Palermo, è caos tra cortei, scioperi e rifiuti

Settimana calda a Palermo tra scioperi, cortei e rifiuti per strada.

Lunedì di fuoco nel capoluogo: e a quanto pare è solo il primo di cinque-sei giorni che si preannunciano difficili. Oggi nuova protesta dei lavoratori Gesip, che già la scorsa settimana avevano bloccato la città; sciopero pure per i dipendenti dell'Amia, con la raccolta dei rifiuti che inevitabilmente va a rilento. E come se non bastasse, si registra anche lo sciopero dei bus dell'Amat. Il Comune non ha i fondi per pagare gli stipendi e adesso pesano non poco i tagli decisi da Stato e Regione.

Le protesta dei lavoratori dell'Amia sono cominciate all'alba: le strade sono sporche e l'immondizia si accumula da venerdì attorno ai cassonetti di tutta la città. Situazione critica nei quartieri periferici. La protesta è scattata, sin dai giorni scorsi, perché sarebbero a rischio le retribuzioni di marzo degli operai. L'emergenza potrebbe diventare ancora maggiore, dal momento che lo stato di agitazione del personale potrebbe andare avanti per tutta la settimana con assemblee di due ore per ciascun turno di lavoro. Capoluogo in ginocchio sul fronte rifiuti.

Cortei sulla circonvallazione di Viale Regione Siciliana per un centinaio di lavoratori della Gesip, la società che si occupa di servizi per il Comune; altri invece sono andati a Palazzo delle Aquile per chiedere soluzioni definitive per la società in vista dell'imminente scadenza del contratto di servizio con il Comune. In tilt il traffico anche in altre zone della città, tra Corso dei Mille e la stazione centrale. Per domani è stato convocato un incontro in Prefettura con il commissario straordinario Latella e i rappresentanti dei lavoratori per discutere della vertenza.

Annunciata una protesta a oltranza, anche se nel pomeriggio gli operai della Gesip hanno interrotto il sit in davanti alla sede del Municipio. Previsti per domani nuovi sit in a Piazza Indipendenza davanti la sede della Regione e davanti la prefettura in attesa degli esiti dell'incontro. Mercoledi i lavoratori partiranno da corso dei Mille per raggiungere il Comune. Giovedì nuovo sit in davanti l'amministrazione, e venerdì nuovamente corteo dalla centralissima Via Libertà fino al Comune. Per i palermitani, dunque, sarà una settimana di passione.

 

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Cronaca