Palermo 2012, Costa pomo della discordia

Scenario sempre più ingarbugliato nel centrodestra siciliano in vista delle amministrative per l'elezione del nuovo sindaco del capoluogo.

Riunione nel pomeriggio a Palermo tra i coordinatori del Pdl, Scoma e Cannella, e i dirigenti del Pid. Al centro della discussione il sostegno a Massimo Costa, ex presidente del Coni siciliano, scaricato da Mpa e Fli, dopo la sua apertura a intese col Pdl.

L'Udc - che appoggia Costa - non ne vuol sapere di accordi col Pid di Saverio Romano, che ha offerto al Pdl la candidatura di Marianna Caronia, deputato regionale ed ex vicesindaco nella giunta Cammarata. E non è scontato neppure l'appoggio del Pdl a Costa: in lizza rimane sempre il presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana, Francesco Cascio, che ha dato la propria disponibilità a candidarsi.

Nel frattempo Fli lancia in campo Alessandro Aricò come candidato sindaco del Terzo Polo. Lo ha annunciato Bocchino: "Costruiremo a Palermo una lista del Terzo polo alternativa alla sinistra e alla gestione fallimentare di Cammarata" ha detto commentando la decisione del candidato Costa di aprire al Pdl. "Ora - ha aggiunto il vicepresidente di Fli - non ha più noi, non ha Lombardo e non si sa se avrà il Pdl e l'Udc".

 

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica