siciliatoday

Immigrazione, Lombardo a Maroni: "Decidiamo insieme"

"Il sindaco di Mineo è venuto ad esprimermi la preoccupazione per una bomba umana di 5-6mila persone, che non si sa se sono gli ultimi immigrati richiedenti asilo politico". Lo ha detto il presidente della regione siciliana, Raffaele Lombardo, commentando l'ipotesi avanzata dal governo di trasferire nel paese in provincia di Catania circa 7mila rifugiati.

Lombardo, questo pomeriggio a Palermo, nella sede di Palazzo d'Orleans, ha incontrato infatti il sindaco Giuseppe Castania.

"Tra gli immigrati - ha proseguito Lombardo - non si sa che soggetti ci siano. La destinazione ad un'area che è stata in passato una residenza elegante di militari e di amministrativi della base di Sigonella, che non deve avere mura né recinzioni, preoccupa gli amministratori locali. Bisogna vedere - ha aggiunto - questa gente cosa farà, di certo non penso che staranno in quel residence a giocare a tennis. Per questo - ha concluso il presidente Lombardo - ho chiesto ancora una volta al governo di sentire la Regione e gli enti locali prima di trasferire su quel territorio migliaia di persone non sempre animate da giusti propositi".

Lombardo ha infatti inviato una lettera al Viminale con cui ha chiesto al Ministro dell'Interno Roberto Maroni di coinvolgere sia l'amministrazione regionale siciliana, sia gli enti locali, in ogni decisione da prendere sulla destinazione da assegnare agli immigrati giunti sulle coste italiane nelle ultime settimane.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica