(Google)

Blocchiamo tutto day, cortei a Palermo nel giorno del ddl al Senato

"Blocchiamo la città per bloccare il governo e il ddl": è lo striscione che apre uno dei tre cortei di studenti, che sfilano a Palermo, che inziano la loro sfilata da zone diverse per poi ricongiungersi.

Da piazza Politeama partirà il corteo degli studenti medi, mentre dalle facoltà di Scienze in via Archirafi e di Lettere in viale delle Scienze si muoveranno quelli organizzati dagli studenti universitari del coordinamento "indisponibili" dell'ateneo palermitano.

Tutto mentre la riforma Gelmini è al rush finale in Senato

NIENTE PARTITI“Non abbiamo partiti amici, molti si sono schierati con noi soprattutto quando c’era da spingere sul voto di fiducia al governo. Poi si sono allontanati, scaricandoci nel caso dei scontri a Roma. Da Saviano a Vendola hanno subito cambiato idea. Non ci lasciamo strumentalizzare da questo tipo di politica”. A dirlo è uno dei leader della protesta universitaria, Giorgio Martinico, studente di Lettere.

“Dopo il taglio, anche da parte della Regione, dei fondi per l’università – prosegue – la nostra manifestazione contro questa amministrazione ha una ragione in più”.

“L’idea a livello nazionale era di contestare i partiti che hanno votato la riforma – aggiunge – ma proprio perché quelli che ci sono in Italia non ci possono rappresentare non avrebbe senso”.

Gli studenti non vgliono fermare la protesta nemmeno per le vacanze natalizie.

“Con le vacanze natalizie - conclude – la nostra protesta non si spegnerà e questa sarà la dimostrazione di quanto sono forti le motivazioni degli studenti. Abbiamo già avviato dei laboratori per l’autoriforma. Cioé una riforma dal basso, che parta dagli studenti”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Scuola&Università