene scelto da Telesiciliacolor per la trasmissione televisiva “TVTV” dedicata ai fenomeni musicali del momento. Sempre nello stesso anno nasce il negozio “Metropolis” centro di aggregazione per tutti i D. J ed esperti del settore. Nel sondaggio effettuato da “Sorrisi e Canzoni” la sua conduzione di “ T. R. E. IN F.M.” risulta la più votata e ascoltata in Sicilia.

Nel 2002 inizia la collaborazione con l’Ateneo catanese divenendo il direttore artistico di “Radio Zammù” , la radio universitaria catanese, punto di riferimento per gli universitari non solo siciliani. Da sempre attento alle nuove tendenze musicali, non si è mai fermato, ha sempre approfondito la sua materia e il suo studio diventando, come dicono gli addetti ai lavori, una vera enciclopedia vivente. Insieme al suo folto gruppo di amici e collaboratori, già da qualche anno, ha ricreato la stessa equipe degli anni ottanta riportando in vita con estremo successo FM Story con la voglia non solo di ricreare lo stesso clima di un tempo, ma di sostenere ed aiutare chi ha bisogno. Tra un brano e una pubblicità, tra una dedica ed un intervento delle sue fans, numerose ed agguerrite, iniziamo in un clima disteso e cordiale la nostra intervista.

Come nasce la sua voglia di comunicare e fare radio a 360°?
“Credo che la passione per la radio sia stata una cosa insita in me sin da piccolissimo. Ricordo che trascorrevo tutti i pomeriggi ad ascoltare tutte le voci che uscivano dalla radio e mi sembrava davvero un mondo magico ed affascinante proprio in quei momenti si sviluppò tantissimo la voglia e l'interesse di farne parte”

I suoi programmi radiofonici, dal primo andato in onda nel 1983 all’ultima creazione dei nostri anni, sono sinonimo di successo e di alta qualità musicale. La sua è una passione diventata poi lavoro o alla base oltre alla passione c’è un attento e curato studio su tutto ciò che è la musica alternativa d’autore?
“La radio ha rappresentato una buonissima parte della mia vita, tantissimo il tempo trascorso dietro ai microfoni, moltissimi anni. Ho sempre avuto la passione per la musica, ho visto tantissimi concerti, letto migliaia di riviste musicali, ho cercato sempre di tenermi aggiornato e di conoscere quanto più possibile anche se poi come è ovvio ci sono alcuni generi musicali che conosco meglio e sono anche quelli che amo di più.
Tra l'altro il mio impegno radiofonico continua sempre nei prossimi anni come direttore artistico di Radio Zammù la radio dell'Università di Catania”.

Nel 1992 nasce “Metropolis”, centro di aggregazione per tutti i DJ alla ricerca di novità musicali e dei prodotti tecnologicamente più avanzati. L’idea e la voglia di creare questo “ particolare” negozio, il più importante in Sicilia, da cosa nasce, qual è stata la molla che ha spinto tutto ciò?
“L'idea di far nascere il negozio viene fuori proprio dall'amore per la musica e dalla voglia di stare sempre più a stretto contatto con il mondo dei D. J; Infatti da sempre Metropolis è in continua evoluzione e sperimentazione. Dal 2005 è anche on line, per essere sempre competitivo con tutte le nuove tecnologie ed opportunità offerte dal mercato”

La sua voce, le sue interviste sono state e sono un punto di riferimento importante per i giovani siciliani ed alcune sue iniziative hanno suscitato un interesse nazionale enorme. Cosa ne pensa della nuova classe attuale di DJ? Non manca qualcosa rispetto al passato?
“Anche adesso ci sono tantissimi dj validissimi, alcuni di loro tra l'altro della cosiddetta vecchia guardia, insieme a giovani molto interessanti con tantissima qualità alcuni davvero dalle grandi prospettive”.

La musica, il mercato musicale, oggi, costa troppo e spesso i ragazzi, a volte, sono “ costretti” a scaricare i download in modo illegale. Lei cosa ne pensa di tutto ciò e cosa si dovrebbe fare per risolvere il problema?
“Sono assolutamente contrario al download illegale, perchè ha completamente rovinato il mercato discografico. Chi ama veramente la musica è giusto che contribuisca e le dia il valore che merita, perché scaricando illegalmente si distruggono autori e cantanti, soprattutto, quelli giovani che non avendo introiti dai concerti avranno sempre più difficoltà ad affermarsi. Purtroppo è anche difficile trovare soluzioni in questa fase che possano risollevare la situazione”.

FM Story è un programma trasmesso in onda su cinque radio a reti unificate come Radio Elleuno, Radio Smile, Radio Universal, Radio Etnaespresso e Radio Touring, solo chi “non vuole” non ascolta il suo programma. Un successo come FM Story come nasce, vive e si sviluppa?
“FM Story è un progetto che nasce dalla passione per la radio e dalla voglia di dare una mano di aiuto alle Associazioni di volontariato che operano sul nostro territorio. Ogni anno si riuniscono alcune delle voci più amate della radio catanese, creando delle campagne di sensibilizzazione sociale. Per dare un valore aggiunto all’iniziativa nelle ultime edizioni un pool di radio ha aderito al nostro progetto e ci accompagnerà anche nei prossimi eventi in modo da dare sempre maggior risalto all'evento”.

Cos’è per Ubaldo Ferrini la Radio? Cosa ne pensa delle nuove Radio Web?
“Il fenomeno delle radio web è sicuramente molto interessante, sembra poter dare nuova linfa e nuova vitalità. per certi versi, secondo me, è come se si fosse tornati ai primi tempi pioneristici delle radio in F.M. ma con tante possibilità in più visto che non ci sono limiti di frequenza e quindi potenzialità enormi”.

Un consiglio a tutti coloro che vogliono intraprendere la sua strada?
“Vivere sempre quello che si fa con il massimo impegno non credersi mai arrivati e cercare sempre di migliorarsi puntando sempre al massimo”

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Musica