Immigrazione, Lombardo a Maroni: "Per Mineo serve soluzione condivisa"

Il Presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo ha sentito, oggi al telefono, il Ministro dell'Interno, Roberto Maroni per discutere della vicenda del centro Villaggio degli Aranci di Mineo.

"Parlando con il Ministro - racconta Lombardo - ho spiegato il forte dissenso che sta montando in quel territorio, per l'ipotesi di far giungere in quell'area piu' di cinquemila persone. Ho spiegato al Ministro che si tratta di una zona caratterizzata da gravi condizioni economiche e sociali, con un alto tasso di disoccupazione e redditi pro capite molto bassi. Inoltre, e' difficile immaginare di stivare piu' di cinquemila persone in un villaggio che fino a poco tempo fa ne ospitava, a pieno regime, soltanto 1400. Sono problemi che non si possono sottovalutare, quando si prendono queste decisioni".

"Maroni ha assicurato - continua Lombardo - che al Villaggio di Mineo non saranno destinati gli immigrati giunti nelle ultime settimane sulle sponde siciliane. Si prevede, invece, di ospitare i richiedenti asilo, per il tempo necessario alla valutazione dell'istruttoria".

"Il Ministro dell'Interno - prosegue il presidente della Regione siciliana - ha confermato che per Mineo verra' seguito un percorso condiviso con gli enti locali del territorio, e proprio per questo domani incontrera' il sindaco della cittadina siciliana, Giuseppe Castania. Un passo importante per avviare quel dialogo che sinora e' mancato e che e' necessario per giungere a una soluzione".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica