Mafia, impedita la riorganizzazione delle cosche: 9 gli arrestati a Palermo

PALERMO - Stavano mettendo in atto un serio tentativo di compattare gruppi mafiosi fin qui ritenuti separati e perfino in concorrenza tra loro, superando rivalità e contrasti, nella prospettiva di una nuova stagione di inedite alleanze per la gestione comune delle attività criminali, nelle aree della città di Palermo. Per scongiurare la riorganizzazione, nella notte di ieri, e nelle prime ore del mattino di oggi, ufficiali ed agenti di polizia giudiziaria appartenenti al Centro D.I.A. Direzione Investigativa Antimafia di Palermo, alla Squadra Mobile e gli uomini del R.O.S. dei Carabinieri, hanno eseguito un provvedimento di fermo di indiziati a carico di nove persone.

Il provvedimento di fermo fa seguito a complesse indagini, coordinate dal Procuratore Aggiunto dr. Antonio Ingroia e dai Pubblici Misteri dott. Marcello Viola, dott.ssa Lia Sava, dott. Gaetano Paci, dott.ssa Annamaria Picozzi, dott. Francesco Del Bene, e svolte dai vari organismi di polizia giudiziaria a carico di esponenti mafiosi operanti sia nella zona di San Lorenzo – Tommaso Natale, sia nell’area dell’Acquasanta.

I fermati sono Antonio Di Giovanni, Francesco Lo Cicero, Giuseppe Belleci, Filippo FIORELLINO, alias, “ciuriddu”, Giuseppe BIONDINO , MINNITI Gaetano, FRADELLA Giovanni, VITALE Germana, PELLINGRA Antonino.

Le fonti di prova scaturiscono da complesse attività di intercettazione ambientale e telefonica e da reiterati servizi di osservazione sul territorio che hanno permesso di documentare le dinamiche associative di due tra i più importanti mandamenti di Cosa Nostra ( San Lorenzo - Tommaso Natale - Resuttana) e dei loro collegamenti con altre articolazioni territoriali della predetta organizzazione.

Al ruolo di vertice, secondo gli investigatori, vi sarebbe il giovane Giuseppe Biondino ( cl.80) figlio di Mimmo, già condannato per associazione mafiosa, a capo della famiglia di San Lorenzo.

Il DI GIOVANNI, sarebbe invece al vertice della famiglia Arenella - Acquasanta.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca