Web

Don Chiarenza: "pronto a fare chiarezza su accuse di pedofilia"

Ha scelto il silenzio, ma don Carlo Chiarenza, accusato di pedofilia da Teodoro Pulvirenti, un ricercatore italiano che lavora negli Usa, si è detto pronto a «mettersi a disposizione dell'autorità giudiziaria affinché sia chiarita questa mostruosa vicenda».

Attraverso il suo avvocato, il prete di Acireale, trasferito in un'altra città per un ritiro spirituale, ha parlato della conferenza stampa tenuta dal ricercatore italiano e del colloquio registrato tra i due, diventato una prova schiacciante a disposizione della polizia postale di Catania che sta raccogliendo materiale e testimonianze di vari soggetti informati sui fatti.

La registrazione sarebbe stata effettuata da Pulvirenti in modo incompleto, così da essere fraintesa e strumentalizzata. Nella nota diffusa dall'avvocato di don Carlo si legge che «in realtà il colloquio è avvenuto in un clima di sincera accoglienza umana e cristiana verso una persona, come tra persone che non si vedevano da molti anni. Abbiamo parlato di tante cose, spaziando sui più vari argomenti, e ci siamo congedati con la solita cordialità scambiandoci un bacio di saluto, cosicché mai avrei potuto immaginare di potere ricevere un'accusa così funesta».

Nei prossimi giorni don Carlo ha intenzione di chiarire le inesattezze diffuse in questi giorni davanti all'autorità giudiziaria e davanti alla stampa, anche se «non comprendo il motivo di tanto accanimento nei miei confronti», rileva don Carlo «e posso solo immaginare che il Pulvirenti stia così manifestando le proiezioni di problematiche forse irrisolte».

 

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca