SiciliaToday

Catania, protesta non funziona: tasse aumentano per gli universitari

Nonostante le proteste degli studenti sono arrivati i rincari delle tasse universitarie.

Il Senato Accademico, riunito ieri, ha approvato gli aumenti della prima e della seconda rata delle tasse e anche una contrazione delle esenzioni per merito.

Non è bastato il sit in degli universitari già di prima mattina per evitare l'approvazione di una misura che era già nell'aria da tempo. Infatti il rettore Recca aveva già anticipato, durante alcune interviste, che l'ateneo avrebbe dovuto attingere alle risorse degli studenti in conseguenza dei tagli ministeriali.

Con il fondo di finanziamento ordinario ridotto si è resa necessaria la nuova manovra: si pagheranno circa 400 euro per la prima rata e conseguenti rincari sono previsti per la seconda, in base alle varie fasce di reddito, con un massimale di 1280.
Si è discusso anche di numero programmato, che verrà esteso a quasi tutte le facoltà, e del "caso Lingue", il quale appare rientrato almeno per l'anno accademico che verrà, visti i nuovi accordi con Ragusa e l'ipotesi quarto polo ancora in stato embrionale.

Il prossimo 4 giugno il Cda ratificherà le proposte del Senato, si prevedono ancora proteste e cortei da parte degli studenti.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Scuola&Università