Pd: "Esaurita fase sostegno a Lombardo"

Annunciato lo stop alla collaborazione del Pd col governo guidato dal leader Mpa.

"Le ultime nomine di Lombardo hanno fatto mutare il profilo del governo. Il gruppo parlamentare del Pd ha chiesto al segretario Lupo di convocare la direzione regionale per prendere le conseguenze politiche: esaurita e chiusa la fase di sostegno al governo tecnico", così Antonello Cracolici nel corso di una conferenza stampa convocata al termine della riunione di gruppo tenutasi all’Ars.

"Noi siamo già oltre questa storia - ha detto il capogruppo del Pd -, siamo proiettati al fatto che il 28 e 29 ottobre i siciliani saranno chiamati a eleggere un nuovo presidente e una nuova assemblea. Vogliamo si apra una nuova fase, che ci consenta anche di riaprire un rapporto con l'opinione pubblica in un momento di crisi".

"Il Pd deve deve attrezzarsi per essere alternativo ad un centrodestra che è stato sconfitto, ma non è debole e non è scomparso; ad una destra che ha tante responsabilità sullo stato di salute della Sicilia", ha aggiunto Cracolici. "Lombardo si dimetterà? Per me le parole sono pietre e le istituzioni sono sacre. La data delle elezioni e delle dimissioni per noi non è in discussione".

"Non possiamo accettare l'idea che si possa pensare a un governo 'elettorale', che serva per lanciare le prossime alleanze. Noi - ha proseguito Cracolici - chiediamo da adesso in poi al presidente (Lombardo, ndr) sobrietà e misura. Bisogna stabilire un'agenda che possa affrontare, nelle prossime settimane, i veri temi caldi".

Nei giorni scorsi Cracolici aveva spiegato che con il rimpasto a Palazzo d’Orleans la natura del rapporto tra il Pd e l’esecutivo sarebbe cambiata. Per il momento nessuna decisione drastica nei confronti del governo Lombardo: una mozione di sfiducia sarà presa in considerazione solo in caso di mancate dimissioni del governatore, già comunque abbandonato dalla sinistra.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica