(Flickr.com)

Trapani, il cous cous migliore è israeliano

San Vito Lo Capo (Trapani). È Israele il paese vincitore della decima edizione del Cous cous fest che si chiude domenica a San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani. Il piatto che ha conquistato il palato della giuria, presieduta dal direttore del Gambero Rosso Stefano Bonilli, è quello cucinato secondo l'antica ricetta di re Salomone, con tonno rosso alla purea di zucca con ceci, salsa di pomodori e melanzane siciliane.

A firmare la ricetta lo chef Ronny Basson, figlio d'arte del celebre chef Moshe Basson, proprietario a Gerusalemme del rinomato ristorante 'Eucalyptus', che ha lavorato anche a Kansas City e a Roma con lo chef Filippo La Mantia. Il trofeo Bia Winner 2007, una couscousiera in ceramica disegnata dall'artista Patrizia Giammarinaro, è stato consegnato alla delegazione israeliana dal sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino.

Secondo la motivazione della giuria, il cous cous presentato in concorso “è stato eseguito in modo tecnicamente perfetto, con equilibrio di sapori, originalità di ingredienti e modernità di concezione”. A Israele è andato anche uno dei due premi speciali, ex aequo, assegnati dalla giuria per la migliore qualità degli ingredienti.

Un secondo premio speciale, assegnato direttamente dal presidente della giuria, è invece andato al Senegal per la migliore presentazione del piatto. A consegnare i due premi speciali, offerti da Fazio, casa vinicola di Erice, e da Oleifici Barbera, il senatore Antonino D'Alì presidente della Provincia di Trapani e Raffaele Stancanelli, vice presidente dell'Assemblea regionale siciliana.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sagre&Feste