Laboratori di "Tempuricapuna" (Siciliatoday.net)

San Vito Lo Capo, da domani la sagra "Tempuricapuna"

Prende il via domani a San Vito Lo Capo l’appuntamento con ‘Tempuricapuna’, l’evento dedicato al pesce azzurro e al capone in particolare, alla quarta edizione, che si svolgerà nella cittadina fino a domenica. La manifestazione prende il nome dalla tipica espressione dei pescatori di San Vito Lo Capo che annuncia, appunto, l'arrivo della stagione dei caponi, le lampughe che si pescano durante l'autunno a ridosso della costa sanvitese.

''L'evento valorizza - spiega Matteo Rizzo, sindaco di San Vito Lo Capo - una delle risorse economiche del territorio quale la pesca. Vantiamo infatti una flotta molto attiva, di cui la gran parte esercita la cosiddetta pesca artigianale.''

La rassegna è rivolta alla scoperta di storie e leggende legate alla pesca e al mare ma nello stesso tempo sarà l’occasione per assaporare le delizie e i profumi del pesce azzurro: dalle sarde agli sgombri, dalla spatola all’acciuga, senza dimenticare il capone che si potranno degustare al villaggio gastronomico, in via Venza, nell’ambito di “Tempu ri manciari”. Dalle 12 a mezzanotte, acquistando un biglietto del costo di 10 euro, si potranno degustare primi e secondi a base di pesce azzurro, accompagnati da vino e dolci siciliani. Nel menu, tra gli altri, pasta fresca con ragù di pesce azzurro, frittura di pesce azzurro, spatola al forno, cous cous di pesce.

I laboratori gastronomici di “Tempu ri storie, sapuri e pignate”, ogni giorno in via del cous cous (lungomare) proporranno le raffinate ricette dei ristoratori locali a base delle più diffuse specie di pesce azzurro come caponi, sarde, alici, spatola e tonno. A condurre per mano i visitatori saranno il giornalista Ninni Ravazza, esperto di mare e Laura Ravaioli, chef del Gambero Rosso. L’ingresso è libero fino all’esaurimento dei posti disponibili.

L’appuntamento più colorato è sabato e domenica alle 10 all’Ittica Capo San Vito con “Tempu ri mircatu”, che farà rivivere i suoni, le suggestioni e le atmosfere tipiche di un mercato del pesce con un’asta pubblica delle migliori specie ittiche guidata da Salvatore Billeci, patron dell’Ittica. L’ingresso è libero fino all’esaurimento dei posti disponibili. Nell’insolita location dell’Ittica Capo San Vito, in via Faro 110, saranno esposte le opere di Guido Baragli, nell’ambito della mostra “Pitture di paranza” che si può visitare da domani fino al 26 settembre ogni giorno, dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 20. Baragli, palermitano, è un pittore d'eccezione che, nel creare le proprie opere, fa come in cucina: tasta, soppesa, annusa, controlla e, ovviamente, guarda.

I più curiosi, dalle 12 alle 24, potranno approfondire la conoscenza delle specialità agroalimentari e i prodotti ittici del territorio in “Tempu ri taliari”, l’itinerario espositivo allestito in via Savoia mentre agli appassionati sono dedicate le battute di ittiturismo in compagnia dei pescatori sanvitesi che faranno vivere da vicino, sabato e domenica alle 8.30 e alle 14, le emozioni della pesca. Il prezzo del biglietto per le battute di pescaturismo è di 30 euro ed è possibile acquistarlo presso il molo sopraflutto, al porto di San Vito Lo Capo (ven. e sab. dalle 9 alle 14 e dalle 16 alle 19 e dom. dalle 9 alle 14. Info alla Cooperativa San Vito pesca, tel. 0923\974083).

Completano il programma, in piazza Santuario, i concerti gratuiti di Lassatilabballari (venerdì alle ore 21), Peppe Voltarelli (sabato alle ore 22.30) e Jerusa Barros & Cabeca Negra (domenica alle ore 22).

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sagre&Feste