Web

Sicilia, prime schermaglie in vista delle regionali. Il Pdl verso Miccichè

Le elezioni regionali siciliane che si terranno in ottobre saranno il primo test elettorale che avrà poi sicuramente ripercussioni a livello nazionale in vista delle politiche. Così sono alle battute conclusive le grandi manovre per scegliere candidati alla presidenza e coalizioni. In ballo la credibilità del centrodestra e del centrosinistra nonché dell'Udc di Casini e del Fli di Fini, perché sbagliare il candidato alla presidenza della Regione o sbagliare alleanze significa poi perdere punti percentuali di consenso alle prossime elezioni nazionali.

C'è chi si è autocandidato per 'forzare' la scelta del proprio partito - diviso al suo interno dopo l'appoggio dato al presidente Lombardo -, come ha fatto Rosario Crocetta, eurodeputato del Pd ed ex sindaco di Gela (Cl) che da ieri può contare sul sostegno dell'Udc. C'è chi ha voluto la sua candidatura, con il bene stare di Berlusconi, come il leader di Grande Sud Gianfranco Miccichè che tenterà di ricostruire quel centrodestra andato nell'isola in frantumi dopo le elezioni vittoriose del 2008. C'è chi come Claudio Fava, espressione di Sel, che è già in campagna elettorale, aspettando la confluenza dell'Italia dei Valori. Quest'ultima non vuole sostenere Crocetta dopo l'arrivo dell'Udc. E proprio questa scelta del partito di Casini, annunciata ieri da D'Alia, anticipa di fatto un probabile accordo per le elezioni politiche.

Crocetta, giocando d'anticipo sulle scelte del suo partito, ha messo una seria ipoteca sulla casella per il candidato del centrosinistra ed aspetta adesso adesioni. Il segretario del Pd siciliano, Giuseppe Lupo, oggi ha ricevuto il no dal partito di Di Pietro a sostegno di Rita Borsellino.

Anche perché la Borsellino sembra che non abbia dato la sua disponibilità a scendere in campo dopo l'esperienza delle primarie per le amministrative di Palermo, battuta proprio da quell'area del Pd che fa capo a Cracolici-Lumia, che fece vincere Ferrandelli, ed oggi è gia' schierata su Crocetta.

Alla finestra, ma solo per vedere come si stanno componendo le coalizioni, stanno Raffaele Lombardo, che comunque è pronto con proprie liste e casomai col candidato alla presidenza della Regione, ed il Fli di Fini, anch'esso pronto a seguire il presidente della regione dimissionario, che però non può permettersi una battuta a vuoto. Tant'è che oggi Carmelo Briguglio ha annunciato che guiderà in prima persona la lista di Fli in provincia di Messina.

Infine, al momento, in campo c'è già il candidato di Beppe Grillo, Giancarlo Cancelleri, e Di Leo per il Pcl.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Politica