Flickr
I tradizionali ceri della festa

Catania, si conclude la festa di Sant'Agata

Grande devozione e grande suggestine quest'anno alla festa della città. Catania ha festeggiato la sua Patrona, S.Agata Vergine e Martire, la cui devozione ha richiamato nella città etnea migliaia di devoti.

Ideali le condizioni metereologiche che hanno accompagnato la processione della vara nel giro interno della città, nella Catania antica.

Il Fercolo ha iniziato alle 18:00 la sua lenta e tradizionale processione per via Etnea, il "salotto" cittadino. Le undici candelore parate a festa hanno aperto la processione. Davanti al cordone centinaia di devoti inneggianti ("tutti devoti tutti. Cittadini, viva Sant'Agata") hanno tirato la "vara".

Il tradizionale e attesissimo "fuoco del Borgo" si è tenuto nelle prime ore del mattino, quando ormai le lancette degli orologi facevano segnare le 5:00.

Poi, quando le prime luci dell'alba ormai rischiaravano il rientro della Vara verso l'"acchianata di S.Giuliano", una pioggia insistente di pochi minuti ha rovinato l'attesa di quanti già assiepavano la tradizionale "salita" in attesa della corsa dei devoti.

Per evitare gli inevitabili incidenti data la scivolosità del fondo stradale i devoti, insieme alla loro Santa, hanno deciso di proseguire dritto per via Etnea. Decisione saggia, quella dei catanesi che, checchè se ne dica, mettono al primo posto la devozione al paganesimo, e anche al folklore. E mettono al primo posto la tutela dei cittadini e dei visitatori. All'anno prossimo dunque per chi fosse giunto appositamente per vedere la salita di Sangiuliano.

Per finire, intorno alle 8.30, il momento più emozionante, quello in cui le labbra della Santa, sembrano per qualche attimo, evidenziare una leggera tristezza: è il rientro in Cattedrale. è il rientro dietro i cancelli che nascondono un Tesoro: Sant'Agata.

AL VIA PULIZIA STRAORDINARIA
E subito all'alba sono entrate in azione le squadre anticera predisposte dalla Direzione Ecologia e Ambiente per ripulire le strade del percorso della festa.

Secondo una prima stima fatta dai tecnici della N.U. questa mattina sono stati rimossi circa 50 mila chilogrammi di spazzatura e altrettanti di segatura e cera.

L’operazione di pulizia vede impegnati 150 operatori ecologici, di questi 60 fanno parte della squadre anticere , ognuna composta da tre unità, che lavoreranno non stop con l’ausilio della fiamma ossidrica e delle spazzatrici per rimuovere i quintali di cera depositati dai fedeli sulle strade del percorso della processione del fercolo della Santa patrona.

“Anche quest’anno – dice l’assessore Mignemi – sono stati sospesi permessi e ferie appunto per ripulire la città dopo tre giorni di festa, ma soprattutto per evitare disagi ai nostri concittadini. Ancora una volta lancio un appello ai nostri concittadini : in questi giorni bisogna essere molto prudenti per evitare scivoloni e incidenti stradali”.

La pulizia straordinaria della città, secondo le previsioni dei funzionari della nettezza urbana sarà completata entro domenica prossima.

Oltre 300 gli interventi di soccorso per l’operazione “Sant’Agata Sicura 2009”
Nelle tre giornate dei festeggiamenti agatini tra il 3 e il 6 febbraio 2009 sono stati ben 304 gli interventi di soccorso effettuati grazie alle ambulanze e alle squadre appiedate di supporto sanitario e logistico di volontari del Coordinamento Comunale di Protezione Civile.
I pazienti sono stati trattati sul posto o trasferiti (circa l’80%) presso le varie strutture sanitarie all’uopo predisposte: il Posto Medico Avanzato dell’Ospedale “V. Emanuele –Ferrarotto - Santo Bambino” (gestito dal CIVES/Infermieri per l’Emergenza, attrezzato per l’evento nell’area antistante l’incrocio tra le vie Gambino e Paternò) e il Posto Medico Avanzato itinerante, allestito dal SUES-118. Gli interventi sono stati coordinati dalla locale Sala Operativa tramite il 118, con la collaborazione degli operatori radio.

L’Assessore Comunale alla Protezione Civile Mario Coppa -che ha assicurato costantemente la sua presenza in occasione delle fasi più critiche dei festeggiamenti sotto il profilo dell’ordine pubblico- oltre a constatare il perfetto funzionamento della struttura comunale, rivolge un sentito ringraziamento a quanti hanno fattivamente contribuito alla realizzazione dell’Operazione “Sant’Agata Sicura 2009”, senza i quali non sarebbe stato possibile portare a termine il piano di assistenza alla popolazione.

In particolare, l’assessore Coppa rivolge i suoi ringraziamenti alla Questura di Catania, il Coordinamento Comunale del Volontariato, presente con un numero di 653 volontari (impiegati in complessivi 1.350 turni) e 60 ambulanze, gli operatori del S.U.E.S.-118, i funzionari e i volontari del Dipartimento Regionale di Protezione Civile – Servizio Provincia di Catania.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sagre&Feste