Lombardo rinviato a giudizio dalla Procura di Catania

La Procura della Repubblica di Catania ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio per reato elettorale aggravato dall'avere favorito l'associazione mafiosa nei confronti del presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo e di suo fratello Angelo, deputato nazionale del Mpa. E' l'epilogo dell'udienza preliminare per l'imputazione coatta per concorso esterno all'associazione mafiosa e voto di scambio al presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, e a suo fratello Angelo, deputato nazionale del Mpa, iniziata stamane davanti al Gip di Catania, Marina Rizza.

Il governatore Lombardo, presente in aula, chiederà nella nuova udienza, che si terrà il 9 ottobre di accedere al rito alternativo del processo abbreviato condizionato.

''Dall'udienza di oggi è emerso che questa indagine non esiste - ha detto Lombardo -, che non è stato indagato alcunché su quello che mi riguarda, perché non è stato fatto alcun riscontro: non è stato chiesto se mi conoscevano, cosa ho fatto e perché avrei fatto qualcosa''.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca