Ingroia: "in Parlamento? Mai dire mai"

"Escludo la mia candidatura a sindaco di Palermo". Lo ha affermato il procutarore aggiunto di Palermo, Antonio Ingroia, intervistato a 'La Telefonata' su Canale 5.

Quanto alla possibilita' di una sua candidatura in Parlamento, Ingroia non chiude definitivamente la porta.

"Non posso dire 'voglio candidarmi' e 'non mi candidero' mai. 'Mai' - ha aggiunto - e' una parola troppo grossa.

Essere candidato per il Parlamento fa parte del diritto di elettorato che non va sottratto e nessun cittadino, neanche ad un magistrato".

Ingroia torna a difendere la sua scelta di essere intervenuto ad una manifestazione politica. "In Italia si sta diffondendo una corrente di pensiero secondo cui i magistrati non possono aprire bocca neanche per difendere la Costituzione. Io rivendico il mio diritto di cittadino e il mio dovere di magistrato di partecipare dovunque sia invitato per dare imio contributo di peensiero su temi come la Costituzione". Il procuratore aggiunto di Palermo aggiunge che Falcone e Borsellino "sono andati a manifestazioni di partiti politici, senza adesione di colore, a manifestazioni del Pci e dell'Msi del tempo".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica