SiciliaToday
Catania, ultimo saluto a Benito Paolone
Gen 25, 2012 - 8:32:53 PM

Catania ha salutato oggi uno dei suoi cittadini che più l'ha amata dedicandole un'intera vita, politica e non solo; un uomo dotato di "stile, personalità incisiva, fortezza d'animo e capacità di esprimersi, una persona schietta che guardava e si faceva guardare in faccia". Così l'arcivescovo di Catania Salvatore Gristina ha descritto la figura di Benito Paolone durante i funerali, nel Duomo di Catania, dell'ex parlamentare di An morto lunedì scorso a 78 anni, stroncato da un male incurabile.

Gristina ha ricordato anche l'impegno di Paolone per il rugby e il suo amore per l'Amatori Catania. Nella cattedrale di Catania, gremita di persone, molti esponenti politici tra i quali l'ex ministro della difesa Ignazio La Russa. "Forse la cosa che ci piace di più - ha detto - è ricordarlo come appassionato amante dell'Italia e della sua Sicilia e questo credo che superi la parte, la fazione, superi l'appartenenza e diventa così Benito Paolone di tutti".
Accanto al feretro, su cui spiccava il drappo della squadra di rugby, oltre a quello del Msi, sopra la bandiera nazionale, tanti erano i giovani atleti presenti. Nelle prime file, naturalmente, oltre ai familiari, figure della politica nazionale e locale: tra gli altri, il sindaco Stancanelli, Ignazio La Russa, Enzo Trantino, Teodoro Bontempo, Basilio Catanoso, Vito Cusimano, Adolfo Urso, Salvo Pogliese, Fabio Granata, Santo Castiglione, Guido Lo Porto. Ma soprattutto tanta la gente comune, persone semplici che lo hanno conosciuto e hanno voluto salutarlo per l’ultima volta.

L'uscita della bara dalla cattedrale è stata salutata da applausi e da molti saluti romani. Dopo la cerimonia il corteo funebre ha raggiunto, prima della tumulazione, il campo di rugby dell'Amatori Catania "Santa Maria Goretti".