Lombardo: "non vedo la Borsellino sindaco di Palermo"

Nella giornata in cui Rita Borsellino incontra a Roma il leader del Pd, Pierluigi Bersani, per sciogliere (forse) il nodo sulla sua tanto discussa candidatura a sindaco di Palermo, dal suo blog, il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, ferra un ennesimo colpo basso alla sorella del magistrato ucciso dalla mafia.

Cosi', in riferimento all'amministrazione del capoluogo siciliano il presidente della Regione scrive: ''E' necessaria una cura ricostituente e una gestione cosi' rigorosa da far tremare i polsi a chiunque. Da questo punto di vista non so se saremo chiamati a esprimere un parere sulla candidatura della Borsellino. In ogni caso, chiunque la voglia o la debba sostenere, o la si correda di uno staff di super amministratori per cui la signora svolgera' una funzione importante di rappresentanza della citta' e di guida di una squadra, o altrimenti io non vedo la Borsellino nelle condizioni di governare una macchina ingovernabile come e' stata ridotta la citta' di Palermo. Serve il concorso di tutti''.

Poi l'affondo: ''Non certo, come la signora Borsellino continua a dire, chiudersi nell'angusto spazio di una sinistra dura e pura che pero' quando deve fare i conti con l'amministrazione comincia a perdere colpi. Sono necessari bravi amministratori con una lunga esperienza e una grande competenza nella materia amministrativa''.

A margine dell'incontro con il segretario del PD Bersani, la Borsellino ha ribadito che ''Per Palermo serve una larga riscossa civica''. ''Con Bersani - continua - abbiamo condiviso l'importanza del fatto che a Palermo si svolgano delle primarie di coalizione. Se il popolo delle primarie dara' fiducia al nostro progetto, a quel punto l'obiettivo sara' vincere al primo turno. In caso di ballottaggi, decideremo sulla scorta dei valori, dei programmi e del giudizio che esprimeranno i cittadini attraverso la partecipazione''.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica